sabato 9 Dicembre 2023
Tags Posts tagged with "convegno"

convegno

0 383
Venerdì 25 marzo 2022
alle ore 15.30

Forlimpopoli, Sala Consiliare
p.zza A. Fratti
(corte della Rocca)

L’infanzia abbandonata

La condizione degli esposti in Romagna
tra Otto e Novecento

Il contesto della Romagna meridionale si offre come fertile terreno per l’analisi storica di quel doloroso fenomeno che fu il ricorso all’esposizione dei cosiddetti “figli della colpa”, che raggiunse dimensioni inquietanti nell’Europa cattolica del 1800. Gli “esposti”, lasciati a un destino incerto, se non tragico, trovarono in brefotrofi e ospizi una speranza di sopravvivenza e talvolta, perfino, la possibilità di reinserirsi nella società con l’apprendistato di un mestiere appreso nelle stesse strutture assistenziali.

Grazie ai preziosi contributi dei relatori sarà possibile sondare questo universo, che ha lasciato dietro di sé forti tracce e continua drammaticamente ad accompagnare la storia dell’infanzia anche in età contemporanea.

Introduce il presidente della Fondazione, Maurizio Castagnoli.

Relatori

Paola Palmiotto (Archivio di Stato di Forlì-Cesena) focalizzerà il suo intervento sull’analisi della documentazione pervenuta in Istituto, sede di Forlì e sezione di Cesena, utile a ricostruire le vicende degli esposti tra i secoli XVIII e XX nei territori di Forlì, Cesena e in parte anche Rimini. Verranno descritte le diverse tipologie di materiale documentario, grazie anche alla presentazione di casi esemplari, al fine di fornire un panorama di quali siano le informazioni ricavabili dalle carte d’archivio.

Matteo Banzola (storico indipendente) si occuperà del periodo a cavallo tra la fine del XIX secolo e i primi due decenni del XX. È del 1888, infatti, l’emanazione della Legge Crispi sulle Opere Pie, che segnò il passaggio, anche se non definitivo, dalla carità all’assistenza. A Faenza il problema degli esposti si presentava particolarmente gravoso, soprattutto a causa di un’elevata mortalità infantile, imponendo una riorganizzazione parziale di quell’ente che diventò, più tardi l’Opera Maternità e Infanzia. I profondi mutamenti nella cultura medica e scientifica del tempo ne furono una diretta conseguenza.

Nel terzo intervento Nicola Orofino (docente di Storia e Filosofia nella scuola secondaria superiore) illustrerà l’evoluzione della tutela degli esposti e degli orfani a Cesena nel secolo che ha conosciuto il maggior numero di trasformazioni sociali e politiche. Esaminando la vita all’interno delle varie strutture di carità, si occuperà del personale che vi prestava servizio a diverso titolo, dei Regolamenti interni alle Congregazioni che gestivano gli istituti, delle reali condizioni dei minori residenti.


Svolgendosi l’incontro in presenza, saranno adottate le misure di sicurezza anti-covid, fra le quali prenotazione tramite email a fondazione@fondazionerosetti.it e possesso di green pass.

Per informazioni e prenotazioni
Fondazione Italia Argentina-Emilio Rosetti
Cell. 347.8286321 – mail. fondazione@fondazionerosetti.it

0 312

Sguardi sul ritiro sociale 

a cura di AMA Hikikomori A.P.S

“Stare in disparte, isolarsi” è il significato della parola giapponese hikikomori, termine che nasce per definire un fenomeno caratterizzato principalmente da ritiro sociale e da una volontaria reclusione dal mondo esterno che colpisce giovani e giovanissimi.

Questa forma di disturbo è stata individuata e descritta inizialmente in Giappone ma si tratta di un disagio adattivo sociale che riguarda tutti i paesi economicamente sviluppati del mondo.
Con l’aiuto di AMA Hikikomori A.P.S. cercheremo di capire meglio, prestando particolare attenzione a questi anni di emergenza permanente, il disagio dei ragazzi, cosa lo sostiene e come è possibile contrastarlo, anche in una prospettiva di prevenzione, attraverso 2 incontri online rivolti a genitori e insegnanti.

