Homepage

0 33

In attesa di poter tornare a visitare le bellezze storico-artistiche ed architettoniche di Forlimpopoli di persona, l’Amministrazione comunale proporrà a partire da domani, mercoledì 14 aprile e nelle settimane a seguire, una rassegna di itinerari virtuali alla città sui canali social di ForlimpopoliCittArtusiana, facebook e instagram.

Si inizia con

𝕱𝖔𝖗𝖑𝖎𝖒𝖕𝖔𝖕𝖔𝖑𝖎 𝖙𝖗𝖆 𝕿𝖗𝖊𝖈𝖊𝖓𝖙𝖔 𝖊 𝕼𝖚𝖆𝖙𝖙𝖗𝖔𝖈𝖊𝖓𝖙𝖔.
𝖀𝖓 𝖛𝖎𝖆𝖌𝖌𝖎𝖔 𝖘𝖚𝖑𝖑𝖊 𝖙𝖗𝖆𝖈𝖈𝖊 𝖉𝖊𝖑𝖑𝖆 𝕱𝖔𝖗𝖑𝖎𝖒𝖕𝖔𝖕𝖔𝖑𝖎 𝖒𝖊𝖉𝖎𝖊𝖛𝖆𝖑𝖊

che ci porterà alla riscoperta della Forlimpopoli del XIV e XV secolo, ovvero della città medievale, fino agli albori del Rinascimento, di cui rimane straordinario simbolo la Rocca albornoziana, una delle meglio conservate di tutta la Regione.

Scarica il Comunicato Stampa cliccando qui

0 156
da lunedì 5 aprile a lunedì 10 maggio 2021
l’Associazione APS
La scacchiera di Onnon
invita a partecipare
Alla Scoperta del Paese degli Scacchi
un giro per il mondo alla ricerca
degli amici del saggio Onnon!

 

Programma
  •  Pubblicazione di 4 video per famiglie con bambini distribuiti su diversi orari: alle 9.00 / 12.00 / 17.00 / 19.00
  • Attività per Famiglie con i loro bambini e liberi cittadini che vorranno partecipare
  • Premi e riconoscimenti per tutti
 

Collegati sul Canale Youtube de “La scacchiera di Onnon
e su quello di “Cesena per i piccoli
per partecipare a questa avventura!
 

0 162
Luoghi dell’esilio:
la Forlimpopoli che accolse Dante, la Firenze che accolse Artusi

In occasione del Dantedì anche la città di Forlimpopoli rende omaggio al padre della lingua italiana, ma in maniera del tutto originale mettendolo a confronto con la sua personalità più celebre, quella di Pellegrino Artusi.

In che modo?

Sulla base del fatto che ciascuno andò esule nella città natale dell’altro.

Artusi, come si sa, trovò infatti rifugio a Firenze dopo il violento assalto del Passatore del 1851, mentre Dante giunse in esilio in Romagna nei primi anni del Trecento, muovendosi tra le diverse città del forlivese, tra cui – secondo più fonti – anche Forlimpopoli dove trovò riparo anche un’altra famiglia di guelfi fiorentini, quella degli Uccellini.

Ma su Dante a Forlimpopoli e Artusi a Firenze scioglieranno ogni curiosità giovedì 25 marzo, alle 21.00, due storici romagnoli di chiara fama, Sergio Spada, specialista di Medioevo e Rinascimento, e Mario Proli, specialista dall’Ottocento e Novecento.

La conversazione, intitolata per l’appunto “Luoghi dell’esilio: la Forlimpopoli che accolse Dante, la Firenze che accolse Artusi” e introdotta dall’Assessore alla Cultura del Comune artusiano, Paolo Rambelli, sarà trasmessa in streaming gratuito a partire dalle 21.00, dal teatro Verdi di Forlimpopoli, sui canali facebook del Comune di Forlimpopoli e di Forlimpopoli Città Artusiana.

 

Testo dell’Ufficio Stampa, clicca qui per scaricare il comunicato stampa

 

 

clicca sulla locandina per ingrandirla

0 158

 

Giovedì 25 Marzo 2021
alle ore 21.00
In diretta streaming dal Teatro Cinema “G. Verdi”
sulla pagina Facebook del Comune di Forlimpopoli

 

LUOGHI DELL’ESILIO:
LA FORLIMPOPOLI CHE ACCOLSE DANTE,
LA FIRENZE CHE ACCOLSE ARTUSI 

 

Conversazione tra i due storici e scrittori Sergio Spada (medievista) e Mario Proli (ottocentista) sulla Forlimpopoli di inizio Trecento, che accolse secondo alcuni storici Dante in esilio da Firenze, e sulla Firenze della seconda metà dell’Ottocento che accolse Artusi in esilio da Forlimpopoli.

