Forlimpopoli, Mondo

Forlimpopoli, Mondo

Nel nome di Pellegrino Artusi sono state tante le occasioni di contatto e di promozione turistica e culturale che Forlimpopoli, sua città natale, ha saputo cogliere per portare un po’ di Emilia-Romagna nel mondo.

Parlare di Artusi ha permesso di scoprirsi e ritrovarsi tutti uniti dalla stessa voglia di condividere tradizioni, saperi e sapori legati al mondo di casa e dell’ospitalità.

I legami con altri Paesi che Forlimpopoli, quale città artusiana, ha saputo stringere in questi anni, anche grazie alla preziosa collaborazione con Casa Artusi sono numerosi… e tanti altri bollono in pentola per i prossimi anni!

Il Gemellaggio con Villeneuve-Loubet

Il gemellaggio fra i due Comuni, Forlimpopoli e Villeneuve Loubet, realizzato in nome di Auguste Escoffier e Pellegrino Artusi, importanti protagonisti della cucina nel mondo, ha come obiettivi concreti e reali quanto segue:

  • favorire il senso di amicizia e collaborazione fra le due Comunità,
  • promuovere iniziative di scambio e collaborazione su ogni aspetto della vita sociale e culturale dei due Comuni
  • promuovere e diffondere la cultura dell’alimentazione e del cibo, attraverso convegni, seminari, tavole rotonde di approfondimenti tematico
  • sostenere lo scambio di esperienze anche tramite l’organizzazione di feste, manifestazioni e attività culturali, ricreative
  • promuovere e valorizzare la vocazione turistica delle due Città
  • ricercare la collaborazione di altri soggetti istituzionali (Provincia Regione, Università, etc.) , Associazioni, Fondazioni, nuovi partner anche internazionali, per favorire la promozione della cultura – con particolare riferimento a quella alimentare – e il sostegno alla diffusione della coscienza europeista
  • promuovere e qualificare i servizi di ricerca, di documentazione, di informazione sulla gastronomia europea, con particolare riferimento alla cucina mediterranea, anche a sostegno delle istituzioni scolastiche e formative
  • organizzare, anche in una logica di scambio di studenti, di master, corsi e stage professionali con le scuole statali, private ed Enti di formazione professionali
  • recuperare i beni culturali e promuovere ricerche, studi comparati, costruzione e scambio di banche dati specializzate, anche tramite le nuove tecnologie informatiche
  • scambiare i servizi informativi e di consulenza diretti all’industria alimentare e della ristorazione
  • incentivare la promozione dei prodotti locali ed il sostegno all’industria agro-alimentare e turistica
  • promuovere l’ attività di ricerca e di aggiornamento anche attraverso la realizzazione di attività editoriali
  • favorire l’incontro tra gli operatori del settore eno-gastronomico

 

Clicca qui per consultare la pagina dedicata al Gemellaggio tra le città di Forlimpopoli e Villeneuve-Loubet

Lyon, Beaujolais & Romagna: l’alleanza del gusto

Quando nell’anno 2003 un gruppo di imprenditori del settore turistico ed enogastronomico romagnolo, decisero di costituire, assieme ai loro Comuni, la Strada dei Vini e dei Sapori, si pensò anche di organizzare visite di studio e di aggiornamento professionale a due territori collaudati per capacità di marketing territoriale: si scelsero le Langhe, in Italia, e il Beaujolais francese, come territorio estero.

Fra amministratori e imprenditori di Beaujolais e Romagna scattò subito una scintilla, che a partire dal 2005, fu consolidata in un patto di amicizia e di cooperazione.

ATRIUM - Architecture of Totalitarian Regimes of the XXth century In Europe's Urban Memory

Dal 2014, ATRIUM è stata certificata come uno degli itinerari culturali del Consiglio d’Europa.

L’itinerario culturale ATRIUM – Architecture of Totalitarian Regimes of the XXth century In Europe’s Urban Memory trova il suo fondamento in un patrimonio urbano e architettonico comune, che può essere descritto come “dissonante” o “scomodo”.

