sabato, ottobre 20, 2018
Blog

0 8

CON LE ORECCHIE E CON LE MANI

OTTOBRE – NOVEMBRE 2018

I DONI DELL’INVISIBILE

Sabato 20 ottobre, prende avvio “Con le orecchie e con le mani” il consueto ciclo di letture e laboratori dedicati ai più piccoli, organizzato dalla Biblioteca Comunale di Forlimpopoli.
Per questa edizione il tema che unisce le storie narrate è quello dei “doni dell’invisibile”: la forza dei sentimenti, il potere della creatività, l’energia della vita e la voce della natura, saranno i protagonisti dei racconti in rassegna.
Quattro appuntamenti, poetici e giocosi, per vivere ed esplorare l’importanza di ciò che non si può vedere né toccare ma che tuttavia sostiene e dà significato alla nostra vita.
Questo il calendario completo

Sabato 20 ottobre, ore 16.30 – Guia RisariIl regalo della Gigantessa: la natura incontra i miti.

Guia Riusari, scrittrice, filosofa e traduttrice, condurrà il primo incontro, Il regalo della gigantessa: la natura incontra il mito. La storia della gigantessa, potente creatura che muove la pioggia e il vento, che scatena i sogni più strani e sposta le colline con un soffio, accompagnerà i bambini nella dimensione del mito e delle divinità che dall’antichità ad oggi hanno rappresentato la natura.
Durante il laboratorio ciascun partecipante potrà scegliere un elemento naturale e renderlo vivo, attribuendogli un nome, un carattere e una storia, per inventare insieme agli altri una vera e propria mitologia della natura.
Consigliato ai bimbi dai 4 anni in su, e ai loro genitori che sono sempre benvenuti.

Sabato 3 novembre, ore 16.30 – Silvia Rastelli  L’isola di Ariel, un folletto invisibile e molto creativo.

Consigliato ai bimbi dai 4 anni in su, e ai loro genitori che sono sempre benvenuti.

 

Sabato 17 Novembre, ore 16.30 – Guia Risari – La terre respire: alla ricerca del cuore nascosto

Consigliato ai bimbi dai 6 anni in su, e ai loro genitori che sono sempre benvenuti.

 

Sabato 1 Dicembre, ore 16.30 – Silvia Rastelli – Il grande albero Kapok, il sussurro invisibile della natura

Consigliato ai bimbi dai 4 anni in su, e ai loro genitori che sono sempre benvenuti.

 

L’ingresso è libero, ma è necessaria la prenotazione.

Per prenotarsi: chiamare lo 0543.749271 il giovedì prima precedente la data dell’evento, negli orari di apertura della Biblioteca (giovedì e sabato dalle 8.30 alle 12.30, venerdì dalle 14 alle 19).

Per tutte le informazioni: 0543.749271 – biblioteca.artusi@gmail.com

0 15

EnERgieDiffuse

Emilia Romagna. Un patrimonio di culture e umanità.

Nell’ambito dell’Open Day delle istituzioni culturali promosso dalla Regione Emilia Romagna e da IBC, in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale, la Sezione Didattica di RavennAntica propone:

sabato 13 ottobre alle ore 17

al Museo Archeologico di Forlimpopoli MAF

una visita guidata incentrata sulle anfore romane  di tipo Forlimpopoli e sul cibo.

La visita guidata dal titolo Aroma di Roma. Il vino al tempo dei Romani offre un percorso alla scoperta delle anfore romane rinvenute a Forum Popili e del loro contenuto.

Durata: 1 ora.

Ingresso gratuito.

Per informazioni: 0543.748071 – info@maforlimpopoli.it

Energie diffuse. Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità” è una campagna di sensibilizzazione della Regione Emilia-Romagna che comprende incontri, convegni, mostre, visite guidate, accessi agevolati per determinate fasce di popolazione organizzati in diverse città della Regione e legate ai diversi aspetti e alla ricca gamma di beni e attività del patrimonio culturale regionale.

0 105
14 ottobre 2018
Giornata dell’alimentazione in Fattoria

MANGIARE TUTTI
MANGIARE MEGLIO


In occasione delle celebrazioni della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, promossa dalla FAO, l’Assessorato Agricoltura Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna presenta l’iniziativa Giornata dell’alimentazione in fattoria,  che si svolge domenica 14 ottobre 2018 all’insegna del tema “Mangiare tutti, mangiare meglio”.

