domenica 19 Maggio 2024
Authors Posts by Promozione

Promozione

0 945
Wiki Loves Monuments, l’Emilia Romagna e il suo patrimonio artistico al centro dell’obiettivo per la promozione in rete

In gara con 680 monumenti e siti d’arte tra Piacenza e Rimini, inclusi i tre siti Unesco regionali, l’Emilia Romagna si valorizza e si promuove on line con la quinta edizione di Wiki Loves Monuments – Dalla collaborazione tra Apt, Unione Prodotto Città d’Arte e Mibact, parallelamente un contest speciale che mette al centro dell’obiettivo le migliori eccellenze artistiche regionali secondo Touring Club Italiano, da oltre un secolo punto di riferimento nell’ editoria travel in Italia

Per tutti i fotografi, fotoamatori e Instagramers c’è tempo dal 1° al 30 settembre per partecipare alla V edizione di Wiki Loves Monuments (www.wikilovesmonuments.it), il più grande concorso fotografico digitale al mondo che valorizza attraverso il web i patrimoni artistico-culturali locali. Promosso da Wikipedia, tra i dieci siti attualmente più visitato al mondo, e coordinato da Wikimedia Italia, il concorso è aperto a cittadini e turisti che, chiamati a giocare il ruolo di fotoreporter, intendono contribuire a documentare attraverso il web ricchezze culturali, storiche di un territorio specifico.

Tutte le immagini in concorso diventano così patrimonio condivisibile, comune e universale grazie alla loro circolazione in rete con licenza di Creative Commons.

Sono in tutto 680 i monumenti “liberati”, cioè resi fotografabili quest’anno in tutta la regione che partecipa a questa V edizione del concorso con l’adesione di ben 88 istituzioni regionali tra comuni (65), province (2), Fondazioni (5), parrocchie e Diocesi (5), istituzioni private tra cui musei, gallerie, castelli, associazioni e comunità (la lista completa su http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/wlm2016-liste-monumenti-ed-elenco-enti/emilia-romagna/, mentre i beni culturali che partecipano sono mappati su www.patrimonioculturale-er.it).

Dopo essersi aggiudicata l’edizione 2015 di Wiki Loves Monuments con lo scatto di Casone Serilla (FE) realizzato dal bolognese Vanni Lazzari, prima classificata delle 294 immagini finaliste in Italia sulle oltre 12.000 immagini caricate on line da 947 uploaders partecipanti, l’Emilia Romagna quest’anno aggiunge nell’ambito della sua partecipazione a Wiki Loves Monuments un contest speciale che mette al centro dell’obiettivo ben 73 monumenti “stellati”: si tratta delle eccellenze culturali e artistiche regionali contrassegnate da un asterisco nella Guida d’Italia, la mitica guida “Rossa” edita dal Touring Club Italiano, partner di APT, Segretariato Regionale del MIBACT e Unione Città d’Arte nell’organizzazione di questo originale e inedito “contest nel contest” che attribuirà tre premi ai primi tre classificati secondo il parere della giuria.

Per amplificare visibilità e promozione in rete dei suoi gioielli artistici e culturali, l’Emilia Romagna mette in calendario nel mese di settembre tre passeggiate fotografiche rispettivamente a Bertinoro (FC), Parma e Bologna con l’obiettivo di coinvolgere i partecipanti al contest nell’attività di reportage fotografico e di amplificare le grandi opportunità che già appartengono a Wiki Loves Monuments.

“Nella consapevolezza che è sempre più fondamentale il canale digitale in termini di promo-commercializzazione – commenta Graziano Prantoni, Presidente dell’Unione di Prodotto Città d’Arte, Cultura e Affari dell’Emilia Romagna – cosi come in virtù della già ottima risposta degli utenti registrata attraverso la partecipazione a Wiki Loves Monuments, l’idea di valorizzare ulteriormente i grandi patrimoni artistici regionali attraverso un contest speciale e specifico che senz’altro contribuirà a diffondere la grande bellezza del territorio al mondo grazie alla diffusione via web».

