domenica 19 Maggio 2024

Yearly Archives: 2020

0 564

A ricevere il Premio, su proposta del Comitato Scientifico di Casa Artusi, e conferito dalla Città di Forlimpopoli, saranno Paolo Lopriore e Rosa Soriano, straordinari interpreti della cucina italiana: Paolo maestro di cucina pluripremiato e autore di diversi testi regala, assieme alla mamma Rosa, una singolare cucina domestica e conviviale, a cui Artusi avrebbe dato la Palma.

Il Premio, che consiste in una scultura in bronzo del busto di Artusi ad opera dell’artista Pasquale Marzelli, sarà consegnato dal Sindaco di Forlimpopoli, Milena Garavini, in diretta sui canali social dell’Amministrazione comunale.

La consegna del premio sarà introdotta da Massimo Montanari, Presidente del Comitato Scientifico di Casa Artusi, mentre la motivazione sarà illustrata da Alberto Capatti, Direttore scientifico di Casa Artusi.
All’incontro interverrà anche la Presidente di Casa Artusi, Laila Tentoni.

La S.V. è invitata a seguire l’evento in diretta on-line sui canali social del Comune di Forlimpopoli, Festa Artusiana e Casa Artusi.

Si è atteso fino all’ultimo nella speranza che i vincitori potessero intervenire di persona alla cerimonia, ma desiderando consegnare il premio entro l’anno – come da tradizione – si è deciso di ricorrere a questa formula, rinviando alla Festa Artusiana del 2021 la possibilità di ospitarli a Forlimpopoli, approfittando anche del fatto che le celebrazione del bicentenario della nascita di Artusi si protrarranno, per l’appunto, fino alla prossima estate. 


Si ricorda altresì che il Premio Artusi è stato assegnato negli anni a:
1997    Ermanno Olmi (Italia)
1998    Mons. Ersilio Tonini (Italia)
1999    Padri Comboniani della Missione di Agangrial (Sudan del Sud)
2000    Miloud Oukily per l’Associazione Parada (Romania)
2001    Muhammad Yunus (Bangladesh)
2002    Alberto Cairo per Croce Rossa Internazionale in Afghanistan
2003    Vandana Shiva (India)
2004    Riccardo Petrella (Italia)
2005    Eduardo Galeano (Uruguay)
2006    Julitte Diagne Cisse (Senegal)
2007    Comitato per la Lotta alla fame (Italia)
2008    Wendell Berry (Stati Uniti d’America)
2009    Serge Latouche (Francia)
2010    Don Luigi Ciotti (Italia)
2011    Oscar Farinetti (Italia)
2012    Andrea Segrè (Italia)
2013    Mary Ann Esposito (Stati Uniti d’America) 
2014    Enzo Bianchi (Italia) 
2015    Alberto Alessi (Italia) 
2016    Carlo Petrini (Italia) 
2017    Antonio Citterio (Italia) 
2018    José Graziano da Silva (Brasile)
2019    Lidia Bastianich (Stati Uniti d’America) 



0 891

Seconda edizione del concorso per le luci natalizie più belle di Forlimpopoli Città Artusiana!

In occasione delle festività di Natale 2020, l’Amministrazione Comunale di Forlimpopoli invita cittadini ed esercenti ad arricchire con luci natalizie le facciate delle proprie abitazioni e le vetrine dei propri negozi.

Quali sono le categorie per poter partecipare?

Come già nello scorso anno, tutti i forlimpopolesi possono candidare la propria decorazione come:

  • CITTADINI 
    e quindi concorrere con l’addobbo della parte esterna della propria abitazione a Forlimpopoli
  • ESERCENTI 
    e quindi concorrere con l’addobbo della vetrina del proprio negozio a Forlimpopoli
Come partecipare?

ATTENZIONE!
Il termine ultimo per taggarci e/o inviarci le fotografie è stato slittato a mercoledì 6 Gennaio 2021!

Come si vince?

Un’apposita giuria sceglierà i vincitori finali.
Gli addobbi migliori per ciascuna categoria (abitazioni e negozi) riceveranno un premio offerto da alcuni esercenti della città

La premiazione dei vincitori del concorso è quindi stata riprogrammata per sabato 16 gennaio, alle ore 16.00,
presso la Sala del Consiglio Comunale,
Piazza A. Fratti (corte della Rocca)

Cosa aspetti? Non perdere l’occasione!