I regimi totalitari, che hanno caratterizzato gran parte dell’Europa nei decenni centrali del XX secolo, hanno avuto un grande impatto sul paesaggio urbano.

Oggi, l’itinerario culturale ATRIUM, di cui il Comune di Forlimpopoli è membro, si propone di riflettere su questa eredità attraverso attività locali e transnazionali incentrate sull’architettura, la memoria e le persone colpite da questi regimi non democratici, con lo scopo di promuovere i diritti umani, i valori democratici, la comprensione reciproca tra i popoli e la diversità culturale nell’Europa di oggi.

Per ulteriori informazioni, visitare il link: http://www.atriumroute.eu/

 

Clicca qui per conoscere l’itinerario di Forlimpopoli che vi porta a scoprire i siti cittadini della Rotta ATRIUM

Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo è una iniziativa volta a promuovere a livello internazionale le tradizioni culinarie ed enogastronomiche quali segni distintivi dell’identità e della cultura italiana.

Mostre, spettacoli, seminari, incontri, show cooking, degustazioni guidate: tanti gli eventi che hanno visto protagonista, negli anni, nell’ambito della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, la Città di Forlimpopoli grazie a Casa Artusi e con la collaborazione dell’Associazione delle Mariette.

 

Clicca qui per consultare la pagina dedicata alle edizioni della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

Progetti con la Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel Mondo

La Consulta è interprete, rappresentante e collettore delle esperienze degli emiliano-romagnoli nel mondo.

Con l’approvazione della Legge regionale n. 5 del 2015, si afferma come principio che la Regione riconosce negli Emiliano-Romagnoli nel mondo, nelle loro famiglie, nei discendenti e nelle loro comunità una componente essenziale della società regionale ed una importante risorsa per lo sviluppo economico, sociale e culturale sia della regione Emilia-Romagna che dei territori di insediamento, favorendo le politiche di collaborazione internazionale della Regione.
Le nostre comunità all’estero sono, quindi, riconosciute come una componente a pieno titolo della società regionale ed anche come elemento essenziale per i rapporti internazionali della Regione.

Gli interventi previsti dalla Legge si esplicano in ambito economico, formativo, culturale e sociale a favore dei soggetti appartenenti alle comunità emiliano-romagnole all’estero.

La Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel Mondo è l’Istituzione di rappresentanza dell’esperienza migratoria regionale.

Attraverso la Legge Regionale n. 5/2015, l’Assemblea legislativa promuove e sostiene le iniziative e i progetti realizzati da diversi soggetti con l’obiettivo di valorizzare il ruolo delle comunità di emiliano-romagnoli nel mondo.

Da alcuni anni, il Comune di Forlimpopoli si presenta con progetti in collaborazione con Casa Artusi e l’Associazione delle Mariette, unitamente a partner appartenenti alle comunità di Emiliano-Romagnoli nel Mondo (quali quelle di Argentina, Brasile, Germania, U.S.A., Canada, etc), mettendo in scena laboratori di cucina dedicati alla pasta fresca fatta a mano, degustazioni e conferenze dedicate alla conoscenza di materie prime e vini a marchio DOP e IGP della Regione Emilia-Romagna.

 

Clicca qui per consultare la pagina dedicata ai progetti con la Consulta Emiliano-Romagnoli nel Mondo

SERN - Sweden Emilia-Romagna Network

SERN (Sweden Emilia-Romagna Network) è la principale rete transnazionale in Europa che promuove le relazioni in una prospettiva multilivello tra Nord e Sud Europa e in particolare tra Svezia e Italia.

È il risultato di un lungo processo di cooperazione e scambio tra attori italiani e svedesi.
Il suo obiettivo è aumentare la cooperazione tra i membri della rete, tra Italia e Svezia e, più in generale, Nord e Sud dell’Unione Europea.

Anche il Comune di Forlimpopoli ne è membro dal 2021 e nello stesso anno ha ospitato la Riunione del Consiglio Direttivo nelle giornate del 19 e 20 novembre 2021.