Casa Artusi aderisce all’iniziativa proponendo una visita guidata con ritrovo alle ore 9,30 presso l’Ufficio Turistico di Forlimpopoli UIT (via A. Costa, 23). Durante la visita, della durata di circa 45 minuti, sarà possibile ammirare lo straordinario complesso di Casa Artusi: la corte, la galleria, la Chiesa dei Servi, il loggiato, la biblioteca gastronomica, la scuola di cucina, la biblioteca ed i cimeli di Pellegrino Artusi.
Al termine della visita guidata verrà consegnata una ricetta Artusiana.

Per informazioni in merito alla presentazione: + 39 0543743138 – + 39 3498401818

www.fattorieaperte-er.it

0 6

IL CENTRO PER LE FAMIGLIE questo autunno propone delle interessanti attività per tutte le famiglie!

 Il Centro per le Famiglie è un servizio promosso dai Comuni del Distretto Forlivese rivolto a famiglie con figli. È un luogo che offre tanti servizi e opportunità: informazioni, consulenze, gruppi di confronto, conferenze, laboratori per bambini e genitori, agevolazioni economiche.

Clicca qui per scaricare il programma con tutte le attività per le famiglie in programma questo autunno.

info e iscrizioni: 0543.21013 – 30709

centrofamiglie@comune.forli.fc.it

0 10

il MAF per le

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

2018

In occasione delle giornate Europee del Patrimonio (indette dal MiBAC), il MAF – Museo Archeologico “T. Aldini” di Forlimpopoli, offre la possibilità di visitare le collezioni durante

l’apertura straordinaria in orario serale di sabato 22 settembre:

dalle ore 20.00 alle ore 23.00

con biglietto d’ingresso a 1,00 euro

Il percorso espositivo consente ai visitatori di conoscere e approfondire la storia millenaria della città e del suo territorio attraverso la “lettura” dei reperti che coprono un ampio arco temporale che va dall’epoca preprotostorica all’età romana, fino all’età medievale  e rinascimentale.

Inoltre è possibile ammirare, in un allestimento appositamente dedicato, l’insegna della fullonica rinvenuta al Melatello di Forlimpopoli nel 1878, concessa in prestito dal Museo Archeologico “A. Santarelli” di Forlì.

Si potrà ammirare ancora la mostra della pittrice Tonina Cianca “Ovarole di Romagna” (mostra prorogata fino al 30 settembre 2018) che rappresenta la felice esperienza di contaminazione della struttura museale con le espressioni culturali e artistiche contemporanee (a cura di Silvia Bartoli e Orlando Piraccini).

Orario di apertura standard nelle giornate del 22 e 23 settembre: 10-13 e 15.30-18.30

Per info: 0543 748071 – info@maforlimpopoli.fc

 

0 59

VIVI IL VERDE 2018

ALLA SCOPERTA DEI GIARDINI

DELL’EMILIA-ROMAGNA

 

 

 

Torna il 21-22-23 settembre 2018 la rassegna regionale “ViVi il Verde. Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna”, alla quinta edizione con oltre 100 eventi in tanti luoghi diversi sparsi su tutto il territorio regionale, da Rimini a Piacenza.
Quest’anno la rassegna, promossa dall’IBC, include anche una mostra dal titolo “Tessere Giardini”, dedicata allo stretto legame tra arte tessile e natura, che sarà inaugurata venerdì 21 settembre 2018, alle 17.30.  Si tratta di un percorso tra alcuni pezzi esemplari di ispirazione “floreale” (stoffe, tappezzeria, abiti) della storica collezione tessile del Museo del Tessuto “V. Zironi” di Bologna, con sede nella settecentesca Villa Spada (via di Casaglia 3).
Ma sono decine le aree verdi coinvolte: si va dal giardino Labirinto della Masone a Fontanellato, al parco del Mauriziano a Reggio Emilia, legato al nome dell’Ariosto, ai giardini storici di Villa La Babina a Imola e di Villa Fantini a Tredozio, ai tanti giardini dei castelli dell’ex Ducato di Parma e Piacenza, ai giardini lungo la riviera romagnola. Presenti anche gli orti botanici, in particolare quello dell’Università di Bologna, uno dei più antichi d’Europa, con visite e approfondimenti. Sono coinvolti giardini pubblici, giardini privati aperti al pubblico, giardini storici, parchi, giardini e orti botanici, aree urbane verdi, giardini di ville o di castelli, e persino angoli verdi all’interno di musei.
In generale si parlerà di grandi alberi e di natura “da vivere” secondo le modalità più disparate: visite guidate ai giardini, certo, ma anche laboratori, conferenze “sul campo”, percorsi sensoriali, lezioni pratiche, “treewatching”, incontri con chi i giardini li cura e li protegge per mestiere, atelier didattici per i più piccoli, e tanto altro.