 

 

0 124

È la città di Forlimpopoli la prima località del forlivese ad essere inserita ne “Le Vie di Dante”, il sito curato dall’APT regionale volto a promuovere gli itinerari turistici tra la Romagna e la Toscana in occasione del Settimo Centenario della morte di Dante.

Oltre a raccontare 4 diversi itinerari pre-definiti tra Firenze e Ravenna, tra il Casentino ed il Mugello, il sito si sofferma a descrivere in maniera approfondita anche tutte le località dei dintorni che conservano una qualche memoria dantesca.

Ma che memorie conserva Forlimpopoli del padre della lingua italiana?
Secondo uno studio uscito sull’ultimo numero di “Graphie”, che cita due diverse fonti del Seicento e dell’Ottocento, potrebbe essere stata addirittura la prima città della Romagna ad ospitarlo dopo il bando da Firenze nel 1301 visto che a Forlimpopoli aveva trovato rifugio un’altra famiglia guelfa costretta all’esilio, quella degli Uccellini, la stessa che darà quindi i natali nel Seicento al celeberrimo violinista Marco Uccellini.

Senza contare che Dante fu poi un punto di riferimento – sia come padre della lingua che della patria italiane – anche per Pellegrino Artusi che vi si richiama spesso in tutti i suoi testi, compresa “La Scienza in cucina”.

Anche per questo Forlimpopoli dedica da anni un evento a Dante a settembre, in occasione della ricorrenza della morte, cui quest’anno si aggiungerà un evento anche in occasione del Dantedì, cioè il 25 marzo, di cui saranno protagonisti i due storici Mario Proli e Sergio Spada, che racconteranno per l’appunto della Forlimpopoli che trovò Dante nel 1301 e della Firenze che conobbe Artusi nel 1851.

Tutte le informazioni su Forlimpopoli e sui futuri eventi danteschi si trovano anche sul sito www.viedidante.it

 

Testo dell’Ufficio Stampa
clicca qui per scaricare il Comunicato Stampa

 

nella foto il luogo in cui sorgeva la casa degli Uccellini che avrebbe ospitato Dante

0 138

Il tradizionale appuntamento forlimpopolese Segavecchia, la parata di carri allegorici che da tanti anni viene organizzata dall’Ente Folkloristico e Culturale Forlimpopolese, è rimandata al 2022 a causa delle restrizioni dovute al Covid-19.

L’ente organizzatore ha tentato fino all’ultimo di provare a organizzare l’edizione 2021 ma le condizioni, ovviamente, non lo hanno permesso.

Purtroppo – ha dichiarato la sindaca Milena Garavini – anche quest’anno siamo costretti a rinunciare alla possibilità di festeggiare insieme la Segavecchia, una manifestazione che non rappresenta solamente un’occasione di aggregazione e di divertimento per tutta la comunità, ma un vero e proprio momento identitario legato alle sue radici storiche ed alla vocazione per la cultura del cibo che caratterizza la nostra città. Non la possiamo festeggiare insieme ma non la dimentichiamo: abbiamo esposto uno striscione sulla Rocca proprio per ribadire che è un necessario arrivederci ma non certo un addio. Con la speranza al contrario di poter già tenere in autunno un anticipo della Segavecchia del 2022.”

Lasciamo aperte le porte – afferma Mirco Campri, presidente dell’Ente Folkloristicoe attendiamo fiduciosi di poter tornare con tutta l’energia che contraddistingue l’evento, e magari si potrà provare a organizzare un’edizione in piccolo nel corso dell’anno, anche per aiutare le famiglie dei giostrai che ogni anni si prodigano per realizzare l’appuntamento“.

 

Testo dell’Ufficio stampa
clicca qui per scaricare il Comunicato Stampa

 

 

 

Per approfondire l’argomento sulla più antica, e ancora sentitissima, manifestazione forlimpopolese, invitiamo a consultare:

il testo “La Segavecchia nelle raccolte Piancastelli
(
tratto dalla rivista “Forlimpopoli. Documenti e Studi”, Vol. 18, pp. 77-102, scritto dalla Dott.ssa Brunella Garavini)

la sezione Storia sul sito ufficiale della manifestazione, www.segavecchia.it

 

0 124

 

Di seguito i programmi delle iniziative del Centro per le Famiglie
della Romagna Forlivese
previsti in questo periodo di marzo, aprile e maggio 2021.

