Blog

0 578

WERTHER MORIGI. I COLORI DEL GUSTO – 17 GIUGNO al9 LUGLIO
Stupendo da Mangiare, Prelibato da Vedere
Chiesa dei Servi, Casa Artusi (Via Costa, 27)

Apparecchia la tavola, appronta la tavolozza, magica gli ingredienti, sfama ogni appetito, fondi bellezza e gusto, esula dal necessario; tu cerchi altro, tu cerchi l’incanto!”
Grande scenografo dell’allegoria della tavola Werther Morigi (1915-1990) ha dipinto ventidue affreschi su tela avvalendosi di ingredienti cromatici da secoli usati in cucina. Il Maestro romagnolo s’inchina alla “signora dell’arte” eternando la sue “nature silenti” che correlano il Ricettario dei Licòri morigiano a quello gastronomico di Pellegrino Artusi. Ad impreziosire le opere esposte nella Chiesa dei Servi, la didascalia  di ingredienti e metodi per ottenere “gastronomici colori” a soddisfazione del gusto visivo e culinario. L’estro di Werther Morigi legato a quello dei prodotti che  la terra regala, l’umano sapore e il divino sapere, lui e la sua capacità di manipolare, filtrare, sciogliere, addensare. In questa magnetica ragnatela di toni, la ottiene in maniera esemplare nella sua fucina-cucina mesticheria, anch’essa esposta nell’esposizione.
Orari di apertura durante la Festa: sabato e domenica ore 10.30-12.30; tutti i giorni ore 17.30-23.30. Inaugurazione sabato 17 giugno alle ore 17.00. Visite guidate, appuntamenti e informazioni: 329.9264309.

A cura di dell’Archivio Bottega d’Arte, in collaborazione con l’Associazione Culturale Carta e Colori.

Clicca qui per la notizia su Facebook

CLICCA QUI PER VEDERE LA PAGINA FESTA ARTUSIANA – MOSTRE

0 405

STORIE NELLA STORIA 

MOSTRA DIDATTICA

Sabato 10 giugno, alle ore 10,  al Museo archeologico “Tobia Aldini” inaugura la mostra Storia nelle storie, esito della felice collaborazione con un’importante realtà della città di Forlimpopoli.

Una nuova collaborazione instaurata con la Scuola materna “Casa dei bambini San Giuseppe” con cui sono stati realizzati, durante l’anno scolastico, una serie di laboratori incentrati sulla storia e su alcuni personaggi illustri della nostra Città: Publio Popilio Lenate, il console romano cui Forlimpopoli deve il nome; Brunoro II Zampeschi che di essa fu l’ultimo “magnifico signore”; e Pellegrino Artusi, autore del celeberrimo manuale su “La Scienza in Cucina e l’Arte di Mangiar Bene”.

Il progetto è stato avviato e portato a compimento grazie alla sensibilità e alla piena sintonia che si è venuta a creare fra il personale docente della Scuola e le operatrici della sezione didattica del MAF che fa capo a RavennAntica – Fondazione Parco Archeologico di Classe.

La consonanza di intenti, una progettazione condivisa, professionalità e competenze messe a servizio della piccola comunità degli alunni della Scuola materna, hanno prodotto esiti sorprendenti: guidati con sapienza dalle maestre e dalle operatrici museali, i nostri piccoli “Ambasciatori della Storia” hanno ascoltato storie, visitato le collezioni di reperti archeologici esposte nelle sale del Museo, individuato i personaggi che sono emblematici dell’epoca in cui sono vissuti e rappresentativi della Storia di Forlimpopoli e, ispirandosi ad essi, hanno elaborato oggetti cimentandosi nelle tecniche e con i materiali più disparati. E il risultato, oggi, è sotto gli occhi di tutti.