Clicca qui per consultare l’iniziativa Atmosfera di Natale a Forlimpopoli

Per maggiori informazioni
scrivi a turismo@comune.forlimpopoli.fc.it
chiama lo 0543.749250 (mer – ven 15.00 – 18.00 e sab – dom 9.30-12.30)
chiama il 337 1180314 (tutti i giorni, ore 9.30-12.30)

0 656

Sabato 5 dicembre alle ore 17.30 le vie di Forlimpopoli saranno invase dall’atmosfera di Natale.
Per poter assistere all’accensione in diretta del grande abete al centro di piazza Garibaldi, dei tanti abeti che costellano le vie e le rotonde cittadine basta collegarsi alla pagina Facebook del Comune di Forlimpopoli (clicca qui). 

Per rendere più magica l’atmosfera, da sabato e per tutto il periodo delle feste, verranno illuminati, attraverso dei giochi di luce a tema, la Rocca Ordelaffa e le facciate dei palazzi che guardano verso la piazza, mentre nelle vie circostanti si diffonderanno in filodiffusione dei canti natalizi. 

Nella più raccolta piazza Fratti saranno invece trasmessi dei video, a cura di Fabio Pixel Colinelli, che raccontano la città, la sua storia, le sue tradizioni e l’attività delle sue associazioni, per ricordare che il Natale è la festa dello stare insieme, come famiglie e come comunità. 

Ma non sarà solo l’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Ente Folklorico e Culturale Forlimpopolese, il Gruppo Alpini e il Gruppo Funghi e Flora, ad illuminare la città: il merito andrà anche a tutti gli esercenti (e alle loro associazioni di categoria) agli sponsor (Unica Reti, Alma Color, Quasar e Lorenzi Sergio) e a tutti i cittadini per i quali l’Amministrazione ha pensato di rinnovare il concorso “Forlimpopoli Brilla”. 

Il concorso, che intende premiare per l’appunto le luminarie natalizie più belle della città, invita infatti i cittadini e gli esercenti ad arricchire con luci natalizie le facciate delle proprie abitazioni e le vetrine dei propri negozi. Il migliore addobbo sia di un’abitazione che di un negozio riceverà un premio offerto dagli esercenti della città. 

Per partecipare al concorso “Forlimpopoli brilla” è sufficiente addobbare e illuminare l’esterno della propria casa o del proprio negozio, scattare una foto e inviarla alla pagina Facebook dell’ufficio turistico comunale con il tag @forlimpopolicittartusiana. Un’apposita giuria sceglierà i vincitori. 

ATTENZIONE!
il termine ultimo per inviare le fotografie è slittato a mercoledì 6 gennaio 2021.
La premiazione è stata fissata per sabato 9 gennaio.
Seguiranno maggiori dettagli in merito!

Per ogni informazione seguici su:
Sito. www.forlimpopolicittartusiana.it
Fb. @forlimpopolicittartiusina
Ig. #forlimpopolicittartusiana
Mail. promozione@comune.forlimpopoli.fc.it



0 1134
Forlimpopoli si accende per il Natale e torna a Brillare
in programma anche la seconda edizione del concorso
per le luminarie più belle

Il centro di Forlimpopoli si appresta ad illuminarsi per le Festività natalizie.

Costretta a rinunciare a tanta parte delle iniziative messe in campo lo scorso anno (dalla pista di ghiaccio ai mercatini a tema), la città artusiana non ha voluto comunque rinunciare al clima di festa che deve caratterizzare il periodo natalizio e sabato 5 dicembre darà il via alle prime iniziative volte ad animare il Centro in previsione del Natale.

Alle 17.30 verrà quindi acceso il grande abete al centro di piazza Garibaldi, e con lui verranno accesi anche le decine di abeti che costellano le vie del centro e le rotonde di accesso alla città.

Parallelamente verranno illuminati attraverso dei giochi di luce a tema la Rocca Ordelaffa e le facciate dei palazzi che guardano verso la piazza, mentre nelle vie circostanti si diffonderanno in filodiffusione dei canti natalizi.

Nella più raccolta piazza Fratti saranno invece trasmessi a ciclo continuo dei video, a cura di Fabio Pixel Colinelli, che raccontano la città, la sua storia, le sue tradizioni e l’attività delle sue associazioni, per ribadire anche in questo modo che il Natale è la festa dello stare insieme, come famiglie e come comunità.