Ecco l’elenco completo delle istituzioni pubbliche e private partecipanti a Wiki Loves Monuments 2016:

65 Comuni: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì, Faenza, Rimini, Travo, Vernasca, Busseto, Fidenza, Fontanellato, Sala Baganza, San Secondo Parmense, Campagnola Emilia, Correggio, Guastalla, Reggiolo, Scandiano, Vezzano sul Crostolo, Carpi, Castelvetro di Modena, Fiorano Modenese, Nonantola, Novi di Modena, San Cesario sul Panaro, San Felice sul Panaro, Bentivoglio, Castello d’Argile, Castel Maggiore, Crevalcore, Dozza, Imola, Pieve di Cento, Ozzano dell’Emilia, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale, Zola Predosa, Comacchio, Voghiera, Bagnara di Romagna, Brisighella, Lugo, Massa Lombarda, Bagno di Romagna, Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Cesena, Cesenatico, Forlimpopoli, Galeata, Gatteo, Meldola, Longiano, Modigliana, Premilcuore, San Mauro Pascoli, Santa Sofia, Sarsina, Savignano sul Rubicone, Mondaino, San Leo
Le 2 Province di Parma e Forlì-Cesena
Ed ancora:
Le 5 Arcidiocesi/Diocesi di Piacenza-Bobbio, Bologna, Ravenna-Cervia, Cesena-Sarsina e Forlì-Bertinoro
Le 5 Fondazioni: Cassa di Risparmio di Modena, Vignola (MO), Genus Bononiae, RavennAntica e Casa di Enzo Ferrari Museo (MO)
I 2 Castelli Agazzano (PC), Montechiaro (PC)
1 Comunità ebraica: Modena e Reggio Emilia
1 Consorzio: Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno (BO)
1 Galleria: Ricci Oddi (PC)
2 Musei: MAR (RA) e di Saludecio e del Beato Amato (RN)
1 Palazzo: Baronale al Piano (FC)
1 Famiglia: Isolani (BO)
1 ONLUS: CeIS Centro di Solidarietà di Reggio Emilia

Oltre, infine, al Polo Museale dell’Emilia Romagna che conta ben 17 monumenti dei 73 “stellati” in totale.

A stabilire i vincitori del concorso nazionale sarà la giuria di qualità istituita da Wikipedia Italia e la lista completa delle immagini in concorso sarà poi consultabile su www.wikilovesmonuments.it

Ufficio Stampa Apt Servizi – Tel. 0541-430190 – www.aptservizi.com

0 906
8 – 11 Settembre 2016
XXXVIII edizione della Festa Rinascimentale
UN DE’ INT LA ROCA AD FRAMPUL
a cura del Gruppo Storico Brunoro II – Pro Loco Forlimpopoli

Pronti per un tuffo nel passato?
Il secondo fine settimana di Settembre a Forlimpopoli si rievoca un avvenimento del ‘500: i festeggiamenti ordinati dalla contessa Battistina Savelli per il ritorno dello sposo Brunoro II Zampeschi dalle terre di Francia, dove aveva vittoriosamente combattuto gli Ugonotti ed era stato insignito della Croce dell’Ordine di San Michele.

Il programma della Festa si apre con visite guidate gratuite alla Rocca e al MAF Museo Archeologico Forlimpopoli, seguite da cene rinascimentali (solo su prenotazione) accompagnate il giovedì da un excursus su moda e guerra dal Medioevo al Rinascimento a cura dell’esperto Federico Maragoni ed il venerdì da giullari, giochi e sbandieratori.

Sabato si prosegue con il mercato, i giochi del palio, laboratori gratuiti per bambini, il torneo di tiro con l’arco e lo spettacolo “Assedio alla Rocca”.

Si conclude domenica con la Messa mattutina seguita da aperitivo, un pomeriggio animato dal corteo storico, il mercato rinascimentale, laboratori gratuiti per bambini e numerosi spettacoli… fino alla conclusione con “Magia di Ritmi e Bandiere”.

 

Se vuoi partecipare attivamente alla Festa recati in Pro Loco Martedì 6 e Mercoledì 7 dalle 16.00 alle 19.00: potrai scegliere gratuitamente il tuo vestito rinascimentale per prendere parte al corteo storico della domenica!

 

Visita il sito per saperne di più: CLICCA QUI!

0 713

Mercoledì 7 settembre 2016 alle ore 20:30 a Forlimpopoli, c/o Piazza Garibaldi (cortile interno Palazzo della Torre) si terrà l’iniziativa, organizzata dalla sezione ANPI di Forlimpopoli:

“Una Cena con l’ANPI”

Una serata conviviale, per stare insieme intorno ad un tavolo, ma con l’obbiettivo di continuare a piantare e far crescere un sano antifascismo nelle nuove generazioni.