Sfoglia il programma completo

ViVi il Verde” è parte della campagna “‘EnERgie Diffuse’ – Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità” promossa dalla Regione Emilia-Romagna per celebrare l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018.

 

Evento organizzato
domenica 23 settembre
a Forlimpopoli
dal gruppo FAI Giovani di Forlì-Cesena

I GIARDINI DEL CARDINALE

Villa Paulucci-Merlini per l’occasione aprirà al pubblico l’ampio parco che comprende una piccola edicola decorata facente parte in origine del teatro “di verzura” commissionato nel 1826 all’architetto Giuseppe Missirini.

A seguire un apericena e un concerto di musica jazz davanti all’ampio portale d’ingresso.

All’interno del parco sono presenti due splendidi esemplari di alberi monumentali, un Ginkgo Biloba e un Cedro del Libano.
Realizzata dal marchese Cosimo e dal fratello cardinale Camillo Paolucci Merlini, Villa Paulucci rappresenta uno dei più significativi esempi di architettura tardobarocca in Romagna. La Villa, realizzata tra il 1735 e il 1767 su progetto del francescano fra’ Ferdinando da Bologna, al secolo Vincenzo Dal Buono (1704-1784), occupa nei pressi di Selbagnone una delle tenute appartenute al nobile casato, che ne ha manutenuto la proprietà fino agli anni Settanta.

info: forlicesena@faigiovani.fondoambiente.it

Costi per i partecipanti all’evento: contributo minimo di € 15,00 (comprensivo di visita al parco, all’edicola, aperitivo e concerto).

Durante l’evento sarà possibile iscriversi al FAI alla quota di benvenuto FAI Giovani di € 15,00 (dai 18 ai 35 anni), con possibilità di rinnovo alla stessa quota.

0 580
CERVIA, ITALY - SEPTEMBER 23: Participants compete in the cycle leg of the race during IRONMAN Italy Emilia Romagna on September 23, 2017 in Cervia, Italy. (Photo by Charlie Crowhurst/Getty Images for IRONMAN)

sabato 22 settembre 2018

IRONMAN Italy Emilia Romagna

Poco più di 2 settimane al via e le città delle Terre del Triathlon (ovvero Bertinoro, Cervia Cesena, Forlì, Forlimpopoli e Ravenna) sono pronte ad accogliere i 2700 atleti dell’IRONMAN Italy Emilia Romagna provenienti da ogni parte del mondo che si sfideranno il 22 settembre nella gara di triathlon più adrenalinica, sfida per l’accesso alle finali di Kona 2019.

La gara già sold out da qualche mese conta 2700 iscritti provenienti da 69 paesi del mondo.
Oltre all’Italia sono rappresentati: Argentina, Austria, Australia, Belgio, Brasile, Bielorussia, Canada, Cipro, Columbia, Croazia, Danimarca, Emirati Arabi, Estonia, Ecuador, Francia, Finlandia, Germania, Giappone, Georgia (ex URSS), Grecia, Guadalupe Honduras, Kazakistan, Indonesia, India, Irlanda, Israele, Isole Filippine, Jersey, Lettonia, Libano, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Malta, Marocco, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Panama, Polinesia Francese, Polonia, Portogallo, Portorico, Perù, Regno Unito, Repubblica Ceca, Rep. Dominicana, Romania, Russia, San Marino, Samoa Americane, Serbia, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Serbia, Singapore, Svezia, Svizzera, Sud Africa, Thailandia, Turchia, Ungheria, Ukraina, USA, Repubblica di Vanuatu.

Le donne italiane in gara saranno 43 di cui alcune provenienti dalla nostra area: partecipano infatti atlete di Cesena Triathlon ASD ed Edera Triathlon di Forlì.

Gli uomini italiani sono 681 ed anche in questo caso è sorprendente la partecipazione di diverse associazioni sportive della zona: T.T. Cesenatico ASD con 4 atleti, Edera Triathlon 4 atleti, Cesena Triathlon ASD con 5 atleti, IMpossible 226 Triathlon Forlì con 7 atleti, Triathlon Faenza con 1 atleta.

In totale 24, fra uomini e donne, gli atleti della zona che fanno capo ad associazioni sportive dell’area romagnola iscritti alla sfida dell’IRONMAN.

Il record di sfida di età anche quest’anno spetta ad un uomo italiano che gareggerà nella fascia dagli 80 agli 84 anni.