Ma non sarà solo l’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Ente Folklorico e Culturale Forlimpopolese, il Gruppo Alpini e il Gruppo Funghi e Flora, ad illuminare la città: il merito andrà anche a tutti gli esercenti (e alle loro associazioni di categoria) agli sponsor (Unica Reti, Alma Color, Quasar e Lorenzi Sergio) e a tutti i cittadini per i quali l’Amministrazione non a caso ha pensato di rinnovare il concorso “Forlimpopoli Brilla“.

Il concorso, che intende premiare per l’appunto le luminarie natalizie più belle della città, invita infatti i cittadini e gli esercenti ad arricchire con luci natalizie le facciate delle proprie abitazioni e le vetrine dei propri negozi.

Il migliore addobbo sia di un’abitazione che di un negozio riceverà un premio offerto dagli esercenti della città.

Per partecipare al concorsoForlimpopoli brilla” è sufficiente addobbare e illuminare l’esterno della propria casa o del proprio negozio, scattare una foto e inviarla alla pagina Facebook dell’ufficio turistico comunale con il tag @forlimpopolicittartusiana.

Un’apposita giuria sceglierà i vincitori.

Sappiamo bene che quello che stiamo per vivere – dichiara Milena Garavini, sindaca di Forlimpopoli – sarà un natale diverso dai precedenti. Ma anche per questo siamo chiamati a ritrovare anche attraverso questo tipo di iniziative il senso del nostro essere comunità, per sentirci meno soli e parte di un tessuto sociale vivo e pronto a riabbracciarsi non appena tutto questo sarà passato“.



A cura di: COMUNE di FORLIMPOPOLI, ed ENTE FOLKLORISTICO E CULTURALE FORLIMPOPOLESE con la collaborazione di GRUPPO ALPINI e GRUPPO FUNGHI E FLORA, ESERCENTI e AZIENDE DELLA CITTA’

Si ringrazia tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita dell’iniziativa!


Per ogni informazione seguici su:
Sito. www.forlimpopolicittartusiana.it
Fb. @forlimpopolicittartiusina
Ig. #forlimpopolicittartusiana
Mail. promozione@comune.forlimpopoli.fc.it

0 589
Un’escursione pomeridiana rivolta ai forlimpopolesi, per andare alla scoperta dei boschi ripariali dei meandri del fiume Ronco, nella zona naturale dell’ex-acquedotto Spinadello.

Poco più di tre ore di cammino (h 14.45 – 18.00) in cui sarà possibile svolgere un’escursione al tramonto, una notturna con la luna piena e una visita guidata delle zone più interessanti del tratto di fiume Ronco che lambisce il territorio comunale di Forlimpopoli.

Dopo una breve visita all’esterno dell’edificio dell’ex acquedotto Spinadello (attivo dal 1939 al 1986), si seguirà il sentiero che si addentra nel bosco alluvionale, tra maestosi pioppi neri e affascinanti scorci sulle anse del fiume.

Dopo una tappa al piccolo “lago delle Folaghe”, si potrà osservare il tramonto sugli argini dei vecchi vasconi della SFIR, un tempo zona di decantazione delle acque di lavaggio delle barbabietole da zucchero e oggi cassa di espansione per le piene del fiume Ronco.

Si ripercorrerà poi, al chiaro di luna, camminando tra i campi, fino raggiungere via Canalazzo e tornare al punto di partenza.

Si invita ad indossare indumenti comodi, scarpe adeguate e a portare con sé una torcia.

Per altri suggerimenti riguardo l’attrezzatura consulta l’apposita pagina (“Nello Zaino”) del sito web di Boschi Romagnoli.

In questa fase ancora delicata dal punto di vista sanitario, si richiede il rispetto di alcune regole e precauzioni per la salvaguardia della nostra salute:

• i partecipanti dovranno stampare e consegnare alla guida il modulo di iscrizione e il regolamento di escursione firmati (basta una copia nel caso di famiglie e conviventi);

• tutti i partecipanti dovranno avere con sé mascherina (almeno una) e gel disinfettante per le mani. Le mascherine verranno usate solo quando necessario;

• si dovrà mantenere una distanza di 2 metri durante tutto lo svolgimento dell’escursione (escluse famiglie e conviventi);

• si pagherà portando i soldi contati oppure tramite satispay e bonifico bancario.