L’incasso della serata sarà utilizzato per consentire la partecipazione di altri ragazzi, oltre ai due già sponsorizzati dall’ amministrazione comunale, al progetto PROMEMORIA AUSCHWITZ, che terminerà con il viaggio sul treno della memoria in visita ai lager di Auschwitz e Birkenau.

La serata sarà dedicata a raccontare il PROGETTO PROMEMORIA AUSCHIWITZ con la voce e le immagini dei giovani che hanno partecipato negli anni passati.

Mai come in questi anni, stanno tornando alla ribalta pericolosi nazionalismi e violenti populismi tesi ad istillare l’odio contro il diverso: crediamo pertanto che sia un obbiettivo indispensabile dar modo a quanti più giovani possibile, di conoscere e comprendere quella che è stata la storia di un Europa completamente diversa da quella che vogliamo per il loro futuro!

Menù € 20,00
Antipasto misto
Crespelle con ricotta e spinaci – Risotto al radicchio
Brasato alla birra rossa con cime di rapa a.o.p
Fantasia di dolci
acqua e vino

Necessaria la prenotazione 339 7805588 347 4486988

Tutti gli iscritti e simpatizzanti ANPI sono invitati a partecipare.

Clicca qui per il volantino

0 1565
Venerdì 2, Sabato 3 e Domenica 4 Settembre 2016
COMICSPOPOLI – COSPLAY & GAMES
a cura del Comitato Valorizzazione Centro Storico di Forlimpopoli

Torna per il terzo anno consecutivo la manifestazione forlimpopolese che celebra Comics, Cosplay & Games.

Numerose le iniziative, numerosi gli ospiti:
dall’Angolo d’Oriente all’area Steampunk,
dal mondo di Tolkien  al mondo del lupo tra realtà e fantasia,
workshop, lezioni di cucina, gare di cosplay …

Per il programma dettagliato, le modalità di partecipazione e tutte le news consultate il sito: CLICCA QUI!

Ingressi:
– Venerdì: gratuito
– Sabato e Domenica:
1 giorno € 5,00
2 giorni € 8,00
ridotto € 3,00

IMPORTANTI INFORMAZIONI AI CITTADINI:
– il perimetro della manifestazione non include attività commerciali, pertanto l’accesso ai negozi del centro è garantito.
– parte del parcheggio di Piazza Trieste e Castello rimarrà libero.
– la viabilità cittadina non è modificata.
il MERCATO CITTADINO DI GIOVEDI’ 1 SETTEMBRE si svolgerà IN VIA ROMA E PIAZZETTA DEL BERSAGLIERE.

 

0 2336

Con l’arrivo dell’estate cambiano anche gli orari della Biblioteca Comunale, del MAF (Museo Archeologico Forlimpopoli) e dell’UIT (Ufficio Informazioni Turistiche).

Dal 6 giugno la Biblioteca è aperta lunedì e giovedì dalle 8:15 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 19:30, martedì e venerdì dalle 8:15 alle 12:30 mentre mercoledì dalle 16:30 alle 19:30.

Per informazioni: 0543/749271 – info@casartusi.it

L’Ufficio Informazioni Turistiche dal 10 luglio al 28 agosto prevede l’apertura  il venerdì dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 9:30 alle 12:30.

Contatti: 0543/749250 – turismo@comune.forlimpopoli.fc.it
Per informazioni fuori dall’orario di apertura: 0543/749237 (Ufficio Cultura)

Il MAF nei mesi di Luglio e Agosto sarà aperto il Sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30, la Domenica dalle 10.00 alle 13.00

Contatti: 0543/748071 (Durante gli orari di apertura) – info@maforlimpopoli.it

 

0 1218
21/25/26/27/28 AGOSTO 2016
XXII FESTIVAL DI MUSICA POPOLARE
GUARDANDO A NORD
Fra miti celtici, suggestioni nordiche … e un pizzico di Romagna
Parte del FESTIVAL ENTROTERRE:
dall’esperienza JCE il nuovo festival di musica, cultura e territori dell’Emilia-Romagna:
4 mesi di programmazione, più di 40 eventi e decine di città coinvolte.
A Bertinoro e Forlimpopoli alcuni degli appuntamenti principali.
Entroterre, il nuovo festival regionale di musica, cultura e territori dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, è nato mettendo in rete alcune realtà artistiche e musicali attive già da diversi anni, come JCE Network Festival, che 20 anni fa ha messo in rete i comuni di Bertinoro, Forlimpopoli, Forlì, Meldola, Predappio, Castrocaro Terme e Terra del Sole esaltandone le tradizioni musicali e culturali.


