mercoledì 1 Aprile 2020
News

0 408

Sabato 9 Maggio
ore 10,00 – Sala del Consiglio – Piazza Fratti
IL SEGNO DELLA LEGALITA’
Occasione per approfondire il tema dei beni confiscati alla mafia

Sabato 9 maggio 2015 alle ore 10, la Sala del Consiglio nella Rocca ospiterà l’ultimo incontro di accompagnamento alla mostra Le Donne del Digiuno contro la mafia, fotografie di Francesco Francaviglia.

La mostra, organizzata dall’Amministrazione comunale, dal Museo Archeologico e dal Presidio LIBERA Giuseppe Letizia di Forlimpopoli, è allestita all’interno del MAF Tobia Aldini ed è stata inaugurata lo scorso 7 marzo con un convegno, partecipatissimo, di apertura che ha visto relatori quali il magistrato Franca Imbergamo, Vincenza Rando di LIBERA, Alessandro Zucchini Direttore Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali Regione Emilia Romagna.

Sabato 9 maggio l’ultimo appuntamento di questo percorso che avrà di nuovo come tema la legalità o meglio “Il segno della legalità”, come si muove e quali azioni e progetti mettono in campo il territorio forlimpopolese, romagnolo e regionale nel contrasto alla criminalità organizzata.

Interverrano l’assessore regionale MASSIMO MEZZETTI, che, oltre alla cultura, ha la delega alle politiche per la legalità

e illustrerà Il ruolo della Regione per contrastare la cultura mafiosa; DAVIDE VITTORI del Gruppo Antimafia Pio La Torre per conoscere L’Osservatorio provinciale sulla criminalità organizzata di Rimini; CARLO RONDONI referente del Presidio LIBERA Giuseppe Letizia di Forlimpopoli e infine l’autore della mostra FRANCESCO FRANCAVIGLIA. Coordina Sara Pignatari, assessore alla Legalità del Comune di Forlimpopoli.

Saranno presenti anche quattro classi medie dell’Istituto comprensivo Emilio Rosetti di Forlimpopoli.

31 ritratti fotografici ripropongono le donne che nell’estate del 1992 – all’indomani delle stragi contro i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e gli agenti delle scorte: Antonio Montinaro, Rocco Di Cillo, Vito Schifani, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina – con atto di grande coraggio scesero in piazza a Palermo e iniziarono una protesta chiedendo le dimissioni dei più alti vertici dello Stato italiano. Ventidue anni dopo le stesse donne, animate dalla medesima passione civile, si sono concesse all’obiettivo della macchina fotografica per mantenere vivo il ricordo di quella lontana stagione di sangue.

Ad accompagnare la mostra in questi due mesi e mezzo, gli organizzatori hanno proposto a scuole e cittadinanza altri momenti di riflessione ognuno con una determinata caratteristica: il primo dedicato alle scuole con la presenza di Rosanna Pirajino, una delle donne del digiuno e con la presentazione del libro dedicato alla mostra a CasArtusi all’interno di Autorjtinera e il secondo incentrato sull’arte e la responsabilità sociale che hanno immagini e rappresentazioni e che ha proposto le relazioni del filosofo Rocco Ronchi e del critico d’arte Alessandro Giovanardi.

Grazie al sostanziale contributo dell’Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia Romagna, la mostra si concluderà domenica 17 maggio p.v.. Per tutto il periodo di apertura il Museo ha garantito visite guidate gratuite ai docenti e agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e biglietti di ingresso gratuiti per gli studenti e ridotti per gli adulti. Il tutto grazie anche alla disponibilità e alla fattiva collaborazione della Fondazione RavennAntica.

Clicca qui per scaricare la locandina!

0 2422

Sboccia la primavera a Forlimpopoli… che per l’occasione si trasforma in Fiorimpopoli!

Le vie del centro storico diventano giardini fioriti nella più bella festa di primavera della città.

Mostra mercato di fiori, piante e tutto per il giardinaggio.

Sfilata delle fate e spettacoli a tema in varie parti della città.

Mercatini hobbistici e sfilate di moda serali  per due giorni di festa dedicati alla natura , ai fiori e al mondo fantastico.

Clicca qui per scaricare il programma!

0 415

Torna per il quarto anno con tante novità Romagna Visit Card, la carta turistica che mette in rete l’offerta dell’intero territorio romagnolo, proponendo la Romagna come una destinazione unica.

Romagna Visit Card è un pass per accedere GRATUITAMENTE a 48 siti turistici e culturali nelle province di Forlì-Cesena, di Ravenna e di Rimini.

La carta comprende inoltre una rete di circa 70 attrazioni ad “ingresso ridotto”, agevolazioni in stabilimenti termali, parchi a tema e trasporti.