Il progetto ha consentito di realizzare, per la prima volta, un percorso espositivo ‘diffuso’ nella Città dal momento che una selezione degli elaborati verrà ospitata nelle sale del Museo, a lato di quei reperti che della mostra sono stati, in parte, fonte di ispirazione, mentre i lavori dedicati a Pellegrino Artusi troveranno spazio all’interno di Casa Artusi, nella “Galleria delle ricette”, quasi a evocare lo ‘spirito’ dell’illustre gastronomo. E, ancora, altri elaborati verranno esposti ‘in bella vista’ nelle vetrine degli esercizi commerciali del centro storico, in un insolito ‘gioco di rimandi’ alle sedi ufficiali della mostra.
Ancora una volta il Museo apre le sue porte e si pone al servizio della sua Comunità.

La mostra è visitabile nelle seguenti giornate:
venerdì 9 e 16 giugno: dalle ore 9 alle ore 13
sabato 10 e 17 giugno e  domenica 11 e 18 giugno dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30

CLICCA QUA PER VEDERE L’EVENTO

0 604

LA REPUBBLICA DELLA MUSICA

Forlimpopoli 26/27 Maggio – 1/2/3/4 Giugno 2017


26 Maggio 2017

2° FESTIVAL DEI BEVITORI

Ore 22:00 Via del Castello

SLAVI – Bravissime Persone (Balkan Folk)

27 Maggio 2017

Ore 21:00 Sala Aramini – Via Ghinozzi, 3

In collaborazione con Ipsia Forlì-Cesena, in occasione della presentazione del progetto 2017 “La musica, un ponte fra i popoli”,

I NJËJTI DET TRIo   (STESSO MARE TRIO)

Suoni dall’Est Europa

Stefano Bertozzi: clarinetto – Bardh Jakova: fisarmonica – Elena Indellicati: pianoforte

Theranda, l’antico nome di Prizren in Kosovo,  è il luogo nel quale nasce il progetto del trio “I njëjti det”: i tre musicisti che ne fanno parte vi si sono incontrati per tenere una masterclass alla scuola di musica “Lorenc Antoni”, grazie al progetto “La musica, un ponte fra i popoli” organizzato da IPSIA-Acli Forlì-Cesena che porta a vivere, studiare e suonare insieme giovani da Kosovo, Bosnia e Serbia, Albania e Macedonia, Spagna, Montenegro, Slovenia e Italia sotto la guida di insegnanti italiani: fra i quali, appunto, Elena Indellicati (pianoforte), Bardh Jakova (fisarmonica) e Stefano Bertozzi (clarinetto). Il nome del gruppo, “I njëjti det”: “Lo stesso mare”, implica più messaggi,  innanzitutto, l’appartenenza dei musicisti a Italia e Albania, due stati diversi, ma in realtà uniti dalla storia e dal mare Adriatico; poi il “navigare” sul crinale di un repertorio a cavallo fra due mondi culturali, il cui linguaggio è intriso di continui rimandi alle melodie, ai ritmi e alle atmosfere dell’Est, pur se legato in massima parte ad autori e allo stile compositivo della musica colta europea.

“Stesso mare trio”, dunque, anche per ricordare che siamo “tutti figli dello stesso mare”, un messaggio che il trio, attraverso la sua musica, cerca di diffondere, per far sì che il dialogo fra i popoli possa essere sempre di più al centro della conoscenza e della comprensione reciproca.

2° FESTIVAL DEI BEVITORI

Ore 22:00 Via del Castello

Padre Punjabi (Electro tropical Cumbia)

1 Giugno 2017

Ore 21:00 Cortile Palazzo dell’Orologio
SUL FILO DEI SOGNI
Spettacolo finale del laboratorio sviluppato da Fabio Ambrosini nell’ambito dei corsi 2017 della Scuola di Musica popolare

In collaborazione con: On the Fly Theatre Rimini e Marcabru Forlimpopoli

2 Giugno 2017

Dalle 19:00

Ore 19.00 aperitivo offerto da Mascaobio (bevande escluse)

Ore 22:00

Barone Lamberto (Folk Cantautoriale)

Mascao compie 3 anni e per l’occasione torna Kheyre Yusuf con il suo progetto Barone Lamberto. Il cantautore italo/somalo, dopo il bellissimo concerto dell’anno scorso, ritorna a Forlimpopoli a farci danzare con le sue note alcoliche e stralunate.
Prendete Tom Waits, Vinicio Capossela e un pó di sperimentazione, mettete tutto nel frullatore e ne uscirà il Barone Lamberto.
In occasione della festa della Repubblica della musica, Mascaobio, in collaborazione con la scuola di musica popolare, vi aspetta per danzare tutti insieme.