Domenica 21 agosto
ore 6:19 Cortile della Rocca di Bertinoro
Continua il festival Entroterre con l’ultimo appuntamento di Ci Vediamo All’alba ed il concerto di MusicaParole.
Prologo del Festival di Musica Popolare di Forlimpopoli, definito appunto il concerto “Alba del Festival”, questo concerto funge da momento iniziale all’ultimo percorso di EntroTerre che si svolgerà tra il 25 agosto e il 28 agosto presso la Rocca di Forlimpopoli.

Nella splendida cornice della Rocca di Bertinoro che domina tutta la Romagna, risuoneranno, all’alba, brani irlandesi, scozzesi, gallesi, bretoni (e inglesi). Nel Concerto che il Gruppo Musicaparole presenta, si ritrovano sia l’anima popolare della musica celtica che si esprime nella fisicità del ritmo, sia l’elemento più colto, raffinato e spirituale rappresentato dalle melodie più contemplative.
Il gruppo è composto da: Enzo Vecchiarelli chitarre, canto, recitazione, bodhran, arrangiamenti – Maurizio Mainardi flauti dolci e traverso – Massimiliano Poderi violino, viella, salterio ad arco – Antonella Pierucci, arpe celtiche, salteri ad arco, oboe

Ingresso € 5,00 – Concerto e colazione
L’ingresso da diritto ad uno sconto per le serate del Festival di Musica Popolare
Il concerto si terrà anche in caso di maltempo all’interno della rocca

Giovedì 25 agosto
ore 21,15 Rocca di Forlimpopoli
ASPETTANDO IL FESTIVAL DEL CINEMA
AMARCORD
Regia Federico Fellini;
con Magali Noel – Pupella Maggio – Bruno Zanin – Alvaro Vitali – Ciccio Ingrassia –
Anno 1973 – 127 min
Versione restaurata e ridigitalizzata
l’apparizione notturna del transatlantico Rex, il passaggio delle Mille Miglia, la visita allo zio matto e la bella Gradisca. Un film della memoria e, soltanto parzialmente, della nostalgia. Umorismo, buffoneria, divertimento, finezze, melanconia. Oscar per il miglior film straniero.

Ingresso Interi €5,50 – Ridotti €3,50

 

Venerdì 26 agosto
Rocca di Forlimpopoli
Ingresso: Interi €10,00 – Ridotti €8,00
Abbonamento 2 Serate 26+27 Agosto €15,00

ore 21,00
In Collaborazione con LiUcciFestival e Mei
PREMIO SPECIALE SCUOLA DI MUSICA POPOLARE selezionati fra i partecipanti al IL PREMIO NAZIONALE FOLK NUOVE GENERAZIONI organizzato da LI UCCI FESTIVAL, MEI, SCUOLA DI MUSICA POPOLARE di Forlimpopoli in collaborazione con Musica Nelle Aie (Castel Raniero –Ra-), Umbria Folk Festival (Orvieto –Tr-), Taranta Sicily Fest (Scicli –Rg-), Ande Bali e Cante (Rovigo –Ro-)

N’ESPIRAL (Italia/Cuba)
Sorah Rionda Hernández – voce, chitarra classica, cornamuse
Stefano Boldrin – mandolino, banjo, chitarra acustica
Francesco Chiarini – violino, nyckelharpa, octavharpa, podoritmia
Alice Petrin – Nyckelharpa

Nella spirale si incontrano tre giovani musicisti provenienti da luoghi diversi, trasportati dalla grande passione per la musica e da un’immediata e forte intesa. La loro musica, fluendo come un’onda dal continente Americano all’Europa, nasce appunto dall’incontro di due veneti (Stefano Boldrin e Francesco Chiarini) e una cubana (Sorah Rionda Hernández), tutti e tre con lunghe e diverse esperienze musicali.Il progetto N’espiral propone canzoni nuove e tradizionali, che parlano direttamente all’anima, in totale libertà espressiva.

Ore 22:00
MORRIGAN’S WAKE + ospiti (Italia)
BLOODY MONDAY Dublino 1916/2016 Il centenario dell’insurrezione di Pasqua
Col Patrocinio dell’Ambasciata d’Irlanda
L’insurrezione di pasqua del 1916 è considerata come la continuazione di tutte le altre rivolte che gli Irlandesi hanno intrapreso contro il dominio britannico nel corso dei secoli.
Lo spettacolo vedrà la partecipazione di ospiti che contribuiranno con i loro strumenti (arpa celtica, cornamusa irlandese, percussioni) ad arricchire il sound già collaudato dei Morrigan’s Wake e uno spazio verrà dato anche alle danze di gruppo, un elemento fondamentale nella cultura popolare irlandese. La musica sul palco avrà anche il supporto di materiale audio-visivo e letture a tema.