La gara di nuoto di km 3,8 si svolge nel mare antistante la spiaggia libera di Cervia mentre il percorso running di km 42,2, tocca le aree più suggestive della città dalla torre San Michele a Piazza Garibaldi, al lungomare e al centro di Milano Marittima. Il percorso bike di km 180, come già nel 2017 attraversa le saline, le campagne e il centro di Forlimpopoli, per giungere fino a Bertinoro attraversando lo splendido paesaggio collinare.

Informazioni e mappe dettagliate dei percorsi.

Clicca qui per ingrandire il percorso bike che riguarda Forlimpopoli nella giornata di sabato 22 settembre.

Ecco una mappa interattiva con tutti i percorsi di gara e modifiche alla viabilità!

Come lo scorso anno, in occasione della gara ci sarà la necessità di chiudere e modificare la normale viabilità cittadina e si dovranno prendere alcuni accorgimenti, pertanto si è preparato un volantino (il cui cartaceo verrà recapitato a tutti i residenti forlimpopolesi e verrà diffuso anche con apposite distribuzioni durante le settimane precedenti la gara), eccolo in formato digitale:

sul fronte alcuni importanti avvisi e indicazioni alla cittadinanza

La mappa del percorso gara con le modifiche alla viabilità nel territorio comunale

Per ricevere maggiori informazioni e per segnalare esigenze particolari

si può scrivere una e-mail a ironman@comune.forlimpopoli.fc.it

oppure chiamare il numero 337 11 80 314 (dal lunedì alla domenica, dalle ore 9.30 alle ore 12.30)

Nella giornata di sabato 22 settembre le scuole di Forlimpopoli saranno chiuse, questa l’ordinanza del Sindaco:

Clicca qui per consultare l’Ordinanza Dirigenziale per il Comune di Forlimpopoli in cui viene indicata la modifica alla circolazione stradale in occasione della manifestazione sportiva internazionale.

Nella giornata di sabato 22, dalle ore 7.00 fino alle ore 18.00, sono previste importanti modifiche sulle linee Start Romagna del trasporto pubblico:

Linea 122

Direzione Meldola
Capolinea a Forlimpopoli Stazione FS poi percorre Via Roma – Via De Gasperi – Via XXV Ottobre – Via Emilia per Forlì – Circonvallazione ( Via Emilia ) – Via Meldola – Via delle Ciminiere – Via Matteucci e percorso regolare per Meldola;

Direzione Forlimpopoli
in arrivo a Forlimpopoli percorre Via delle Ciminiere – Via Matteucci e capolinea a Forlimpopoli Stazione.

Linea 121

Forlimpopoli – Bertinoro
Capolinea di partenza a Forlimpopoli Stazione FS poi percorre Via Roma – Via De Gasperi – Via XXV Ottobre – Via Emilia Per Forlì – Circonvallazione – SS 9 Emilia – Via Consolare – Via Piana – Via Nuova – Via Colombarone – Via Allende – Via Cantalupo e percorso regolare per Bertinoro.
In direzione opposta: da Via Cantalupo – Via Roma e percorso inverso con capolinea di arrivo a Forlimpopoli Stazione FS.
N.B. In Via Cantalupo (tratto tra Via Roma e Via Allende) doppio senso di circolazione.

Forlimpopoli – S.Pietro in Guardiano
Capolinea di partenza Forlimpopoli Stazione FS poi percorre Via Roma – Via De Gasperi – Via XXV Ottobre – Via Emilia Per Forlì – Circonvallazione – Stradella Sant’Andrea – Via Torricchia – Via Tagliata – Via Montanara Comunale -Via Bagalona – Via Lunga – Via IV Novembre – Via Togliatti e percorso regolare per San Pietro in Guardiano.
In direzione opposta: percorso inverso con capolinea di arrivo a Forlimpopoli Stazione FS.

Fermate provvisorie in Via Montanara Comunale direzione S.Pietro in Campiano fermata al civico 608. In Via Tagliata direzione Forlimpopoli fermata al civico 1767.

Linee 92 e 125

In entrambe le direzioni
A Forlimpopoli percorrono la tangenziale esterna, alla rotatoria “Artusi” (lato Forlì) entrano verso il centro, invertono la marcia alla successiva rotatoria (Bennet) ed effettuano l’unica fermata raggiungibile “Iper Forlimpopoli”.

Per vedere le modifiche dei percorsi dei mezzi pubblici clicca qui.

0 43

domenica 23 settembre

PRANZO SOLIDALE

in Piazza Garibaldi a Forlimpopoli

In occasione della Settimana del Buon Vivere 2018, il cui tema è LUOGHI, a Forlimpopoli è previsto nella giornata di domenica 23 settembre, dalle ore 12:30, un Luogo Chiamato Solidarietà!