SCARICA QUI il modulo di partecipazione (covid) da stampare, firmare e consegnare alla guida: https://www.boschiromagnoli.it/eventi/regolamento/


INFO UTILI

Durata prevista: 3 ore

Livello di difficoltà: Facile/Medio

Dati tecnici: lunghezza 7 km

Ritrovo: 14:45
presso l’ex acquedotto Spinadello, Via Ausa Nuova 741, Forlimpopoli (FC)

Indicazioni stradali: https://goo.gl/maps/z6LwS6NchF32

Prezzo: 7 euro

Prenotazione obbligatoria, tramite forum di contatto, email o telefono (Contatti su: www.boschiromagnoli.it)

L’evento si realizzerà con un numero minimo di partecipanti

Evento realizzato con il patrocinio e il sostegno del Comune di Forlimpopoli, in collaborazione con l’ex acquedotto Spinadello.

0 662
IL PROGETTO “ARTUSI AD ALTA VOCE” DIVENTA POLIGLOTTA PER LA “SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO”

Questa settimana è in corso la V edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, Saperi e Sapori delle terre italiane, a 200 anni dalla nascita di Pellegrino Artusi, la rassegna tematica annuale dedicata alla promozione della cucina e dei prodotti agroalimentari italiani di qualità promossa dalla rete di Ambasciate, Consolati, Istituti Italiani di Cultura e Uffici ICE all’estero.

In occasione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, il Comune di Forlimpopoli, oltre ad aderire alle diverse iniziative nelle sedi istituzionali in tutto il mondo attraverso Casa Artusi, ha deciso di rilanciare il progetto di lettura integrale del manuale artusiano avviato in primavera, “internazionalizzandolo”.

Alle 80 ricette già caricate sul canale youtube della Biblioteca comunale di Forlimpopoli, raccolte nella playlist Artusi ad alta voce. Una lettura domestica e popolare, questa settimana si aggiungeranno diverse nuove ricette lette dai docenti del Di­par­ti­mento di Inter­pre­ta­zio­ne e Tra­du­zio­ne dell’Università di Bologna, con sede a Forlì, in portoghese, inglese, francese, tedesco e slovacco.

Siamo grati per questo omaggio rivolto dai docenti dell’Università di Bologna al nostro Pellegrino – dichiara il sindaco Milena Garavinie confidiamo che anche altri cittadini forlimpopolesi, ma non solo, parlanti nativi di altre lingue vogliano seguire il loro esempio, arricchendo ulteriormente il nostro progetto di creazione di un web book dedicato a ‘La scienza in cucina’, che continua ad essere aperto a tutti“.

Per maggiori informazioni e per inviare le proprie letture contattare la Biblioteca comunale di Forlimpopoli:
Tel. 0543.749271 – 0543.749272
Mail biblioteca@comune.forlimpopoli.fc.it

Per avere info sul progetto clicca qui e leggerai tutto nella nostro articolo dedicato

Stiamo aspettando anche la tua voce per festeggiare tutti assieme le 200 candeline del padre della cucina domestica italiana!

Clicca qui per vedere le ricette già lette e suddivise per argomento, proprio secondo i capitoli creati da Pellegrino Artusi nel suo volume “La Scienza in Cucina e l’Arte di Mangiar Bene

0 935
STOP BULLYING! Diritti umani in Italia

Il bullismo è una violazione dei diritti umani: toglie ai ragazzi il rispetto e la dignità e impedisce di poter godere di diritti fondamentali quali l’inclusione, la partecipazione e la non discriminazione.

Con il progetto “STOP BULLYING” studenti, docenti e personale parascolastico lavorano insieme per prevenire e contrastare il bullismo a scuola, creando una vera e propria campagna e realizzando interventi pratici di miglioramento dell’ambiente scolastico.

In cosa consiste il progetto?
Un percorso gratuito per le scuole con formatori di Amnesty International, con tecniche partecipative

  • identificazione di luoghi rischiosi
  • miglioramento della struttura
  • aumento della consapevolezza
  • aumento della capacità di intervenire
  • produzione di una campagna

Poiché si stima che più della metà dei bambini tra gli 11 e i 17 anni abbiano subito almeno un episodio di bullismo e che 1 bambino su 5 sia vittima di episodi di bullismo ricorrenti, tutti i centri commerciali, sportivi e culturali d’Italia stanno offrendo uno spazio per presentare brevissimamente questo progetto all’utenza.