Morrigan’s Wake
Tiziana Ferretti: voce
Davide Castiglia: violino
Maurizio Lumini: fisarmonica
Francois Gobbi: basso elettrico
Massimo Pirini: chitarra acustica, voce
Barbara Mortarini: flauto dolce (contralto e soprano), tin e low whistle

e con la partecipazione di
Giulia Vasapollo: arpa celtica
Matteo Rimini: uillean pipe
Fiorenzo Mengozzi: bodhran e percussioni

BALL MHORE IRISH DANCE
Riccardo Zoffoli: letture
Gabriella Ceccaroni: coordinamento materiale audiovisivo

 

Sabato 27 agosto
Rocca di Forlimpopoli
Ingresso: Interi €10,00 – Ridotti €8,00
Abbonamento 2 Serate 26+27 Agosto €15,00

Ore 21:00
CIUMAFINA (Italia/Svezia)
CiumaFina è l’incontro di due anime affini, con la volontà e l’emergenza di comunicare l’amore e la passione attraverso il suono condiviso dei loro strumenti.
Che tipo di musica si ottiene, se si mescolano la musica tradizionale della Emilia Romagna in Italia con le melodie tradizionali Västmanland in Svezia? Cosa succede quando l’organetto italiano e la nyckelharpa svedese si incontrano e si alternano nella guida della danza?
Stefano Delvecchio (Ciuma) e Josefina Paulson (Fina) hanno formato “CiumaFina” per dare delle risposte a queste domande.ore 22:00
CÚIG (Irlanda del Nord)
“Un suono fresco, unico e vibrante, che molte band riescono a raggiungere solo dopo anni: il talento fuoriesce liberamente da loro! Una band tradizionale davvero brillante!”
Niamh Dunne (Beoga)

I Cúig, che si sono formati alla fine del 2013, sono cinque ragazzini che suonano come l’inferno e, in pochissimo tempo, sono già considerati tra gli artisti più promettenti della scena Irish trad, in patria e nel continente intero. Nella loro musica mettono assieme arie bretoni, galiziane e del bluegrass americano, varianti già presenti nella tradizione irlandese, e sanno già accendere le emozioni del pubblico ben aldilà della verde isola con le loro sonorità eccitanti e innovative.

MICEAL MULLEN – banjo, mandolino
RONAN STEWART – violino, uilleann Pipes
CATHAL MURPHY – percussioni
EOIN MURPHY – organetto
RUAIRI STEWART – chitarra

 

Domenica 28 agosto
Cortile di Palazzo dell’Orologio
Piazza Garibaldi, 26 Forlimpopoli
Ingresso: € 3,00
ore 21:00

MASCHERE E TRANCE, DALLE GELIDE STEPPE ALLA PIADA DI FRAMPULA
Le Maschere, da sempre porte su universi altri, travalicano la trance sciamanica per unirsi ad attori e musicisti.
Un connubio fatto di risonanze, poesia e un bicchiere di sangiovese.

Trance Masks è una tecnica messa a punto dal maestro della improvvisazione teatrale Keith Johnstone nell’utilizzo straordinario della tecnica della maschera e della trance in ambito teatrale. Oggi viene ripresa ed elaborata da Ambrosini Fabio per affrontare un nuovo campo di sperimentazione dove le maschere realizzano una nuova fusione tra musica e teatro.
Una collaborazione tra SMP, OnTheFly Theatre, e Duo Auzir

SCARICA LA LOCANDINA!

DURANTE IL FESTIVAL
Forlimpopoli, Centro Culturale Polivalente, Piazza Fratti
26/27/28 agosto dalle 20,00 alle 24,00

MOSTRE
LA SCUOLA ED IL FESTIVAL DI MUSICA POPOLARE
1986 / 2016 XXX anni di internazionalismo
a cura di Marco Tadolini

Direzione artistica: Marco Bartolini e Marco Tadolini
per Scuola di Musica Popolare Forlimpopoli

RISTORAZIONE
Durante le serate del 26 e 27 Agosto sarà attivo un Beer Point gestito in collaborazione con MASCAOBIO