Il pranzo solidale giunge, nel 2018, alla sua IV edizione.

Chiunque può partecipare acquistando un biglietto da € 10,00 (gratis i bambini sotto i 6 anni).

Il menù completo prevede: un primo, un secondo, un contorno, frutta, dolci, acqua e vino.

Il ricavato del pranzo verrà interamente devoluto all’Emporio della Solidarietà della Caritas e del Comitato per la lotta contro la fame nel mondo.

In caso di pioggia l’iniziativa non si terrà, l’importo raccolto verrà devoluto all’Emporio della Solidarietà e i pasti distribuiti alle Case della Carità del territorio.

I biglietti possono essere acquistati presso:

Segreteria Caritas – Via dei Mille n. 28 – Forlì – 0543 30299

Formula Servizi – Via Monteverdi n. 31 – Forlì – 0543 474801

Settimana del Buon Vivere – Via Monteverdi n. 6/B – Forlì – 0543 785429

Emporio della Solidarietà – Via Lunga n. 43 – Forlì – 0543 701915

Ufficio Informazioni Turistiche di Forlimpopoli – Via A. Costa n. 23 – Forlimpopoli – 0543 749250 (mercoledì e venerdì 15-18, sabato 9.30-12.30, domenica 9.30-12.30 e 15-18)

E possibile iscriversi al pranzo anche tramite un bonifico sul C/C intestato a: Fondazione Buon Pastore Caritas Forlì Ramo O.N.L.U.S. – Via dei Mille n. 28 – Forlì – C.F. 92074910404 – Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese Soc. Cop. Ag. Corso della Repubblica n. 2/A – Forlì – IT 30 V 08542 13200 060000266257 – indicando in causale “Pranzo Solidale – Nome e Cognome – numero dei partecipanti“.

Evento a cura di: Formula Servizi, Caritas Forlì-Bertinoro, Protezione Civile di Forlimpopoli, Comune di Forlimpopoli, Formula Ambiente, Comitato per la lotta contro la fame nel mondo e Settimana del Buon Vivere.

dalle ore 10

nella corte della Rocca di Forlimpopoli

GIOCHI AL CASTELLO

In occasione del Pranzo Solidale, arriverà a Forlimpopoli, il LudoBus SCOMBUSSOLO!

Scombussolo Giochi per Tutti è un furgone carico di giochi ed attrezzature che permette ai bambini ed ai grandi di giocare, costruire, inventare, divertirsi, mettersi alla prova, saltare … insomma, mettersi in gioco. È un grande contenitore itinerante, in grado di trasformare piazze, cortili, giardini, quartieri e strade in uno spazio gioco e di divertimento per tutti. LudoBus Scombussolo porta il gioco ovunque e per tutti. È un’attività di aggregazione e di animazione: quando viene allestito tutto lo spazio a disposizione con i giochi di Scombussolo Giochi per Tutti, in breve tempo persone che hanno voglia di giocare o curiosare, di tutte le età, dai piccoli agli adulti, si avvicinano, si mettono in gioco e socializzano facilmente tra loro. I giochi proposti sono semplici, con poche regole ed immediatamente giocabili da tutti. L’attività di Scombussolo Giochi per Tutti è libera e tutti possono partecipare: avvicina bambini, famiglie, giovani, adulti. È dedicato a tutte le età e si inserisce bene in contesti di eventi o feste aperte alla cittadinanza; in caso di più eventi in uno stesso territorio, agisce anche da aggregazione e punto di riferimento per le persone e le famiglie.

Quale modo migliore se non arrivare al Pranzo Solidale … 

in BICI con la FIAB di Forlì

In occasione del Pranzo Solidale 2018, nell’ambito della Settimana del Buon Vivere, la FIAB di Forlì accompagnerà in bicicletta tutti quelli che vorranno raggiungere Forlimpopoli senza utilizzare l’auto!

Ritrovo: ore 10.50 presso la “Barcaccia”, piazzale dei Musei San Domenico, Piazza Guido da Montefeltro n. 12 – Forlì
Partenza: ore 11

Per info: 3356851968  –  fiabforli@gmail.com

0 174

XL edizione

di

UN GIORNO NELLA ROCCA DI FORLIMPOPOLI

FESTA RINASCIMENTALE

 

Rievocazione storica di un evento risalente alla seconda metà del XVI secolo: il ritorno dalla Francia del Signore di Forlimpopoli, Brunoro II Zampeschi, uomo d’arme e letterato. Al comando di un nutrito stuolo di armati aveva portato aiuto a Caterina de’ Medici e al figlio, re Carlo IX, in guerra contro gli Ugonotti.