S.O.S. GENITORI
Far bene i genitori fa bene ai bambini
PICCOLI e PICCOLISSIMI (0-6 anni)
marzo, aprile e maggio 2021
COMUNE DI FORLI’
SERVIZIO BENESSERE SOCIALE E PARTECIPAZIONE
Unità Famiglie, Comunità e Partecipazione

Il Centro per le Famiglie della Romagna Forlivese offre alle famiglie
del territorio incontri a tema, gruppi di confronto, attività per genitori
e bambini insieme e tante diverse occasioni di informazione, crescita,
scambio di esperienze, promozione e sostegno all’essere genitori.

Tutte le attività proposte sono gratuite, ma è necessaria iscrizione!
In questo particolare periodo alcune iniziative saranno fruibili on-line: è necessaria iscrizione e agli iscritti saranno inviate tutte le informazioni tramite e-mail.

 

Piccoli e Piccolissimi (età 0/6 anni) e
coppie in attesa

INCONTRI E CONFERENZE – incontri online

Iscrizioni su icos.comune.forli.fc.it.

Martedì 16 marzo – ore 20.30 
“Che fatica cambiare! Il vissuto dei bambini (e dei genitori) quando si affronta un cambiamento”
con Silvia Donati, psicologa e psicoterapeuta.

Martedì 23 marzo – ore 20,30
“Giornate buie e giornate difficili”
Riflessioni sulle situazioni di lontananza, distanza e lutto che hanno incrociato le nostre vite e quelle dei nostri figli durante l’emergenza sanitaria, per ripartire dopo la fatica e il dolore (indicato per genitori e nonni con bambini di età dai 3 ai 10 anni)
con Stefano Albertino, psicologico e psicoterapeuta

Martedì 30 marzo – ore 20,30
“Cime tempestose: il conflitto in famiglia. É possibile dare un’evoluzione positiva alle incomprensioni?”
Con Jacopo Ceramelli ed Enrica Lanzoni, mediatori familiari

Mercoledì 14 aprile – ore 20.30
“Dolci dormite… Da quando? Il ritmo del sonno, le sue stranezze e le possibili strategie dei genitori”
con Gherardo Rapisardi, pediatra e neonatologo, già in servizio presso gli ospedali S. Maria Annunziata di Bagno a Ripoli e Meyer di Firenze.

Sabato 17 aprile – ore 10,00
“Coppie e decisioni importanti. Informazioni in tema di beni e patrimoni, diritti dei figli, matrimoni, separazioni e divorzi”
Con Roberta Maraldi, Avvocato e Cristina Scozzoli, Notaio – in collaborazione con l’Ordine degli avvocati e l’Ordine dei Notai di Forlì-Cesena.

Mercoledì 28 aprile – ore 20.30
“Vado alla scuola dei grandi! Il ruolo dei genitori e i pensieri dei bambini in attesa dell’ingresso alla scuola primaria”
con Silvia Donati, psicologa e psicoterapeuta.

INCONTRI PER COPPIE… IN ATTESA – incontri online

Iscrizioni su icos.comune.forli.fc.it. 

Martedì 16 marzo, 13 aprile, 18 maggio, 15 giugno – ore 14.30
“Il parto in analgesia epidurale”
Un appuntamento mensile, on line, con Anna Maria Legrottaglie, anestesista responsabile del Servizio Partoanalgesia dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì – AUSL Romagna.

GRUPPI DI CONFRONTO

Iscrizioni su icos.comune.forli.fc.it.

  • per bambini e genitori insieme (età 0/12 mesi) – Incontri in presenza; posti limitati
    Un’occasione di incontro e condivisione fra genitori, uno spazio dove poter raccontare la propria esperienza e affrontare dubbi, problemi o conflitti e cercare insieme possibili soluzioni. A cura degli operatori del Percorso Nascita; iscrizione obbligatoria.

Il lunedì mattina – ore 9.30/11.00 oppure lunedì pomeriggio – ore 15.30/17.00
“Gomitolino – Spazio Incontro”
Occasioni di confronto, scambio di esperienze e consigli fra neogenitori con bambini 0/12 mesi.