METTI IN CIRCOLO CULTURA 2016
In collaborazione con
Cinema Teatro Verdi
ENTROTERRE FESTIVAL
MAF – Museo Archeologico T.Aldini
Fondazione Ravenna Antica

Acquista un ingresso presso:
Arena Cinema Verdi di Forlimpopoli http://www.cinemaverdi.it/
durante tutta la programmazione dell’Arena e conserva il biglietto.
Presentandolo alla biglietteria dell’ ENTROTERRE Festival e del festival di Musica Popolare, avrai diritto ad un ingresso ridotto
Conserva il biglietto del Festival di Musica popolare, presentandolo alla biglietteria del « Cinema Verdi » di Forlimpopoli avrai diritto ad un ingresso ridotto.
Conserva il biglietto del Festival di Musica popolare , ti darà diritto ad un ingresso ridotto al MAF – Museo Archeologico T.Aldini alla tariffa ridotta di 2€ anzichè 4 € ed ad un ingresso cumulativo ridotto a 5 € anzichè 7 € ai 3 siti gestiti dalla Fondazione Ravenna Antica che si trovano a Ravenna: Domus dei Tappeti di Pietra,Museo del Mosaico TAMO, Cripta Rasponi e Giardini Pensili (per info:www.ravennantica.it)

Conserva il biglietto del MAF – Museo Archeologico T.Aldini e dei 3 siti gestiti dalla Fondazione Ravenna Antica che si trovano a Ravenna: Domus dei Tappeti di Pietra,Museo del Mosaico TAMO, Cripta Rasponi e Giardini Pensili (per info:www.ravennantica.it)
Presentandolo alla biglietteria dell’ ENTROTERRE Festival e del festival di Musica Popolare, avrai diritto ad un ingresso ridotto

Il Festival di Musica Popolare di Forlimpopoli è organizzato da:
ENTROTERRE Festival
Romagna Musica Soc. Coop
Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli
Scuola Musicale Dante Alighieri di Bertinoro

Con il Patrocinio ed il Contributo di
Regione Emilia-Romagna
Comune di Forlimpopoli
In collaborazione con
Li Ucci Folk Festival
MAF – Museo Archeologico T.Aldini
Fondazione Ravenna Antica
Cinema Teatro “Verdi” Forlimpopoli (Gestione Vitali)
Media partner:
#nuovoMEI2016
LA MUSICA NELLE AIE – CASTEL RANIERO FOLK FESTIVAL

Info e programmi dettagliati:
www.musicapopolare.net
www.entroterrefestival.it
e-mail: marcobartolini65@gmail.com
tel: +39 338 3473990 – +39 0543 444621
Skype: musicapopolare

 

0 1031
Tra conferme e sorprese, ecco l’estate forlimpopolese!

(attenzione! pagina in costante aggiornamento)

LUGLIO E AGOSTO – TUTTE LE SERE
Piazza Fratti
ARENA CINEMATOGRAFICA IN ROCCA

15 – 16 LUGLIO
Piazza Fratti
DIDJIN’OZ – ARTE, CULTURA E MUSICA DALL’AUSTRALIA
(parte del Festival Entroterre)

23 – 24 LUGLIO
Piazza Fratti
FESTIVAL DELLA DANZA

DAL 29 LUGLIO AL 1 AGOSTO
Selbagnone
SELBAGNONE E PROTEZIONE CIVILE IN FESTA

DAL 4 AL 31 LUGLIO – MARTEDI’ E GIOVEDI’ – 19.00 20.00
Parco Urbano Lama
PARCHI IN WELLNESS

DAL 25 AL 28 AGOSTO
Piazza Fratti
FESTIVAL DI MUSICA POPOLARE
(parte del Festival Entroterre)

DAL 2 AL 4 SETTEMBRE
Centro storico
COMICSPOPOLI – COMICS, COSPLAY & GAMES

DALL’8 ALL’11 SETTEMBRE
Centro storico
UN DE’ INT LA ROCA AD FRAMPUL – FESTA RINASCIMENTALE

0 943

“La pace domestica sta attorno alla cucina”. Così scriveva una corrispondente a Pellegrino Artusi in una lettera datata un secolo fa, custodita a Casa Artusi, uno dei tanti tasselli del grande mosaico de “La scienza in cucina e l’arte di Mangiar bene”. In quelle sette parole c’è l’essenza di quanto avviene nella città natale del gastronomo dal 25 giugno al 3 luglio 2016: il cibo non solo come nutrimento ma convivialità, cultura, condivisione. Sono gli ingredienti della XX edizione della Festa Artusiana, che fa di Forlimpopoli il centro di gravità della cucina italiana.