3 Giugno 2017

BUONANOTTE SUONATORI 2017

A partire dalle 21:00 ben 10 punti spettacolo distribuiti fra Torrioni della Rocca, Sala Mostre, teatro, Museo, Via del Castello e Piazza Pompilio verranno impegnati da oltre 80 fra allievi e maestri della Scuola di Musica Popolare in quello che, esperienza unica in Italia, si configura come un vero e proprio Busker Festival organizzato in autonomia da una Scuola di Musica

4 Giugno 2017

LA GRANDE NOTTE DELLA DANZA II

Piazza Garibaldi

Dopo il successo della prima edizione la Scuola di Musica Popolare ripropone un grande concerto dedicato agli appassionati di balli popolari della Regione, pubblico in costante aumento alimentatosi grazie alla crescita dei corsi proposti in Italia negli ultimi anni.

Tre le formazioni coinvolte:

L’UVA GRISA Storico gruppo bellariese specializzato nella riproposta delle danze tradizionali “staccate” di area romagnola.

SCUOLA DI MUSICA POPOLARE di Forlimpopoli in Partenariato con RUMORE DI FONDO Associazione Musicale presentano:

SVEZIA – ROMAGNA – ITALIA. UN VIAGGIO “LISCIO” COME L’OLIO

Progetto finanziato nell’ambito del BANDO 3 RESIDENZE ARTISTICHE E FORMAZIONE SETTORE “MUSICA” di S’ILLUMINA – COPIA PRIVATA PER I GIOVANI E PER LA CULTURA

 

Con Francesco Chiarini, Chiara Petrin e DIADUIT

DiaDuit è un quartetto folk veneto. Fondato nel 2009, viene presto premiato come miglior gruppo folk del Nord Est Italia al concorso musicale del Folkest 2010 e ulteriormente gratificato dalla critica nazionale con le recensioni per la pubblicazione del primo lavoro discografico: “A Perdifiato nel Bosco”.

DiaDuit ha portato la propria musica nei più celebri festival italiani dedicati al folk e alla musica acustica, per citarne alcuni: Celtica V. d’Aosta, Folkest, Isola Folk, Novaria, Musica Nelle Aie, Irlanda in Festa al Teatro Geox di Padova, Celtival, Dolomiti Senza Confini, Oltre le Vette, Arte Imperina, Festival Internazionale della Zampogna in Molise…

Tra i tre vincitori del Trentino Girofolk 2014, negli anni il quartetto ha proposto diversi repertori, tra cui il concerto a ballo, un’antologia di musica di varie etnie, un apprezzato concerto di Natale insieme alla pianista e cantante Maria Canton ed anche un repertorio di rivisitazione di successi pop internazionali riarrangiati e riproposti in stile DiaDuit.

Al momento è in uscita “Aquiloni”, ultimo lavoro discografico del gruppo

L’ORCHESTRONA DELLA SCUOLA DI MUSICA POPOLARE

Gruppo di musica d’insieme della SMP riconosciuto ed apprezzato per il suo repertorio di danze internazionali che, solo per citare gli ultimi anni, è stato invitato ad esibirsi in manifestazioni prestigiose quali: Ravenna festiva, Imola in Musica, MEI di Faenza e La musica nelle Aie di Castel Raniero

2/3/4 GIUGNO 2017

Dalle 19:00

AREA BIO FOOD e BEER POINT gestiti da

Mascaobio

 assicurerà la presenza di Stand di degustazione di birre artigianali e piadina e prodotti Bio assicurando così l’integrazione allo spettacolo con una proposta enogastronomica degna della città Artusiana

riferimenti per informazioni:

Scuola di Musica Popolare Ass. Cult.