Sabato 6 e 20 marzo, 10 e 24 aprile, 8 e 22 maggio – dalle 10.00 alle 12.00
“Il Gomitolino dei papà”.
Due sabati al mese dedicati ai papà ed ai loro bambini 0/12 mesi. Un tempo per riflettere sul proprio ruolo, un tempo da dedicare ai bambini, un tempo per condividere riflessioni sulla coppia e sulla famiglia.

  • per mamme – Incontri in presenza; posti limitati

Martedì 23 marzo, giovedì 22 aprile, martedì 25 maggio – dalle 15.00 alle 16.30
“La Merenda delle Mamme”
Un’occasione di incontro, confronto e scambio, in compagnia delle educatrici del Percorso Nascita. Attività dedicata alle mamme di bimbi 12/36 mesi, per regalarsi uno spazio e un tempo tutto loro… senza i piccoli! Si gusterà insieme una merenda semplice ma sfiziosa, dedicando tempo alla condivisione di gioie, dubbi, difficoltà dell’essere mamma.

PROGETTI SPECIALI – incontri online

Iscrizioni su icos.comune.forli.fc.it.

STORIE AL TELEFONO… ops, AL VIDEO-TELEFONO per bambini e genitori insieme (età 3/6 anni e 6/8 anni) – Incontri on line; posti limitati.

Tutti i martedì di marzo – dalle 16.30
“Storie al telefono… ops, al video-telefono”.
Che direbbe Gianni Rodari di queste novità? Nuove storie… con nuovi strumenti!
Un piccolo tempo dedicato all’ascolto di simpatiche e brevi letture a cura dei Volontari di Nati per Leggere, insieme ad Alessandra Cambi, educatrice.

Prossime date:
martedì 9 marzo – età 3/6 anni
martedì 16 marzo – età 6/8 anni
martedì 23 marzo – età 3/6 anni
martedì 30 marzo – età 6/8 anni

PROGETTI SPECIALI IN ARRIVO – stay tuned…

Nei mesi di maggio e giugno – “Il Centro per le Famiglie va in Giardino”, un ricco programma di laboratori e letture in giardino, in collaborazione con i Volontari di Nati per Leggere e le Biblioteche decentrate del Comune di Forlì.

A breve – “Le Merende dei Piccoli”, tre incontri pomeridiani, per neogenitori e bambini 4/11 mesi. Un’occasione di scambio e confronto su dubbi, fatiche e diverse modalità di affrontare il periodo dello svezzamento.

TUTTI GLI INCONTRI E LE ATTIVITÀ SONO GRATUITI

Tutte le attività proposte sono state organizzate in luoghi che permettono il distanziamento sociale, la mascherina è obbligatoria così come l’igienizzazione delle mani e la misurazione della temperatura

Per iscrizioni: icos.comune.forli.fc.it
oppure al Centro per le Famiglie (lunedì, mercoledì e venerdì 9/13 e martedì e giovedì 15/18)
Tel. 0543 712667 – centrofamiglie@comune.forli.fc.it

clicca qui per scaricare il pdf del programma di marzo – aprile e maggio 2021 per
“Piccoli e Piccolissimi

 

Quando i figli crescono

INCONTRI E CONFERENZE – Incontri on-line.

Iscrizioni su icos.comune.forli.fc.it.

Prosegue il ciclo di incontri “Mio figlio ha l’adolescenza”, per confrontarsi su questo straordinario e tortuoso “viaggio” che conduce i principali protagonisti verso mete e traguardi in parte sconosciuti a loro come agli adulti che li affiancano. Gli incontri saranno arricchiti da video-interviste a ragazzi, genitori, insegnanti, educatori ed allenatori del nostro territorio. Questi brevi filmati restituiscono l’adolescenza da differenti punti di vista e affrontano temi rilevanti della crescita dei ragazzi.
Il progetto è stato realizzato in collaborazione con la Rete Adolescenza del territorio di Forlì.

Giovedì 18 marzo – ore 20.30
“Chi vuol esser lieto sia, del doman non v’è certezza. Giovani, droghe e trasgressioni”.
Con Edoardo Polidori, Direttore UOC Dipendenze Patologiche di Forlì e Rimini.

Mercoledì 21 aprile – ore 20.30
“Diamo corpo alle emozioni. Paura, fatica, rabbia e scoperte in un tempo di crisi”.
Con David Martinelli, psichiatra, psicoterapeuta e vice presidente della Onlus Tra Gioco e Realtà.