Giovedì 24 marzo ore 20.30 online
Hikikomori ai tempi del Covid

Giovedì 31 marzo ore 20.30 online
Coinvolgere i ragazzi attraverso l’empatia

Interverranno
Angela Berti – Vice Presidente AMA Hikikomori A.P.S.
Katia Bianchi – Psicologa Psicoterapeuta e conduttrice di gruppi di Auto Mutuo Aiuto AMA Hikikomori A.P.S
Camilla Brandao De Souza – Ricercatrice e Docente
Marina Mercuriali – Presidente AMA Hikikomori A.P.S


La partecipazione è gratuita.
Iscrizione obbligatoria inviando una mail a c.famiglie@gmail.com
Agli iscritti verrà inviato il link e le istruzioni per partecipare a ciascun incontro.

 

0 911
LA RICETTA LIBERATA

9 – 10 ottobre 2020 
Casa Artusi, via A. Costa, 27 Forlimpopoli

È stato a Pellegrino Artusi a liberare la ricetta dal suo carattere tristemente prescrittivo, trasformandola in un racconto di vita, arricchito di ricordi e facezie, leggerezza e scienza. A questo punto la ricetta può volare alto ed esprimersi con ogni mezzo: la voce, la radio, la scrittura, l’immagine, fotografica o televisiva o cinematografica, senza dimenticare il disegno, il fumetto e l’arte grafica e pittorica. Il convegno promosso da Casa Artusi ne evoca i molteplici linguaggi, mirando a una sintesi che serva non solo a illustrare il futuro della Scienza in cucina ma un vissuto che la ricetta annuncia e implica quotidianamente. La ricetta liberata è un omaggio ad Artusi nel bicentenario della sua nascita, per interrogarci e legittimare la nostra presenza in cucina, oggi, domani, sempre.


venerdì 9 ottobre 2020

ore 17.00

inaugurazione mostra “Pellegrino Artusi 1820-2020. Ricette a fumetti di Alberto Rebori

ore 17. 30 – 20.00

Intervengono:

Milena GaraviniSindaco di Forlimpopoli
Laila TentoniPresidente Casa Artusi
Andrea TomasetigCuratore Mostra
Andrea Corsini, Assessore a mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio della Regione Emilia-Romagna

Programma:

Il volo della ricetta
(Alberto Capatti, Direttore Scientifico di Casa Artusi)
La ricetta sul giornale
(Eleonora CozzellaLa Repubblica)
La ricetta nel cinema
(Giacomo Manzoli, Università di Bologna)
La ricetta sull’etichetta
(Gianfranco Marrone, Università di Palermo)
La scrittura della ricetta
(Giovanna Frosini, Università per stranieri di Siena)
La lettura della ricetta
(lettura scenica di Alessia Canducci e Giovanni Casadei)


sabato 10 ottobre 2020

ore 10.00 – 13.00

Programma:

La ricetta alla radio e alla televisione
(Giorgio Simonelli, Università cattolica di Milano)
La ricetta in digitale e la neurogastrofisica
(Vincenzo Russo, IULM Milano)
La ricetta fotografata
(Maddalena FossatiLa cucina italiana)
La ricetta negli oggetti: il food design
(Dario Mangano, Università di Palermo)
La ricetta del nutrizionista
(Luca La Fauci, nutrizionista)
La ricetta degli scrittori e dei poeti
(Gino Ruozzi, Università di Bologna)

Modera il convegno Massimo Montanari 
(Presidente del Comitato Scientifico di Casa Artusi)


INFO E CONTATTI

Ingresso libero previa iscrizione fino ad esaurimento posti disponibili
Tel. 0543 743138 o 349 8401818 
Mail info@casartusi.it 

La prenotazione è consigliata in quanto, i posti disponibili, nel rispetto delle disposizioni di legge a tutela della salute pubblica, sono limitati. Le iniziative si svolgono nel rispetto delle disposizioni di legge a tutela della salute pubblica: per partecipare alle iniziative è richiesto di indossare la mascherina personale, utilizzare l’igienizzante mani messo a disposizione dall’organizzazione e mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro; in occasione di convegni all’interno dei locali, i posti sono limitati a massimo 40, i partecipanti vengono registrati e viene loro rilevata la temperatura.

Evento disponibile in diretta streaming sulla pagina Facebook di Casa Artusi

-----------------------