Piazza Fratti, 2

IT47034 Forlimpopoli (FC) Italy

www.musicapopolare.net

info@musicapopolare.net

mobile: +39 338 3473990

tel: +39 0543 444621

skype: musicapopolare

facebook: Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli

Media Partner:

La Musica nelle Aie – Castel Raniero Folk Festival

MEI Meeting degli Indipendenti –  Faenza

Con il Patrocinio ed il Contributo del Comune di Forlimpopoli

0 543
Casa Artusi, Forlimpopoli Venerdì 26 maggio 2017 – ore 21 INGRESSO LIBERO

“IL SUGO DELLA STORIA”

Il cibo e la rappresentazione del mondo incontro con Massimo Montanari

Intervento spettacolare di Veronica GonzalezTeatro dei piedi

Alla fine dei Promessi sposi, Manzoni tira le somme del racconto appena concluso e presenta “il sugo della storia”, a conferma della spontaneità innata con la quale l’uomo impiega metafore gastronomiche per rappresentare il mondo. E il “sugo”, così come per le vicende manzoniane, è spesso quell’elemento che dà senso e personalità ai piatti e, attraverso loro, gusti, abitudini, identità gastronomiche e culturali. Ce ne parlerà Massimo Montanari, massimo esperto nel “mettere i piedi nel piatto” della cultura gastronomica, affiancato dalle incursioni spettacolari di Veronica Gonzalez e il suo Teatro dei piedi, che, fuor di metafora, li metterà a sua volta.

Dal 24 al 26 giugno 2016 si terrà la seconda edizione di “Dove abitano le parole”: un fine settimana in compagnia degli scrittori che sono nati o vissuti in Emilia-Romagna, da Ludovico Ariosto a Giovanni Pascoli, da Giosue Carducci a Pier Vittorio Tondelli.

Clicca qui per vedere il portale ufficiale!!!

0 1423

FIORIMPOPOLI 2017

VENERDI’ 5 MAGGIO

ore 20,45 PALCO CENTRALE P.za Garibaldi

Istituto Comprensivo Statale “E.Rosetti” di Forlimpopoli

Istituto Comprensivo” Dante Alighieri” di Meldola

presentano:

CONCERTO DI PRIMAVERA”

Orchestra SMIM “Dante Alighieri” dell ‘Istituto Comprensivo di Meldola

degli alunni delle classi prime seconde e terze dell’indirizzo musicale

Clarinetto: Prof. Daniele Greggi – Chitarra: Prof.ssa Giovanna Perna

Pianoforte: Prof.ssa Caterina Scala – Violino: Prof. Igor Buscherini

Dirige l’orchestra il Prof. Igor Buscherini

Orchestra degli alunni della classi seconde e terze del Corso ad Indirizzo Musicale

della Scuola Secondaria di primo grado “M.Marinelli” di Forlimpopoli

Flauto: Prof.ssa Giulia Garagnani – Chitarra: Prof. Vittorio Giovannini

Pianoforte: Prof. Massimo Lenzi – Clarinetto/Sax: Prof. Franco Vincenzi

Dirige l’orchestra il Prof. Massimo Lenzi

e con la partecipazione del Complesso Musicale “RUBAND”

diretto dal Maestro Massimo Cangialeoni

===

PRESENTA la Prof.ssa MIRNA TAMPIERI


SABATO 6 MAGGIO

ore 9.00- P.ze Garibaldi, Pompilio e Paulucci

Apertura del mercato MAGGIO IN FIORE !

piante da giardino e da orto

ore 9.00 p.za Garibalbi

c/o “ A CASA DI PAOLA”

apertura della mostra

ARTE FIORITA

Pizzi, ricami, merletti e pennelli per una preziosa Primavera

ore 12.00

A PRANZO IN PIAZZA

a cura delle associazioni AVIS e AUSER

ore 14.00-apertura per le vie della città del mercatino

ARTIGIANATO CREATIVO

bancherelle, piccole mostre, artigianato di professionisti e creativi

ORE 14.30 -fossato della Rocca

Attività dimostrativa di promozione al rugby con parte pratica.

a cura dei ragazzi del Forlimpopoli Rugby

PER LE VIE DI FORLIMPOPOLI

Via Saffi

ore 14.30-18.30

AREA DIMOSTRATIVA DEI GIOCHI DA TAVOLA

a cura dell’ass. AREA GAMES di Forlì

dalle ore 15.00:

VIA VENETO

MUSICA LIVE con Claudio

VIA A.COSTA

BALLANDO IL SELVAGGIO WEST

a cura dell’ass. WILD ANGEL

esibizione di ballo country

VIA DEL CASTELLO

LE MILLE BOLLE GIGANTI di BAKKIBOLLE

bolle grandi e leggere che volano a ritmo di musica…..