Nove giorni di degustazioni, spettacoli, concerti, incontri, mostre, dove le strade vengono rinominate e i vicoli e le piazze si caratterizzano come veri e propri percorsi gastronomici. Imponenti i numeri di questo appuntamento che festeggia il ventennale: oltre 150 appuntamenti fra laboratori e degustazioni; una ventina di incontri imperniati sulla cultura del cibo; una serie di mostre sul tema del cibo; 70 spettacoli con le discipline più diverse; il coinvolgimento di una sessantina di ristoranti allestiti appositamente per la festa che si aggiungono a quelli già attivi a Forlimpopoli; 150 mila presenza nell’ultima edizione, cifra record.

Ma attenzione, guai a considerare la Festa Artusiana come momento di sola degustazione e abbondanza di cibo. L’evento da sempre affianca il cibo inteso come piacere del palato, alla riflessione culturale, sociale ed economica della tavola, in compagnia di studiosi, appassionati, docenti universitari e anche semplici curiosi. Se ciò che mangiamo è un atto culturale, la scelta pone degli interrogativi sull’uso consapevole del cibo. E non a caso il filo conduttore di questa edizione è la cucina sostenibile, la lotta allo spreco, l’utilizzo degli avanzi, ideale prosieguo della riflessione avviata un anno fa a Expo. Quest’anno in particolare la Festa celebra adeguatamente la figura di Olindo Guerrini, poeta e scrittore eclettico ma anche amico e primo sostenitore di Pellegrino Artusi. Infine, come di consueto tra gli ospiti saranno presenti grandi nomi della gastronomia e della cultura italiana come Lisa Casali, Renato Brancaleoni, Andrea Segrè, Luisanna Messeri e Carlo Lucarelli.

-Clicca qui per il programma generale della Festa

-Clicca qui per visualizzare i ristoranti presenti alla Festa. La ristorazione rappresenta senza dubbio uno dei punti di forza della Festa e per partecipare i ristoranti devono rispettare una serie di importanti norme tra cui la presenza nei menù, rigorosamente improntati alla tradizione, di ricette artusiane, l’utilizzo di materie prime di qualità, di prodotti freschi e di stagione, il privilegiare le produzioni artigianali e l’utilizzo di carni provenienti da allevamenti non intensivi. Questa è da sempre la filosofia della Festa Artusiana per migliorare costantemente la qualità dell’offerta gastronomica!

-Clicca qui per la lista degli spettacoli presenti alla Festa

Ma alla Festa Artusiana, come detto, grande spazio è riservato anche alla cultura eno-gastronomica!

– Clicca qui per l’elenco degli eventi culturali senza dimenticare però le grandi mostre 

– Nell’ambito della Festa Artusiana vengono poi consegnati alcuni prestigiosi premi ovvero: Il Premio Artusi assegnato a personaggi che contribuiscono in maniera originale alla riflessione sul rapporto uomo e cibo, il Premio Marietta, riservato a semplici appassionati di cucina e il Premio Marietta ad Honorem, che vuole premiare chi dedica tempo e talento alla scoperta, alla tutela e alla valorizzazione delle risorse alimentari del territorio

– Inoltre durante la Festa Artusiana, Piazza Garibaldi, cuore pulsante di Forlimpopoli, diventa Piazza Artusi e ospita un vero e proprio percorso di degustazione. Clicca qui per scoprirlo!

-Come ogni anno inoltre la Festa Artusiana ospita un ricco e colorato mercato enogastronomico, all’insegna della buona tavola e delle migliori tradizioni. Non esiste migliore occasione per fare acquisti di qualità!

0 834

Venerdì 24 giugno alle 21 Casa Artusi ospita una straordinaria anteprima della Festa Artusiana!

Alle ore 21 il Direttore Artistico della Festa Enrico Zambianchi presenta il ricchissimo programma di spettacoli previsti nell’ambito della festa.

A seguire “Pellegrino Artusi,  un commerciante letterato”, a cura e con Maria Pia Timo che legge brani tratti da “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, il celebre volume di Pellegrino Artusi che con gusto e ironia ha contribuito enormemente a fare l’Italia e gli italiani. L’appuntamento rientra nell’ambito della rassegna “Dove abitano le parole. Scopriamo le case e i luoghi degli scrittori in Emilia Romagna.”