Romagna Visit Card ha un costo di 12€ ed è valida fino al 6 Gennaio 2016.

Strumento indispensabile per chi vuole vivere una vacanza alla scoperta dei tesori di un territorio e delle sue peculiarità, è acquistabile anche presso l’Ufficio Turistico del Comune di Forlimpopoli.

I possessori della Romagna Visit Card potranno visitare Casa Artusi e il MAF – Museo Archeologico di Forlimpopoli a tariffa scontata!

0 528

Anche quest’anno torna “Dare futuro alla memoria”, la rassegna che, con uno sguardo al passato ed un occhio al futuro, pone l’attenzione sui principali eventi storici che negli ultimi secoli hanno contribuito alla nascita e allo sviluppo del nostro territorio.

Cliccate QUI per il programma di massima: le locandine dei singoli eventi verranno aggiunte in prossimità delle iniziative.

25 APRILE: 70° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

8 APRILE: INCONTRO CON LA STORIA

MARZO E APRILE: CENTENARIO GRANDE GUERRA – 70° LIBERAZIONE NAZIONALE

28 GENNAIO: GIORNATA DELLA MEMORIA

0 390

Vieni a visitare la mostra di fotografie ospitata dal 1 Marzo al 28 Giugno nei locali dell’ex Asilo Rosetti!

Orari di apertura:
Martedì e Giovedì dalle 16.00 alle 19.00
Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00
Gli altri giorni su appuntamento

 

 
Per scaricare la locandina CLICCA QUI!

Per scoprire l’iniziativa Memory Collection CLICCA QUI!

Per tutte le info visitate il sito della mostra! CLICCA QUI! 

 

0 286

A Forlimpopoli si respira aria di primavera!

Per l’occasione il Maf propone iniziative ludiche e di sperimentazione rivolte ai bambini con le loro famiglie, ma anche appuntamenti per adulti, in collaborazione con Casa Artusi, come visite guidate con degustazioni e aperitivi tematici.

Clicca QUI per consultare il programma.

0 311

IMMAGINE E SOCIETA’

Una riflessione fra immagine e pensiero

Sala del Consiglio – Rocca di Forlimpopoli

Sabato 11 aprile 2015 ore 16,00

In occasione della mostra allestita presso il Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini” e qui inaugurata lo scorso 7 marzo, il Comune di Forlimpopoli di concerto con il Presidio Libera “Giuseppe Letizia” e il Museo archeologico “Tobia Aldini” promuovono una conferenza dal titolo “IMMAGINE E SOCIETA’. Una riflessione fra immagine e pensiero”.

Il Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini”, con una scelta affatto scontata né banale, ospita nelle sue sale la bella mostra “Le Donne del Digiuno contro la mafia” realizzata su progetto del giovane e talentuoso fotografo palermitano Francesco Francaviglia e curata da Tiziana Faraoni, photoeditor de L’Espresso. Luogo deputato alla tutela del patrimonio storico locale e alla conservazione e alla valorizzazione della Memoria e delle memorie, il Museo si propone altresì di creare una relazione fra passato e presente e di contribuire alla formazione di una coscienza civile e civica misurandosi anche con una storia più recente, di drammatica urgenza e che necessita di essere curata e coltivata soprattutto per le generazioni più giovani. E lo fa attraverso i ritratti fotografici delle 31 Donne che nell’estate del 1992 – all’indomani delle stragi mafiose di Capaci e di Palermo – diedero avvio a una protesta forte e coraggiosa, un digiuno per gridare la loro ‘fame’ di Giustizia e ‘sete’ di Verità. Ventidue anni dopo le medesime Donne, animate dallo stesso coraggio e dalla stessa passione civile, si sono rimesse in gioco a ricordarci quella lontana stagione di sangue – oggi, ben sappiamo, le mafie si avvalgono di ben altri mezzi nella loro sfida continua contro lo Stato e la società civile – e ad ammonirci a non lasciarsi sopraffare dalla rassegnazione e dall’indifferenza. Questi scatti fotografici – drammatici e struggenti al contempo – sono tangibile testimonianza dello straordinario ‘potere’ evocativo dell’Arte, oggi come ieri, e della sua funzione sociale: di riscatto della memoria, di impegno civile per costruire comunità più forti perché più responsabili e consapevoli.

La conferenza si terrà sabato 11 aprile 2015 alle ore 16,00 presso la Sala del Consiglio del Comune di Forlimpopoli, all’interno della Rocca albornoziana.