PIAZZA GARIBALDI

ore 15.45 Palco Centrale P.za Garibaldi

SAGGIO DI DANZA

Delle allieve di MEGASHOW presso ASD Glamour

ore 17.00 Palco Centrale P.za Garibaldi

ZUMBA DANCE PARTY

A cura di ASD GLAMOUR

ore 18.30 P.za Garibaldi

A CENA IN PIAZZA a cura delle associazioni AVIS e AUSER

Palco Centrale P.za Garibaldi

Ore 20.30

Consegna degli assegni per l’iniziativa benefica

BAMBINI NEL MONDO”

ore 21.00

DEFILE’ DI MODA

A cura dei commercianti di Forlimpopoli

In collaborazione con MeloBonito Eventi

Regia di CARMELO TORNATORE

( Talent Scout Miss PRINCIPESSA D’EUROPA Emilia Romagna)


DOMENICA 7 MAGGIO

ore 9.00- P.ze Garibaldi, Pompilio e Paulucci

Apertura del mercato MAGGIO IN FIORE !

piante da giardino e da orto

ore 9.00-P.za Garibaldi c/o A casa di Paola

Apertura delle iscrizioni al concorso

I colori di Forlimpopoli

Estemporanea di pittura

Categoria JUNIOR: fino a 14 anni

Categoria SENIOR: dai 14 anni in su

Tempo a disposizione : dalle 9,30 alle 17,00

ore 9.30-apertura per le vie della città del mercatino

ARTIGIANATO CREATIVO

bancherelle, piccole mostre, artigianato di professionisti e creativi

ore 9.30 P.za Garibaldi

Apertura de “IL MERCATINO DEI BAMBINI”- a cura di AVIS

Vendi e scambia in allegria, per star tutti in compagnia……

ore 9.00 p.za Garibalbi

c/o “ A CASA DI PAOLA”

apertura della mostra

I FIORI DI AURELIA

Pizzi, ricami, merletti e pennelli per una preziosa Primavera!

con possibilità di LABORATORI DI PRESENTAZIONE

delle varie tecniche

Ore 10,00/12,30-14,30/18,30

Fossato della Rocca e P.za del Castello

PET THERAPY: un mondo da scoprire

A seguire

GIOCHI A 4 ZAMPE

I giochi dei nostri Amici Animali diventano Spettacolo!

A cura dell’ass. RAGGIO DI SOLE

c/o Stand QUA LA ZAMPA

Apertura iscrizioni per “ Sfilata a …6 zampe”

FACCIAMO UNA FOTO? “

Possibilità di fare una foto col tuo amico a 4 zampe!

CHE ANIMALE SONO? Trucca-bimbi e palloncini a tema

Ore 10.00-12.00- P.za Trieste- DINAMO BIKE presenta

FREESTYLE BIKE SHOW!”

Quando I pedali fanno spettacolo…..

VIA SAFFI

ore10.00-12.30 / 14,30-19.00

AREA DIMOSTRATIVA DEI GIOCHI DA TAVOLA

a cura dell’ass. AREA GAMES Forlì

ore10.00-12.30 / 14,30-19.00

BONSAI IN MOSTRA

a cura dell’ass. Bonsai Club Forlì

 UFFICIO TURISTICO Via A.Costa 23

Presentazione di

FORLIMPOPOLI CITTA’ ARTUSIANA 

ORE 11.30

Per informazioni: +39 0543 749250

www.forlimpopolicittartusiana.it

Ore 12,00 A PRANZO IN PIAZZA presso gli stand e i locali del centro

Ore 14.00-17.00-P.za Trieste- DINAMO BIKE presenta

FREESTYLE BIKE SHOW!”