Grazie ad esibizioni di giullari, sbandieratori, mangiafuoco, duelli di armati, danze, musica, mercati rievocativi dell’artigianato dell’epoca, il visitatore potrà rivivere l’atmosfera dell’epoca. Inoltre per ristorare i viandanti l’Hostaria del Pellegrino offre zuppe e bruschette.

Programma delle giornate di festa:
giovedì 6 settembre 2018
ore 20.00   nel cortile interno della Rocca
Percorso sui camminamenti, alla scoperta della vita di corte di Brunoro II
a seguire   
Conferenza spettacolo di e con Federico Marangoni
Chi e cosa erano i condottieri nell’Italia dell’ultimo Medioevo e del primo Rinascimento?
Cosa voleva dire far parte di una compagnia di ventura?
Attraverso gli occhi di un ufficiale di una condotta del territorio romagnolo, verranno ripercorse le gesta di personaggi divenuti rappresentativi di un’intera epoca.
venerdì 7 settembre 2018
Orario di apertura del MAF (Museo Archeologico “Tobia Aldini” di Forlimpopoli) nella giornata di venerdì 7: apertura ordinaria 9.00 – 13.00 e apertura straordinaria 20.00 – 21.30
ore 20.00   nel cortile interno della Rocca
visita guidata alla Rocca e al MAF (Museo Archeologico di Forlimpopoli “T.Aldini”) a cura della Sezione Didattica del MAF e animata dai figuranti del Gruppo Storico Brunoro II.
Punto di ritrovo sul ponte levatoio della Rocca.
Evento per adulti e bambini. Ingresso gratuito.
ore 20.45   cortile interno della Rocca
Cena Rinascimentale (prenotazione necessaria!)
I Clerici Vagantes presentano “delitto alla sfilata“.
A Milano, la notissima stilista Rebecca Armadi si accascia al suolo dopo un brindisi al termine delle sfilate Moda Uomo. Omicidio o suicidio?
Aiuta il Commissario Boso a scoprire la verità!
Un divertente gioco/spettacolo dove i commensali, comodamente seduti al tavolo, devono scoprire l’assassino.
Per prenotazioni e informazioni telefonare al 347 5635534 oppure scrivere una mail a info@brunoro.net
In caso di maltempo la cena si terrà in luogo coperto.
Il menù è consultabile su www.ungiornonellarocca.com
Costo a persona: 25€
sabato 8 settembre 2018
Orario di apertura del MAF (Museo Archeologico “Tobia Aldini” di Forlimpopoli) nella giornata di sabato 8: 10.00 – 13.00 e 15.30 – 20.00
ore 16.00   nel cortile interno della Rocca
Mercato rinascimentale animato da giullari, giochi e duelli di armati
Mostra “Lo ritratto de la Festa”, raccolta delle fotografie che hanno vinto il concorso fotografico dal 2014 al 2017 sul tema: Forlimpopoli e il Rinascimento.
ore 16.00   nel fossato della Rocca
apertura dell’accampamento medievale e zona giochi per bambini
ore 16.30   nel cortile interno della Rocca
La spada e il suo guerriero: laboratorio creativo per realizzare una spada in stile medievale.
Laboratorio gratuito a cura della Sezione Didattica del MAF.
Massimo 25 bambini dai 5 ai 12 anni. Prenotazione obbligatoria.
ore 17.00   nel fossato della Rocca
Visita guidata all’accampamento medievale a cura del gruppo Li Sparvieri
ore 17.00   nel cortile interno della Rocca
apertura dell’HOSTARIA DEL PELLEGRINO
ore 21.00   nel fossato della Rocca
La contesa delle bandiere. Gara tra le quattro contrade di Forlimpopoli a colpi di bandiera. Prove di tecnica, abilità e precisione sanciranno il vincitore e la consegna del palio alla contrada vincitrice.
A seguire: combattimenti di spade infuocate a cura del gruppo Li Sparvieri.
ore 22.00   Rocca
Assedio a Gerusalemme. Rappresentazione ispirata alla celebre opera “La Gerusalemme liberata” di Torquato Tasso, corrispondente di Brunoro II Zampeschi. La Rocca torna al tempo delle crociate e dei suoi condottieri con alcuni dei momenti più suggestivi dell’opera.
domenica 9 settembre 2018
Orario di apertura del MAF (Museo Archeologico “Tobia Aldini” di Forlimpopoli) nella giornata di domenica 9: 10.00 – 13.00 e 15.30 – 21.00
ore 11.15   nella Chiesa di San Rufillo
Celebrazione della S.Messa con l’offerta dei ceri e benedizione dei vessilli.
ore 16.00   nel cortile interno della Rocca
Mercato rinascimentale animato da giullari, giochi e duelli di armati
Mostra “Lo ritratto de la Festa”, raccolta delle fotografie che hanno vinto il concorso fotografico dal 2014 al 2017 sul tema: Forlimpopoli e il Rinascimento.
ore 16.00   nel fossato della Rocca
apertura dell’accampamento medievale e zona giochi per bambini
ore 16.00   nel cortile interno della Rocca
Cavalieri e scudi: laboratorio creativo per realizzare uno scudo con stemma personalizzato.
Laboratorio gratuito a cura della Sezione Didattica del MAF.
Massimo 25 bambini dai 5 ai 12 anni. Prenotazione obbligatoria.
ore 16.30   nel fossato della Rocca
Visita guidata all’accampamento medievale a cura del gruppo Li Sparvieri
ore 16.30   nel cortile interno della Rocca
apertura dell’HOSTARIA DEL PELLEGRINO
ore 17.30   nella Piazza antistante la Rocca (Piazza Garibaldi)
Corteo storico per accogliere il conte Brunoro II Zampeschi di ritorno dalle terre di Francia.
I festeggiamenti saranno aperti da uno spettacolo di falconeria.
a seguire
Corteo dei doni, duelli armati, esibizioni di sbandieratori, tamburini, giullari e spettacoli di falconeria.
ore 21.15   nel fossato della Rocca
a conclusione della festa, uno spettacolo d’azione con musica, fuoco, danza ed effetti speciali a cura del gruppo Lux Arcana.
 
