Monthly Archives: Novembre 2020

0 249

In seguito al nuovo DPCM del 4 novembre 2020 relativo alle misure precauzionali atte ad evitare la diffusione del Covid-19, si comunica che il Maf – Museo Archeologico di Forlimpopoli, il Cinema Teatro Verdi di Forlimpopoli e la Biblioteca Pellegrino Artusi di Forlimpopoli, rientrando tra gli istituti culturali previsti dall’articolo 101 del Codice dei Beni culturali e del paesaggio (D. lgs.42/2004) resteranno chiusi al pubblico fino a data da destinarsi.


Nuove comunicazioni verranno pubblicate sulla pagina Facebook di @forlimpopolicittartusiana e sulla pagina del sito web www.forlimpopolicittartusiana.it

0 425

Il Centro per le Famiglie della Romagna Forlivese ha organizzato per il mese di Novembre alcuni incontri e conferenze online rivolto a genitori, educatori ed insegnanti.


Di seguito il calendario delle conferenze online:
  • Martedì 3 novembre – ore 20.30

Comunicazione, relazioni, linguaggio e apprendimento
“Come impararono a parlare i bambini?”

Un incontro per affrontare il tema dello sviluppo delle parole e dell’importanza della relazione affettiva nella prevenzione dei disturbi del linguaggio, con Rosetta Strano, logopedista, e Silvia Donati, psicologa.
Successivamente sarà attivato un gruppo di confronto per genitori con figli 0/6 anni.

  • Venerdì 06 novembre – ore 17.00

“Adolescenti … perfetti (s)conosciuti”

Quasi all’improvviso tutto cambia … trasformazioni continue, energia travolgente, modi sfuggenti e inafferrabili per occhi adulti, con Antonio Piotti, psicoterapeuta e docente c/o l’Alta scuola di Psicoterapia del Minotauro – Milano.

  • Martedì 10 novembre – ore 20.30

Una seconda ondata di emozioni: dispositivi di protezione psico-affettiva ad uso di genitori ed insegnanti per limitare il contagio delle emozioni negative

Un incontro rivolto a genitori con figli 6-18 anni, insegnanti e a quanti accompagnano bambini e ragazzi nel loro percorso di crescita. Come stanno vivendo i bambini, ragazzi e adulti questa situazione di grande incertezza? Che effetti a medio e lungo termine ci saranno? Come limitare i rischi e non aggravare le fragilità, favorendo la resilienza? Come modulare l’aspetto dell’insegnamento a distanza tenendo conto della dimensione emotiva? Con Roberta Fetti, psicologa e psicoterapeuta.

  • Martedì 17 novembre – ore 20.30

“Quale scuola scelgo dopo le medie”

Come i genitori possono essere di aiuto ai figli nel momento della scelta scolastica e del passaggio dalla scuola media alla scuola superiore.
Progetto “Mio figlio ha l’adolescenza…” realizzato con la Rete Adolescenza del territorio di Forlì, con Iacopo Casadei, psicologo del lavoro e scrittore.

  • Mercoledì 25 novembre – ore 20.30

“Una… nessuna… centomila: l’importanza delle regole verso l’autonomia”

Un’occasione di confronto… Quali? Quante? Perché? Gli adulti di casa come si pongono? Con Silvia Donati, psicologa e psicoterapeuta.


L’iscrizione alle conferenze è gratuita, clicca qui per accedere al sito www.icos.comune.forli.fc.it


Il Centro per le Famiglie di Forlimpopoli propone interessanti attività per tutte le famiglie!
Consulta la pagina facebook per essere aggiornato per tutte le iniziative.

clicca qui per consultare tutte le attività proposte per questo autunno dallo Sportello di Forlimpopoli

CONTATTI
Sportello di Forlimpopoli
tel. 0543 749233 (da lun. a ven. 10.00 – 13.00)
servizisociali@comune.forlimpopoli.fc.itc.famiglie@gmail.com

0 208

La Sezione Didattica di RavennAntica propone numerosi percorsi pensati per tutte le scuole di ogni ordine e grado per rispondere alle diverse esigenze di approfondimento della programmazione scolastica.