Quando I pedali fanno spettacolo…..

Ore 15,00 Fossato della Rocca

SFILATA A ….6 ZAMPE!

Sfilata ….informale dei cani forlimpopolesi e dei loro padroni!

Una giuria di bambini eleggerà i cani più simpatici!

ore 15,00

VIA VENETO

BALLANDO IL SELVAGGIO WEST

a cura dell’ass. WILD ANGEL

esibizione di ballo country

VIA A.COSTA

MUSICA LIVE

Suona CLAUDIO

ore 16.00 P.za Garibaldi Palco Centrale

PURPLE HAZE IN CONCERTO

la bravura di un gruppo che andrà lontano….

ore 18.00 PALCO CENTRALE

l’ass. LiberaMente presenta

IO NON HO PAURA !

L’associazione affronta una tematica delicata e attuale. Tra balli canto e recitazione, ripercorre la vita di una donna che sogna una sua famiglia. La realtà si rivelerà diversa dai suoi sogni: un marito violento, che lei difende e giustifica, perdonandolo e sperando che cambi, per poi arrendersi all’evidenza e chiedere aiuto alle Forze dell’Ordine e cominciare il percorso di autoconsapevolezza realizzando che “non è colpa sua “ , riprendendo così in mano la sua vita .

Un omaggio alle donne per

DIRE NO ALLA VIOLENZA E SI’ ALL’AMORE”.

ore 18.30 P.za Garibaldi

A CENA IN PIAZZA a cura delle associazioni AVIS e AUSER

p.za Garibaldi Palco Centrale

ore 20.30

PREMIAZIONE del Concorso di Pittura “ I colori di Forlimpoli”

Ore 21.00

CIRCUS NEBULA in concerto

0 598

La Bottega D’Arte “A Casa di Paola” presenta,

dal 5 al 20 Maggio la mostra:

“I FIORI DI AURELIA” – Opere pittoriche dell’ Artista Forlivese “Aurelia Valmaggi”.

– Inaugurazione sabato 6 Maggio alle ore 11.00, P.zza Garibaldi, 16 – Forlimpopoli.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!

0 343

Con l’arrivo della Primavera, il Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini” arricchisce l’offerta culturale proponendo un nuovo ciclo di conferenze dedicate alla valorizzazione delle proprie collezioni e alla conoscenza delle civiltà antiche.

Programma

Venerdì 12 maggio ore 18.00
Il ripostiglio di Forlimpopoli tra studi passati e recenti scoperte del Bronzo finale
Annalisa Pozzi – archeologa, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Ravenna

Venerdì 19 maggio ore 18.00
La morte che racconta la vita: l’antropologo sul campo
Mirko Traversari- antropologo, Dipartimento di Beni Culturali, Università di Bologna

sabato 27 maggio ore 18.00
Fedro. Le favole. Presentazione della nuova traduzione per Rusconi Libri (Classici Greci e Latini)
Lorenzo Montanari – docente di Lettere nei Licei, traduttore di testi classici
Letture a cura dei volontari del FAI Giovani Forlì-Cesena. Musiche a cura di IRIS Quarte

Clicca qui per scaricare la cartolina dell’evento

0 475

In occasione del 72° anniversario della Liberazione,
il Comune di Forlimpopoli nell’ambito della rassegna DareFuturoAllaMemoria, giunta alla 17° edizione, presenta una serie di iniziative che coinvolgono le scuole e la cittadinanza.

Grazie alla collaborazione del MAF Museo Archeologico Tobia Aldini, dell’ANPI di Forlimpopoli e di RavennaAntica, celebreremo la Liberazione e nello specifico la nostra Resistenza a partire da:

– Sabato 22 aprile alle ore 16,30 presso la SALA DEL CONSIGLIO – P.zza Fratti. Forlimpopoli, avrà il privilegio di ricordare un suo concittadino illustre,

“Cesare Filippi. L’uomo, il partigiano, L’artista.”
Partendo dal libro “Rossi, gialli & altri colori che non posso dire” scritto dal figlio Fabio che descrive la storia e l’impegno di Cesare partigiano.