Vuoi partecipare attivamente alla Festa Rinascimentale e vivere in prima persona l’esperienza di essere nobile per un giorno?
La ProLoco ti presterà gratuitamente gli abiti!
Se sei interessato puoi scegliere il tuo vestito nei giorni di martedì 4 e mercoledì 5 settembre dalle ore 17 alle ore 20 nella sede della ProLoco, in Via Massi n. 31.
Per prenotazioni in giorni e orari diversi, telefonare al 347 563554
Aperture del MAF – Museo Archeologico “T. Aldini” nelle giornate di Festa:
venerdì 7 settembre: apertura ordinaria 9.00 – 13.00 e apertura straordinaria 20.00 – 21.30
sabato 8 settembre : 10.00 – 13.00 e 15.30 – 20.00
domenica 9 settembre:  10.00 – 13.00 e 15.30 – 21.00
Nei locali del museo è prorogata, fino a domenica 30 settembre, la mostra pittorica “Le Ovarole di Romagna” di Tonina Cianca.
Per informazioni contattare 0543 748071 o scrivere a info@maforlimpopoli.it o visitare il sito www.maforlimpopoli.it
Concorso fotografico: Forlimpopoli e il Rinascimento
Cattura le immagini migliori di Forlimpopoli durante i giorni della Festa Rinascimentale e caricale su instagram e facebook con l’hastag ufficiale della Festa #ungiornonellarocca2018 !
La più bella diventerà la foto promozionale per l’edizione 2019!
Regolamento completo su www.ungiornonellarocca.com
“RICORDI ED EMOZIONI: mostra dedicata alla ProLoco nel 60° della sua fondazione”.
Nella Sala Mostre (cortile interno della Rocca, Piazza A. Fratti n.9), dall’11 al 16 settembre 2018, sarà allestita una mostra di quadri di Alfonso De Giorgio (1921-1985), che fu tra i fondatori dell’Associazione.
Inaugurazione martedì 11 settembre alle ore 16:30.
Orario di apertura: feriali e festivi, 10.00 – 12:30 e 15.00 – 19.00
La Festa Rinascimentale è organizzata dalla ProLoco di Forlimpopoli,

0 77

IRONMAN Italy Emilia-Romagna

Torna il 22 settembre Ironman con il motto “Anything is possible!”

Attesi tremila atleti!

Le sei città della Romagna interessate
sono le 6 Terre del Triathlon:
Bertinoro, Cervia, Cesena, Forlì, Forlimpopoli, Ravenna

Territorio dalle mille risorse naturalistiche culturali artistiche ed enogastronomiche la Romagna è stata scelta per uno degli eventi sportivi più duri ma nel contempo più coinvolgenti, emozionanti e importanti al mondo.

Torna il 22 settembre, al motto di “Anything is possible!”, IRONMAN Italy Emilia Romagna.