Il progetto che verrà illustrato in collaborazione con diverse scuole italiane, dove diversi esperti hanno esposto i rischi che il bullismo può provocare, hanno individuato i casi critici (i ragazzi più deboli ed esposti al rischio di diventare bulli o essere bullizzati, affidandoli ad esperti psicologi) e trovato modo di mettere in sicurezza i punti critici (i corridoi dove i ragazzi possono essere vittima di atti di bullismo).

Da giovedì 26 a sabato 28 novembre il progetto sarà esposto ai passanti interessati attraverso un piccolo corner informativo presso via Ho Chi Min (zona Conad).


0 797

15 giorni di contributi on line
sulla pagina facebook di Donna Solidale

Se non è possibile DAL VIVO allora sarà on-line perché l’argomento è troppo importante per passare in sordina, un modo per mantenere viva l’attenzione sulla violenza di genere, anche durante quest’anno particolare che tutti noi stiamo vivendo, per via della pandemia

Il 25 Novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne che è stata introdotta nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. La data fu scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal che si opposero alla dittatura di Rafael Leónidas Trujillo nella Repubblica Dominicana.

Un tema molto sentito dal gruppo spontaneo di Donna Solidale nato a Forlimpopoli nel 2019 dall’ l’impulso dell’artista Veronica Gonzalez  che si  è messo in moto per dare il proprio contributo, ed essere partner attivo nella sensibilizzazione di un tema purtroppo ancora molto attuale.

Nel 2019 Donna Solidale ha dato vita al movimento con un evento di beneficenza molto partecipato al Teatro Verdi di Forlimpopoli nel giorno della festa della donna e così si sarebbe dovuto fare anche nel 2020 con un progetto ancora più ambizioso ma le vicissitudini ormai note hanno fatto si che si congelasse tutto; ma il bravo attento e tenace gruppo di Donna Solidale si è rimboccato le maniche e con gli strumenti a propria disposizione e in questo periodo dove non è possibile organizzare eventi live ha dato vita ad una azione che già da qualche giorno e fino al 25 novembre e anche oltre è volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza femminile; sulla nuova pagina facebook Donna Solidale infatti ogni giorno viene pubblicato un breve video a cura di ogni persona o da più persone del gruppo, ognuno con la sua arte e sensibilità si sta spendendo  il proprio contributo, un video breve per essere visto tutto d’un fiato e condiviso e così sarà possibile ascoltare racconti, poesie, testimonianze, sketch, canzoni ma pure guardare una splendida esibizione di tango, anche le donne dell’Amministrazione Comunale di Forlimpopoli faranno avere  il loro contribuito video, portavoce saranno il Sindaco Milena Garavini, il vice Sindaco Sara Pignatari e Elisa Bedei, Assessore ai Servizi Sociali, a riprova che Forlimpopoli è al fianco delle Donne.

 “Un modo per mantenere viva l’attenzione sulla violenza di genere, anche durante quest’anno particolare che tutti noi stiamo vivendo, per via della pandemia dichiara Veronica Gonzalez che prosegue “L’unione fa la forza, il concetto di sorellanza e mutuo soccorso si sta radicando nell’eterogeneo gruppo che mese dopo mesi si allarga e porta sempre linfa vitale ed energia per portare avanti le finalità del gruppo che in questo specifico caso di sensibilizzazione alla lotta contro la violenza di genere, il femminicidio, i maltrattamenti verso le fasce più deboli della società e al fine di favorire la cultura della parità”

Tutto il lavoro fatto è completamente gratuito e di questo il gruppo ne va fiero, un tempo buono messo a disposizione della collettività. Naturalmente appena ci saranno le condizioni si tornerà “Dal Vivo” e di ritornerà a fare beneficienza verso il prossimo

Maria Cristina Minotti
Donna Solidale e Ufficio Stampa

serata Donna Solidale – 8 marzo 2019 – Cinema Teatro G. Verdi di Forlimpopoli
il Gruppo di Donna Solidale – anno 2019

Dalla seguitissima pagina facebook di Donna Solidale dopo i contributi video che sono sempre visibili on-line,

mercoledì 25 novembre alle ore 21.00

ci sarà una diretta facebook per parlare del mondo femminile, di quanta strada ci sia ancora da fare e di progetti da portare avanti.