L’offerta formativa prevede visite guidate e animate alla collezione del Museo Archeologico di Forlimpopoli, alla Rocca e laboratori didattici.

Novità per l’anno scolastico 2020-2021

Alla proposta tradizionale presso la sede museale, da quest’anno si affianca anche la didattica digitale. Si possono scegliere visite guidate e laboratori in 3 modalità:

  • Attività didattiche presso la sede museale
  • Online
    si tratta di focus didattici di circa 1 ora, laboratori/lezioni via web in cui proponiamo contenuti storicamente rigorosi e coerenti con la programmazione e il livello delle diverse scolarità, la competenza di un educatore museale esperto e la possibilità di svolgere insieme attività con materiali preparati appositamente.
  • L’esperto in classe
    portiamo la nostra qualità didattica di sempre e materiali esclusivi direttamente nelle scuole. Abbiamo diversificato e aggiornato questa offerta, così da venire incontro alla programmazione scolastica. Solo per le scuole del Comune di Forlimpopoli e territorio limitrofo.

Il MAF – Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini” in Piazza A. Fratti, 5 – Forlimpopoli
Ospitato nelle suggestive sale della Rocca rinascimentale di Forlimpopoli, il Museo custodisce preziose testimonianze della storia e dell’archeologia locali: un vero e proprio “viaggio nel tempo” che conduce il visitatore alla scoperta della città e del suo territorio. Raccoglie, infatti, importanti testimonianze della cultura materiale di epoca pre e protostorica, romana, medievale e rinascimentale.

Per informazioni e prenotazioni

chiamare il numero +39 0543 748071
dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13

Museo Archeologico di Forlimpopoli
Piazza A. Fratti, 5

didattica@maforlimpopoli.it

www.maforlimpopoli.it

Le quote si intendono per partecipante, gratuito per gli insegnanti.

Clicca qui per scaricare la brochure delle proposte per le scuole per l’anno scolastico 2020/2021

0 334

Mercoledì 4 Novembre ricorre il 102° Anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, in ricorso dei nostri caduti per l’indipendenza, l’unità e la libertà dell’Italia.

Si ricorda ai cittadini che il 4 Novembre è Festa Nazionale e pertanto è opportuno onorarla con l’esposizione del Tricolore Italiano.

La cerimonia commemorativa si svolgerà
domenica 8 novembre
alle ore 10:00
presso il Cimitero Comunale (in via XXV Ottobre)
con la deposizione della corona di alloro presso la lapide dei Caduti della Grande Guerra

La celebrazione di svolgerà nel massimo rispetto della normativa vigente in materia di contenimento COVID-19, con numero contingentato di persone, distanziamento fisico e obbligo di indossare la mascherina.

0 623
Mostra d’Arte “Cose in posa”
I “quadri minimi” di Ugo Pasini

dal 7 al 29 Novembre 2020
presso la Galleria d’Arte A Casa di Paola
via A. Costa 22 – Forlimpopoli


L’arte sta in fare che il tutto sia finto, e paia vero
Gian Lorenzo Bernini

Da qualche tempo Ugo Pasini va dipingendo opere di piccole proporzioni, “quadri minimi“, come li avrebbe definiti Cesare Zavattini che di micropitture di grandi artisti novecenteschi aveva piena la propria casa romana.

Afferma il pittore di provare un piacere tutto nuovo nel cimento con un procedimento che lo fa sentire più di sempre miniaturista mentre ritrae le “cose in posa” davanti a sé. In realtà, non è semplice arte del ridurre quella che Pasini sta praticando, ma l’esperienza vale come ulteriore messa a punto di quel rapporto tra soggetto/oggetto e dimensione/spazio che da sempre per il pittore, col suo personale modo di rappresentare il vero, costituisce un questione nodale.