Giovedì 13 maggio – ore 20.30
Spettacolo teatrale per genitori e ragazzi
“Se fossi la tua ombra mi allungherei a mezzogiorno. Storia perfetta dell’errore”
Monologo di e con Roberto Mercadini, attore teatrale e scrittore.

GRUPPI DI CONFRONTO
per genitori e per bambini e ragazzi – Incontri in presenza; posti limitati.
Un’occasione di confronto e condivisione, uno spazio dove poter raccontare la propria esperienza e affrontare dubbi, problemi o conflitti e cercare insieme possibili soluzioni.

Per genitori
Da martedì 27 aprile – ore 20.00
“Tiro alla fune, genitori e figli alle prese con l’adolescenza”,
4 incontri per affrontare insieme i temi che più impegnano le famiglie i cui figli crescono nella complessità della società attuale.

Per bambini e ragazzi
Giovedì 22 aprile – ore 18.30
Incontro di presentazione ai genitori degli iscritti al “Gruppo di parola” (4 incontri  date da definire; contattateci per info e iscrizioni): un’esperienza di gruppo dedicata a bambini e ragazzi (età 6-11 anni e 12-16 anni) che vivono la separazione o il divorzio dei genitori, per esprimere emozioni, dubbi e difficoltà che incontrano. Necessario il consenso di entrambi i genitori.

INCONTRI E CONFERENZE – Incontri on line

Iscrizioni su icos.comune.forli.fc.it. 

Martedì 23 marzo – ore 20.30
“Giornate buie e Giornate difficili. Riflessioni sulle situazioni di lontananza, distanza e lutto che hanno incrociato le nostre vite e quelle dei nostri figli durante l’emergenza sanitaria, per ripartire dopo la fatica e il dolore” (indicato per genitori e nonni con bambini di età dai 3 ai 10 anni).
Con Stefano Albertini, psicologo e psicoterapeuta.

Martedì 30 marzo – ore 20.30
“Cime tempestose: il conflitto in famiglia. È possibile dare un’evoluzione positiva alle incomprensioni?”, con Jacopo Ceramelli ed Erica Lanzoni, mediatori familiari.

Sabato 17 aprile – ore 10.00
“Coppie e decisioni importanti. Informazioni in materia di beni e patrimoni, diritti dei figli, matrimoni, separazioni e divorzi”
Con Roberta Maraldi, Avvocato e Cristina Scozzoli, Notaio – in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati e l’Ordine dei Notai di Forlì-Cesena.

PROGETTI SPECIALI

Fiducia in Comune
Un nuovo strumento per essere vicini alle famiglie; si tratta di un innovativo “prestito sociale”: dovete affrontare spese impreviste? Il Comune di Forlì fa da garante e il beneficiario (residente nel Comune di Forlì) potrà rendere la cifra richiesta in piccole rate mensili in 36/48 mesi, dopo un pre-ammortamento di 12 mesi senza rate.
Consulta l’avviso e scarica la modulistica su sito del Comune di Forlì.

Progetto Salvadanai
Fino a giugno sono disponibili due Salvadanai ai quali le famiglie residenti nei 15 Comuni del Comprensorio forlivese potranno attingere.
• Salvadanaio ore per aiuto tecnico/informatico per bambini e ragazzi alle prese con la Didattica a Distanza e la Didattica Digitale Integrata.
• Salvadanaio ore di supporto educativo e psicologico volto al sostegno dei genitori e di quanti affiancano bambini e ragazzi in questo per iodo “faticoso” anche dal punto di vista emotivo.

TUTTI GLI INCONTRI E LE ATTIVITÀ SONO GRATUITI

Tutte le attività proposte sono state organizzate in luoghi che permettono il distanziamento sociale, la mascherina è obbligatoria così come l’igienizzazione delle mani e la misurazione della temperatura

Per iscrizioni: icos.comune.forli.fc.it
oppure al Centro per le Famiglie (lunedì, mercoledì e venerdì 9/13 e martedì e giovedì 15/18)
Tel. 0543 712667 – centrofamiglie@comune.forli.fc.it

clicca qui per scaricare il pdf del programma di marzo, aprile e maggio 2021 per
“Quando i figli crescono”

0 114

Nell’ambito delle iniziative per la Festa della Donna 2021

Sabato 6 marzo alle ore 15:30

Il Comune di Forlimpopoli inaugurerà
“La panchina rossa”
nell’area verde di via Mainino Ausa Vecchia
in memoria di tutte le donne vittime della violenza di un uomo
“perché la violenza non è mai amore”

L’evento è promosso dal Comune di Forlimpopoli, nell’ambito della rassegna #DareFuturoallaMemoria 2021, anno XXI, ed in linea anche con il dettato della “Carta Europea per l’uguaglianza e la parità delle donne e degli uomini nella vita locale” (che ha tra i propri obiettivi la sensibilizzazione sui temi della sicurezza) cui ha recentemente aderito.