Saluti del Sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini

Interverranno:

Rocco Ronchi, Filosofo

Alessandro Giovanardi, Storico e critico d’arte

Sarà presente:

Francesco Francaviglia, Fotografo

Introdurrà:

Silvia Bartoli, Direttore MAF

Al termine della presentazione, segue la visita guidata gratuita alla mostra “Le Donne del Digiuno contro la mafia. Fotografie di Francesco Francaviglia” allestita presso il MAF.

Clicca qui per scaricare la locandina!

 

0 372

Quale occasione migliore delle festività Pasquali per visitare e scoprire la Città Artusiana?

Tante le proposte a Forlimpopoli!

Visite guidate di Casa Artusi, primo centro in Italia di cultura gastronomica nato nel nome di Pellegrino Artusi.
Un viaggio all’insegna del buon gusto, attraverso la storia del padre della cucina moderna italiana e del suo manuale conosciuto in tutto il mondo “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”.

Per le visite, la cui durata è di 50 minuti ed il costo di € 5,00 a persona, mentre per possessori Romagna Visit Card e per gruppi di almeno 15 persone (solo su prenotazione) € 3,00 a persona, rivolgersi all’Ufficio Informazioni Turistiche di Forlimpopoli.

Apertura straordinaria anche del MAF – Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini”, Domenica 5 e Lunedì 6 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30.
Scrigno della storia della città, il MAF è ospitato nelle suggestive sale al pianterreno della Rocca e custodisce preziose testimonianze della storia locale.
All’interno del Museo è possibile ammirare la mostra fotografica “Le donne del digiuno contro la mafia” di Francesco Francaviglia.

Il costo di ingresso al Museo e alla mostra è di € 3,00 a persona, ingresso gratuito per giovani fino a 25 anni.
Per informazioni: info@maforlimpopoli.it – + 39 0543 748071 (attivo negli orari di apertura).

Presso i locali dell’ ex Asilo Rosetti (Via Mazzini, 2) da non perdere la mostra “La Grande Guerra, l’ultima guerra per l’Unità d’Italia”, aperta Domenica e Lunedì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

L’Ufficio Informazioni Turistiche U.I.T. del Comune di Forlimpopoli, resterà aperto al pubblico il giorno di Pasqua e Pasquetta (Lunedì) dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00, invariate le aperture tradizionali.

0 396

5rosanna pirajno06In occasione dell’Expo a Forlimpopoli verranno organizzati incontri di presentazione di libri e pubblicazioni.
Il calendario degli eventi è in costante aggiornamento!

Sabato 28 Marzo – ore 17.00 – Chiesa dei Servi
Francesco Francaviglia presenta il volume fotografico “Le donne del digiuno contro la mafia”

Mercoledì 18 Febbraio – ore 20.45 – Casa Artusi
Massimo Bottura presenta “Vieni in Italia con me”

Domenica 8 Febbraio – ore 17.00 – Casa Artusi
Don Pasta presenta “Artusi Remix”

0 580

Venerdì 29 gennaio alle 21:30 nuovo appuntamento con  Forlimpopoli Verdi Live, la stagione del Teatro Verdi di Forlimpopoli organizzata in sinergia da tre associazioni forlimpopolesi: E Goz, Dai de Jazz e la Scuola di Musica Popolare.

A calcare il palcoscenico del Verdi questa volta sarà il comico forlimpopolese Enrico Zambianchi con il suo nuovo spettacolo “LOV- o dell’incomplet amor.”

Il titolo gioca volutamente sulla parola che inglese significa amore e in dialetto romagnolo invece sta per goloso e lo spettacolo è un inno ai sentimenti più nobili come l’amicizia e la condivisione sempre più difficili in un’epoca dominata da tecnologia e insicurezza.

Gli spettatori assisteranno dunque ad uno spettacolo a cerchi concentrici dove l’amore viene visto sotto diverse angolazioni con un unico denominatore: la risata mai scontata!

Enrico Zambianchi, definito “Il profeta della risata”, ritorna dunque ad incantare gli spettatori a Forlimpopoli dopo essersi esibito in città come Londra, New York e Rio De Janeiro e aver ottenuto riconoscimenti in alcuni tra i festival comici più celebri e prestigiosi.

Forlimpopoli Verdi Live però continuerà a portare grandi artisti a Forlimpopoli anche nei prossimi mesi.

A seguire infatti si esibiranno sul palco del Teatro Verdi la comica Maria Pia Timo con il suo “Doppio brodo show” (venerdì 26 febbraio) e il vincitore della Targa Tenco e Premio MEI 2015 Giovanni Basile (venerdì 11 marzo)

Insomma… Buona musica jazz, folk e tante risate: questi i principali ingredienti di una rassegna teatrale davvero da non perdere!

Per ulteriori informazioni clicca qui