E dunque, più lievi e misurate variazioni dell’abituale soggettistica, sorprende in questi quadri “ridotti” la concentrazione di vuoto nel quale ogni “cosa”, singola o in insieme, si trova dipinta. É così tornando alla mente le parole giuste di Alberto Sughi dedicate al primo Pasini; il quale, già agli esordi, sembrava “condurre una operazione al limite del metafisico, nello spogliare di ogni rapporto con la realtà i modelli che ha davanti agli occhi”. Ammirando dunque questi nuovo oggetti/ soggetti osservati come al microscopio, rappresentati dal vero col saper fare d’un antico miniatore, sottratti dal pittore alla realtà del tempo, alla verità di spazio e luce, trasferiti in stadi di placida solitudine, attonita fissità, ieratico equilibrio, tra astrazione ed estraniazione Ma non è in fondo proprio questo bilico tra realtà e finzione che distingue Ugo Pasini fra gli odierni e sempre meno frequenti facitori di una pittura autenticamente intesa come mezzo e come fine per esprimersi?

D’altra parte, cosa dovrebbe farnese un artista del proprio talento se non per comunicare gli effetti per lui speciali del vedere e del sentire. Ed è così che anche il nostro autore attrae – come di recente ha ben riconosciuto Marilena Pasquali – per quel senso di spaesamento e di straniamento, di intervallo e di lontananza che suscitano a prima vista i suoi teatrini dove in posa stanno cose della natura e altre del vivere quotidiano: come i mimi personaggi sulla scena di una formidabile pittura del silenzio, a suo modo unica nel panorama figurativo contemporaneo.

Edizione e cura: Orlando Piraccini

ORARI APERTURA MOSTRA
Dal 7 al 29 Novembre 2020
Martedì e Giovedì 10.00 – 12.00
Mercoledì e Venerdì 16.00 – 19.00
Sabato e Domenica 10.00 – 12.00 / 16.00 – 19.00

INFO
Ingresso Libero

CONTATTI
Galleria d’Arte “A Casa di Paola
via A. Costa, 22 – Forlimpopoli (FC)
Tel. 339 6597530 – Email. paolagatti29@gmail.com


Biografia del pittore

Ugo Pasini nasce a San Mauro in Valle nella campagna cesenate. Inizia a dipingere verso la metà degli anni ’60 sotto la guida di Alberto Sughi e poi frequentando lo studio cesenate di Osvaldo Piraccini, dal quale viene indirizzato allo studio dell’antico, dell’arte rinascimentale e seicentesca e dei maestri del Novecento.

Attratto dall’iconografia morandiana, comincia a dipingere in prevalenza nature morte traendo ispirazione dagli oggetti domestici.
Esordisce nel 1969 con una mostra personale alla Galleria Il Portico di Cesena e successivamente partecipa a concorsi regionali di pittura ottenendo notevoli successi. Nel ’68 e ’70 vince il Premio Cassiano Fenati segnalandosi poi anche il rinomato Premio Campigna.
Dai primi anni ’70 svolge intensissima attività espositiva. Sue mostre personali si tengono nei principali centri della Romagna ed in diverse città italiane, Roma Todi, Perugia, Spoleto, Cortina D’Ampezzo, Bologna, Verona, Montecatini Terme, Milano, Firenze, Ancona, Venezia.

Una grande rassegna antologica viene allestita nel 1991 presso la Galleria Comunale del Palazzo del Ridotto di Cesena. Nel 2001 è presente alla mostra Pittura in Romagna. Aspetti e Figure del Novecento, promossa a Cesena dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna.
Nel 2008 espone alla Galleria comunale della Molinella di Faenza un ciclo di nature morte con motivi ceramici faentini e nell’anno successivo è protagonista della rassegna forlimpopolese Mangiari dipinti dedicata a Pellegrino Artusi con la serie Quadri di gusto. Risale al 2011 la mostra L’artificio come candore (Forlì, Palazzo Albertini) con una presentazione in catalogo di Marilena Pasquali.

Più di recente sono state allestite le mostre Ugo Pasini. Quadri d’armonia al Palazzo del Podestà di Rimini (2014 – 2015) con presentazione si Massimo Pulini, poi traferita alle Pescherie della Rocca di Lugo (2015), e Ugo Pasini. Dalla natura al paesaggio a cura di Orlando Piraccini con presentazione di Giordano Conti (primavera 2017) presso la Galleria Comunale d’Arte del Palazzo Ridotto di Cesena.
All’estate 2019 risale la mostra La pittura del silenzio, curata da Orlando Piraccini al Centro Studi Plautini di Sarsina.