L’iniziativa è in collaborazione con la Compagnia Sartoria Teatrale, che proporrà anche la lettura di due brani, e con l’associazione giovanile Time Off che ha dipinto la panchina, su cui sarà affissa una targa col numero verde antiviolenza 1522.

L’evento, a causa delle restrizioni per il Covid, sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook dell’amministrazione.

 

 

0 112
Cento anni di sviluppo industriale in Romagna (1850-1950)

Forte sostenitore dello sviluppo industriale nella sua terra d’origine, Emilio Rosetti non solo ne analizzò con attenzione lo stato complessivo, ma si fece mecenate delle prime industrie locali.
Le redditizie fornaci di famiglia furono via via convertite, nel giro di un secolo e con politiche adeguate, in moderni stabilimenti chimici. Un caso imprenditoriale di particolare interesse, che travalica i confini locali e si colloca in situazioni e contesti che vanno profondamente mutando.
Mature, allo scoccare del nuovo secolo, anche le condizioni che portano alla nascita della grande industria in Romagna, quando il capitale del nord Italia, genovese nello specifico, finanzia la costruzione dei primi tre zuccherifici a Forlì, Cesena e Classe. In un’area a forte vocazione agraria, la sinergia fra agricoltura e industria traina la modernizzazione.
Prende forma, così, un paesaggio industriale imponente, che ridisegna i confini dei suburbi e porta alla creazione della prima filiera agro-industriale romagnola, seguita da quella del tabacco e dall’industria delle conserve.
La febbrile ricerca di prodotti alternativi, tipica dell’Italia autarchica degli anni ‘30, si concretizza a Forlimpopoli in una nuova fabbrica costruita nel 1940 per distillare alcool assoluto dal sorgo. Divenuta ORBAT al termine del conflitto, la spinta innovativa della distilleria si stempera in impianti riconvertiti per produrre alcool alimentare.

Il convegno, organizzato dalla Fondazione Italia Argentina – Emilio Rosetti con il Patrocinio dell’Università di Bologna intende mettere in luce le dinamiche territoriali, economiche e sociali decisive per il passaggio da un’industria tradizionale a quella moderna attraverso l’analisi degli elementi portanti che ne hanno permesso il decollo.

 

Il convegno si svolgerà sabato 6 marzo 2021
alle ore 15.30
sulla piattaforma zoom

Riferimenti Zoom:
https://zoom.us/j/93997711150
Meeting ID: 939 9771 1150

 

coordina il Presidente della Fondazione, Maurizio Castagnoli

intervengono:

Francesca Fauri, Cenni sullo sviluppo dell’industria nella provincia di Forlì (1890-1945)

Chiara Arrighetti, Dall’attività agricola all’industria chimica. Il percorso d’impresa della dinastia Rosetti.

Alessandro Lazzari, Gli zuccherifici nell’industria romagnola d’inizio Novecento.

Lorenzo Aldini, Le origini dell’ORBAT fra autarchia e ricostruzione.

 

 

0 149
La solidarietà si fa un TRE!

Donna Solidale 2021 un format made in Forlimpopoli reso possibile grazie ad un gruppo spontaneo di donne di diverse nazionalità, età e professione; ognuna delle quali mette a disposizione le proprie capacità e tempo per mantenere un focus acceso sui diritti delle donne e continuare a costruire così, una società più solidale e paritaria.

Nonostante il distanziamento fisico/sociale il gruppo di donna solidale guidato da Veronica Gonzalez e Cristina Minotti dell’Associazione Teatro dei Piedi non si è demoralizzando e anziché saltare l’edizione 2021 dedicata alla Festa della Donna si è FATTO IN TRE!