Maria Pia Timo è un volto noto dello spettacolo, protagonista di diverse rappresentazioni in ambito enogastronomico nei panni di Wanda la Carrelista e Bionda Zabaione. L’ingresso è libero.

Clicca qui per la locandina dell’evento

Clicca qui per visualizzare il programma dell’iniziativa

0 978

Anche Il MAF – Museo Archeologico “T. Aldini” di Forlimpopoli, partecipa con un ricchissimo programma di iniziative, per tutte le età e tutti i gusti, alla XX edizione della Festa Artusiana!

Innanzitutto cambia l’orario di apertura del museo che offre così ai propri visitatori, tutti i giorni, aperture straordinarie in orario serale.

Questo l’orario che osserverà il Maf durante la Festa:

25-26 giugno, 2-3 luglio dalle ore 17 alle ore 23
27-30 giugno, 1 luglio dalle ore 20 alle ore 23

Sono previste inoltre iniziative speciali e proposte didattiche pensate per pubblici di tutte le età. Tutte le sere alle ore 21, appuntamento al Museo con visite guidate gratuite a tema e degustazione di vino delle cantine del territorio (biglietto d’ingresso a carico dei partecipanti).
Inoltre, sabato 25 giugno e sabato 2 luglio alle ore 18, uno spazio dedicato ai più piccoli con divertenti laboratori didattici per “giocare” con l’archeologia.
Il programma del MAF prevede inoltre “Forlimpopoli da assaggiare”,  una gustosa passeggiata alla scoperta dei principali monumenti della città con degustazione di prodotti tipici (appuntamento 26 giugno e 3 luglio alle ore 19.30).

Questo il calendario delle visite guidate ed iniziative:
Sabato 25 giugno
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”

Ore 21
Visita guidata Stare a tavola nel mondo antico
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (non è necessaria la prenotazione)
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Domenica 26 giugno
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”

ore 19.30 -Ritrovo presso MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Forlimpopoli da assaggiare. Gustosa passeggiata alla scoperta dei principali monumenti della città con degustazione di prodotti tipici.
Tariffa: € 7,00 a partecipante
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (prenotazione obbligatoria)
Per info e prenotazioni: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Ore 21
Visita guidata Stare a tavola nel mondo antico
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (non è necessaria la prenotazione)
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Lunedì 27 giugno
Ore 21
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Visita guidata Stare a tavola nel mondo antico
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (non è necessaria la prenotazione)
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Martedì 28 giugno
Ore 21
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Visita guidata Stare a tavola nel mondo antico
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (non è necessaria la prenotazione)
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Mercoledì 29 giugno
Ore 21
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Visita guidata Stare a tavola nel mondo antico
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (non è necessaria la prenotazione)
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071
Giovedì 30 giugno
Ore 21
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Visita guidata Stare a tavola nel mondo antico
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (non è necessaria la prenotazione)
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071
Venerdì 31 giugno
Ore 21
Visita guidata Stare a tavola nel mondo antico
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (non è necessaria la prenotazione)
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Sabato 1 luglio
Ore 21
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Visita guidata Stare a tavola nel mondo antico
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (non è necessaria la prenotazione)
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Domenica 2 luglio
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
ore 19.30 -Ritrovo presso MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Forlimpopoli da assaggiare. Gustosa passeggiata alla scoperta dei principali monumenti della città con degustazione di prodotti tipici.
Tariffa: € 7,00 a partecipante
A cura di Fondazione RavennAntica
Massimo 25 partecipanti (prenotazione obbligatoria)
Per info e prenotazioni: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071
Questo invece il programma dei laboratori per bambini:
Sabato 25 giugno
Ore 18
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Caccia all’indizio
Percorso ludico-archeologico € 4,00 a cura di Fondazione RavennAntica.
Bimbi da 5 a 11 anni. Massimo 25 partecipanti, prenotazione obbligatoria. Durata circa 1 ora
Info e prenotazioni:
info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Sabato 2 giugno
Ore 18
MAF – Museo Archeologico “T. Aldini”
Tessera dopo tessera: laboratorio di mosaico
Laboratorio € 4,00 a cura di Fondazione RavennAntica.
Bimbi da 5 a11 anni. Massimo 25 partecipanti. Durata circa 1 ora
Per info: info@maforlimpopoli.it tel. 0543 748071

Per prenotare le attività proposte, telefonare al 0543 748071, durante gli orari di apertura del Museo, oppure mandare una mail a info@maforlimpopoli.it

Per rimanere aggiornati su tutte le attività del MAF clicca qui

-----------------------