– A seguire ore 18.00 presso la Sala Mostre – P.zza Antonio Fratti, vedrà inaugurare anche la mostra di opere di Filippi:
Cesare Filippi. Segni della Resistenza.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!

0 525

 

SABATO 8 Aprile ore 16.30 e DOMENICA 9 Aprile ore 10.00, presso il teatro Giuseppe Verdi di Forlimpopoli visite guidate dal titolo “SU IL SIPARIO! Il Verdi di Forlimpopoli si racconta”. 

Info:

Comune di Forlimpopoli

Tel. 0543.749237

cultura@comune.forlimpopoli.fc.it

Indirizzo teatro: P.zza Fratti, 7 – Forlimpopoli

Non una, ma mille vicende – fra trasformazioni e adattamenti, aneddoti e ricordi – accompagnano questi 135 anni di storia del piccolo ma prestigioso teatro forlimpopolese, intitolato al compositore d’opere italiano per antonomasia: Giuseppe Verdi. Teatro che è stato – e continua a essere, qui come altrove – un luogo simbolo per la città “centro di vita, di incontro, di discussione, di divertimento”, in sintesi “centro di cultura” per l’intera comunità. Fin dall’inizio dell’Ottocento, quando la sede municipale viene trasferita all’interno della Rocca, si decide di destinare il salone d’onore all’uso di teatro. Con questo scopo sono avviati nel 1821 i lavori di trasformazione della sala e nel 1830 è definitivamente inaugurato il teatro comunale intitolato a Carlo Goldoni: al suo interno trovano spazio le attività della locale Accademia degli Infiammati, fondata nel 1624 dal vescovo bertinorese monsignor Giovanni Della Robbia. Ma già qualche decennio dopo la prima sistemazione, la sala risulta inadeguata alle esigenze della ‘moderna’ rappresentazione scenica e a partire dal 1878 si avviano i lavori di riadattamento del teatro; ne è artefice l’architetto bertinorese Giacomo Fabbri (1843 – 1905) che si ispira “alle proporzioni di altri teatri a galleria già costruiti che fecero ottima prova”. L’impiego di ‘moderne’ armature in ferro per la realizzazione dei nuovi solai e delle esili colonnine in ghisa a sostegno dei due ordini di gallerie, risponde alla duplice esigenza di ottenere “una costruzione solidissima” dal punto di vista strutturale e, al contempo, “la massima leggerezza” e ariosità dal punto di vista estetico. La decorazione della nuova sala viene affidata al pittore forlimpopolese Paolo Bacchetti (1848-1886). A lui si devono gli ornati alla bocca d’opera, alle pareti e alle balaustre delle due gallerie nonché l’ovale posto al centro del soffitto, terminato il 29 novembre 1879. Il Bacchetti realizza, inoltre, il telone istoriato di gala – oggi conservato nella Sala del Consiglio comunale – raffigurante la distruzione di Forlimpopoli ad opera delle truppe pontificie e l’ingresso del cardinale Albornoz nella città. Il teatro viene inaugurato il 12 ottobre 1882 con una serie di rappresentazioni di opere buffe e di balli a cura della Compagnia dei Giovani Quiriti di Genova. All’inizio del Novecento il teatro viene intitolato a Giuseppe Verdi e successivamente è adattato a sala per le proiezioni cinematografiche; nel corso di questi lavori vanno irrimediabilmente perdute le decorazioni pittoriche del Bacchetti. Nel 1982 è stato realizzato un importante intervento di restauro che ha restituito la struttura al suo antico decoro. Ancora oggi il piccolo teatro di Forlimpopoli costituisce un unicum nel vasto panorama delle strutture legate allo spettacolo, sorte in Romagna nel corso dell’Ottocento. All’interno della sala una lapide, il cui testo è stato redatto dal poeta romagnolo Olindo Guerrini (più noto con lo pseudonimo di Lorenzo Stecchetti), rievoca la celeberrima incursione della banda del Passatore Stefano Pelloni nella notte del 25 gennaio 1851.

(testo di Silvia Bartoli)