Lo scorso anno l’emergenza Covid ha colto tutti di sorpresa e nonostante fosse tutto pronto si è dovuto annullare l’evento ma quest’anno anche se distanziati il gruppo ha voluto fortemente dare il proprio contributo per onorare il giorno dedicato alle DONNE.

Tre le azioni che si realizzeranno: dalle pillole video alla filodiffusione dal Camminamento della Rocca di Forlimpopoli per finire con una diretta in streaming dal Teatro Verdi. Tutto naturalmente per beneficenza e quest’anno il gruppo ha deciso all’unanimità di sostenete il conto corrente dell’Amministrazione Comunale dedicato alle famiglie in difficoltà dall’emergenza Covid.

Ma andiamo per ordine: dal 25 febbraio al 8 marzo sulla pagina Facebook di DONNA SOLIDALE ogni giorno verranno pubblicate delle pillole video a cura del gruppo e dei cittadini che hanno aderito all’appello, il tema naturalmente è la Donna in tutte le sue sfaccettature, donne che hanno lottato per difendere i loro diritti e così spianare la nostra strada, donne ispiratrici, modelli da seguire come una luce nel buio della notte. Donne che si sono distinte grazie al loro talento e al loro impegno in diversi ambiti della società.
Domenica 7 marzo invece ci si sposta sul Camminamento della Rocca di Forlimpopoli alle ore 10.30 circa in filodiffusione sulla Piazza Garibaldi, musica, poesie e saluti istituzionali.
Lunedì 8 Marzo ore 21 sempre sulla pagina Facebook di Donna Solidale in diretta streaming dal Teatro Verdi di Forlimpopoli sarà trasmesso il varietà a cura di Veronica Gonzalez, con musica, poesia, danza, e la strabiliante verve di Veronica Gonzalez e il suo Teatro dei Piedi.
L’apertura del Teatro anche se solo per gli addetti è un gesto altamente simbolico, condiviso con il Sindaco Milena Garavini proprio per rimarcare l’importanza dei luoghi di cultura che tanto hanno sofferto e stanno soffrendo in questo periodo.

Proprio per la valenza sociale e culturale la manifestazione è stata accolta con entusiasmo dall’Amministrazione Comunale che ha dato il patrocinio, non dimentichiamo infatti che da poco il Comune ha aderito alla Carta europea della parità delle donne e degli uomini nella vita locale. L’adesione alla Carta impegna la città di Forlimpopoli su diversi fronti come quello di dotarsi di un “piano d’azione per la parità” contenente azioni ed obiettivi per sostenere in maniera concreta le pari Opportunità; di garantire un’adeguata rappresentanza dei generi in seno agli organi politici;
di monitorare periodicamente lo stato di attuazione del piano; di adottare un linguaggio istituzionale che combatta gli stereotipi di genere; di promuovere azioni che agevolino la vita lavorativa con le esigenze familiari, garantendo parità di accesso al lavoro, alla retribuzione e alle prospettive di carriera.

Queste le dichiarazioni di Veronica Gonzalez e Cristina Minotti: “In un anno temporale come questo dove i rapporti sociali si sono diradati e sfilacciati era molto importante tenere il gruppo coeso per questo abbiamo sentito l’esigenza di rilanciare con grande passione la manifestazione, Forlimpopoli tra l’altro è una città a misura di donna, a partire dagli organi politici fino ad arrivare alle tante associazioni, i ruoli apicali sono ricoperti da donne che portano avanti con orgoglio la vita sociale della nostra comunità. Ci teniamo a sottolineare che tutto il lavoro che viene fatto è di volontariato e per questo ringraziano tutti quelli che ci hanno seguito in questo percorso e ci auguriamo che i cittadini rispondano al nostro appello di donare al conto corrente dell’Amministrazione dedicato alle famiglie in difficoltà per l’emergenza Covid
(IBAN IT41S 06270 67790 CCO290251520 – causale Donna Solidale)”

 

Per l’edizione 2021, si ringrazia Associazione Medialuna Tango, Scuola di Musica Popolare Forlimpopoli, Galleria d’arte A Casa di Paola, Associazione Mariette, Casa Artusi, Fabiola Crudeli della Compagnia Fuoriscena, Gruppo danze Forlimpopoli, Guido Vitali del Cinema Teatro Verdi, Associazione Teatro dei Piedi, Paola Sabbatani e tutte le persone che spontaneamente hanno aderito mandando i loro contributi video.

 

Comunicato stampa a cura di Cristina Minotti