Dal 10 novembre sulla pagina facebook Donna Solidale, il gruppo spontaneo nato a Forlimpopoli che porta avanti i temi femminili come sorellanza e la sensibilizzazione ad ogni tipo di violenza sono pubblicati dei brevi video realizzati da alcuni componenti del gruppo sia donne che uomini, poesie, riflessioni, storie, canzoni ma anche disegni, tango e sketch ognuno ha dato il proprio contributo a secondo della propria sensibilità e gusto, il tema però è stato solo uno: il rispetto per le donne.

Hanno aderito con entusiasmo anche le donne della giunta comunale di Forlimpopoli dal Sindaco Milena Garavini, il cui contributo video sarà pubblicato proprio il 25 novembre, al Vice Sindaco Sara Pignatari e a Elisa Bedei, Assessore ai servizi sociali.

L’intenzione è quella di tenere alta l’attenzione sul tema della violenza sulle donne e tenere viva la pagina facebook per questo Mercoledì 25 novembre alle ore 21.00 per chi vorrà esserci ci sarà una diretta facebook con Veronica Gonzalez, ideatrice e coordinatrice del progetto Donna Solidale, e Nicoletta Cosentino, che parlerà di CUOCHE COMBATTENTI.
Un progetto di imprenditoria sociale legato alla cucina che riunisce tante donne, ne custodisce le storie e i brutti ricordi di un passato che ora è alle spalle e dà loro l’opportunità per ricominciare insieme.

Il progetto Donna Solidale, ha preso vita in un bar dopo un brindisi, ed è stato facilissimo creare il gruppo perché c’era l’esigenza di lavorare sul tema della donna”, fanno sapere le rappresentanti del gruppo “la formula vincente, che è quella che riesce a dare stimoli e a creare passione è che ognuno mette a disposizione il suo talento e così il gruppo eterogeneo diventa ricco di significati colori e sfaccettature e soprattutto crea coesione sociale e mutuo soccorso.
Tutto il lavoro fatto è completamente gratuito e di questo il gruppo ne va fiero, un tempo buono messo a disposizione della collettività. Naturalmente appena ci saranno le condizioni si ritornerà “Dal Vivo” e si ritornerà a fare beneficienza verso il prossimo

Maria Cristina Minotti
Donna Solidale e Ufficio Stampa

Veronica Gonzalez
Cuoche Combattenti

0 597
Lyon, Beaujolais & Romagna: l’alleanza del gusto
La fiducia nel futuro supera la paura del presente

Nel mese di Novembre, tra le tante celebrazioni che avrebbero dovuto svolgersi, doveva tenersi a Bruxelles, presso il Parlamento Europeo, un incontro per festeggiare il 15° Anniversario della cooperazione tra Lyon, Pays Beaujolais e la Romagna.

Vista la difficile situazione sanitaria che ci riguarda tutti, l’appuntamento sarà online.
Interverranno, come ospiti, a Lione, rappresentati di istituzioni francesi e rappresentanti dei comuni romagnoli di Cervia, Bertinoro, Rimini e Forlimpopoli.

La cooperazione franco-italiana coinvolge dal 2005 questi soggetti tramite incontri a volte in Francia, a volte in Italia in momenti di grande collaborazione:

Cervia città giardino ,
sposalizio del Mare a Cervia,
Notte Rosa,
Feste Artusiane a Forlimpopoli,
atelier a Casa Artusi (Forlimpopoli)
Festa dell’Ospitalità a Bertinoro,
Beaujolais Nouveau a Villefranche s/Saône
Scambi sportivi come Maratona, Golden Club Rimini, Marathon du Beaujolais Nouveau
Concorsi di disegni per scuole elementari e medie
Collaborazioni tessili, di moda e design con Tarare “culla del tessile Beaujolais”, stiliste Romagna
e « Rendez-vous sur les Sommets » rassegna di incontri gastronomici,
con grandi Chef, cuochi, studenti e produttori…

L’alleanza del Gusto, organizzato dall’ Association La Bonne Europe in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura – Lione, si svolgerà martedì 24 novembre alle ore 18.00 nell’ambito della V settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

Durante la cerimonia si farà un clin d’oeil a due illustri personaggi che continuano ad unirci in nome della buona cucina, Paul Bocuse e Pellegrino Artusi.
Sarà un’ulteriore occasione per celebrare il Bicentenario Artusiano.

Per partecipare cliccare sul link: https://iiclione.esteri.it/iic_lione/it/gli_eventi/calendario/2020/11/lyon-beaujolais-romagne-l-alliance.html


La V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, 23 – 29 Novembre 2020, ha come titolo “Saperi e Sapori delle terre italiane, a 200 anni dalla nascita di Pellegrino Artusi”.


0 1015
Anafi 1.6.8

Forlimpopoli ama gli alberi e aderisce alla campagna #MettiamoRadiciPerIlFuturo

Due le iniziative che partite sabato 21 novembre in occasione della Festa dell’Albero: un fiume di alberi e il bosco urbano dei bimbi nati

La città di Forlimpopoli aderisce al progetto regionale #MettiamoRadiciPerilFuturo e lo fa dedicandogli due iniziative che si svolgono a partire dal 21 novembre in occasione della giornata della Festa dell’Albero.

Nella settimana tra il 21 e il 28 novembre al Parco Urbano “L. Lama” di via Sandro Pertini, il Comune organizza “Il bosco dei bimbi nati”.

Sin dal 1992 il Comune di Forlimpopoli ha istituito la Festa dell’albero durante la quale, solitamente nel mese di febbraio, viene piantato un albero per ogni bambino nato nel Comune; questa semplice azione ha fatto crescere in centro urbano un vero e proprio bosco con più di 3000 alberi. La principale area dedicata allo sviluppo di questo bosco è il parco urbano “Luciano Lama” che in precedenza era un fondo agricolo.

Ogni anno con l’aiuto e la collaborazione delle associazioni di volontariato ambientaliste vengono messe a dimora nuove alberature provenienti dai vivai forestali; ciascuna delle piantine è dotata di un palo tutore con targhetta che indica nome e data di nascita del bambino e viene affidata ai genitori durante la festa pubblica.

L’ubicazione del bosco in pieno centro urbano facilita la visita e la cura dei giovani alberi da parte delle famiglie che vedono negli anni crescere i propri figli assieme al relativo albero.

Nella settimana tra il 21/11/2020 e il 28/11/2020, con lo scopo di dare risalto a tale progetto, si chiederà ai cittadini di scattare fotografie insieme al proprio albero dedicato. 

Essendo giunti alla 28^ edizione della festa dell’albero, oramai esistono alberi di quasi 30 anni dedicati a uomini e donne forlimpopolesi diventati adulti e in alcuni casi genitori di bimbi che a loro volta hanno anch’essi un alberello dedicato.

Per la giornata di sabato 21 novembre è stata realizzata, partire dalle 10 del mattino all’Ex Acquedotto Spinadello (via Ausa Nuova 741) e online, l’iniziativa: “Un fiume di alberi”

Il Comune di Forlimpopoli e i promotori del progetto “Spinadello-Centro visite partecipato” hanno organizzato la piantumazione di alcuni alberi e arbusti.

Grazie a questa iniziativa, nelle prossime settimane saranno messe a dimora nella zona limitrofa al vecchio Acquedotto Spinadello oltre 100 piante che andranno a contribuire alla ricchezza biologica dell’area fluviale dei meandri del fiume Ronco e della cittadina artusiana.

Nel rispetto delle disposizioni sanitarie vigenti, la mattinata si è svolta alla presenza di alcuni rappresentanti dell’Amministrazione e delle associazioni coinvolte, mentre le scuole del territorio hanno partecipato grazie ad un collegamento virtuale in diretta dall’acquedotto.


Come partecipare al progetto “Il bosco urbano dei bambini nati“:

L’Amministrazione Comunale invita

TUTTI I NATI A FORLIMPOPOLI DAI 28 ANNI IN GIU’
a scattare una FOTO CON IL PROPRIO ALBERO
(quello piantato in occasione della Festa dell’Albero e dei Bimbi nati)

Tutte le foto saranno montate in uno slide-show e inviate alla Regione Emilia Romagna, per far conoscere il BOSCO URBANO che sta crescendo a Forlimpopoli.

Le foto potete inviarle fino al 28-11-2020 al seguente indirizzo:
ambiente@comune.forlimpopoli.fc.it
nella mail indicate il nome (non serve il cognome) e l’età.

Chi invia la foto dà implicitamente il permesso di pubblicarla su social e media (se non siete d’accordo non mandatela!)

-----------------------