A varcare la soglia del “possibile” 3.000 atleti che attraverseranno anche quest’anno saline, pinete, borghi incantevoli, vigneti, luoghi dalla storia millenaria.

Questo il percorso di IRONMAN Italy Emilia Romagna: km 3,8 di nuoto, 180 km di bike e 42 km di running.

La gara sebbene si svolga di prevalenza sul territorio cervese attraversa una zona di grande fascino e suggestione fino alle colline toccando le sei Terre del Triathlon, ambiente dalle mille bellezze e dall’anima sportiva che propone tutto l’anno percorsi e opportunità per tenersi in forma e stare bene.

Ogni Terra ha caratteristiche uniche che trasportano in un modo magico dalle mille emozioni.

Bertinoro è famosa per la proverbiale accoglienza simboleggiata dalla Colonna delle Anella che dall’inizio del 1200 sorge nel suo cuore storico. Sangiovese e Albana sono i vini prodotti dalle numerose aziende sulle colline che, come tutti ben sanno, vengono offerti in Romagna agli ospiti in segno di benvenuto. Simbolo dell’ospitalità bertinorese è anche il Museo Interreligioso, uno spazio speciale di incontro fra culture e religioni monoteiste che si trova all’interno della millenaria rocca, oggi sede di corsi di alta formazione universitaria. Parliamo di terre cantate dal sommo poeta, luoghi che Dante Alighieri ha celebrato e apprezzato.

Ravenna , città d’arte e cultura, è stata tre volte capitale tra il V e l’VIII secolo, conservando di quel periodo otto monumenti religiosi paleocristiani e bizantini riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, oggi divenuti anche location per grandi eventi. Qui il sommo poeta ha trovato rifugio dopo l’esilio da Firenze, e dopo aver portato a termine la Divina Commedia, riposa in eterno. Capitale indiscussa del mosaico che permea la sua storia, i suoi monumenti e le sue strade, Ravenna offre oltre 30 chilometri di costa sabbiosa e un patrimonio naturalistico eccezionale inserito tra le aree protette del Parco del Delta del Po. Durante l’IRONMAN gli “uomini d’acciaio” attraversano parte dell’ ampia pineta che in passato si estendeva, senza soluzione di continuità, dal Po di Primaro fino alla salina di Cervia. La pineta ha offerto legname per riparazioni e costruzione delle navi dell’ imponente flotta romana di Classe. Durante la running gli sportivi percorreranno il tratto di pineta parallela alla costa di Milano Marittima. Si tratta solo di una delle aree naturalistiche di pregio delle località.

La storia di Cervia, luogo di partenza e arrivo dell’ IRONMAN, affonda le radici nelle antiche saline. Da grande produttore di “oro bianco” a località turistica il passo è breve e la costa cervese con Milano Marittima, Cervia, Pinarella e Tagliata si è evoluta in una zona versatile e frizzante a vocazione turistica dove già nei primi anni del 1900 sorsero villini in stile Liberty con torrette vista mare e “pineto” sviluppando il primissimo concetto di vacanze Wellness della storia. L’ area delle saline patrimonio naturalistico protetto e stazione sud del Parco del Delta del Po, lega ancora la città al sale, elemento base della cucina, annoverato fra i presidi Slow Food fin dal 2004 . Il “sale dolce” di Cervia, dal caratteristico gusto delicato, si trova su tutte le tavole romagnole ma è sbarcato fin oltre oceano ed oggi viene venduto in tutto il mondo.

“Il troppo salato è il peggior difetto delle vivande.” Questo dice il Pellegrino Artusi, ne La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene del 1891. Un volume prezioso perché si sa che la terra di Romagna è anche la patria di una cucina tradizionale, dal temperamento sanguigno e deciso. Città natale del grande padre della gastronomia italiana, Forlimpopoli, ha istituito in suo onore il primo centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica, meta di turisti e gourmet che provengono da ogni parte del mondo: Casa Artusi. Questa si trova nel complesso della Chiesa dei Servi, al cui interno si custodiscono una pala realizzata da Marco Palmezzano, una predella attribuita allo stesso pittore e opere di Livio Modigliani. A due passi, a ridosso dell’ antica Via Emilia, si trova la bellissima Rocca del XIV sec. che ospita il Museo Archeologico e lo storico Teatro Cinema “G. Verdi”.

Lungo l’asse della via Emilia, Cesena, altra Terra del Triathlon sul percorso sportivo di IRONMAN Italy Emilia Romagna, mostra un prezioso gioiello storico culturale: la Biblioteca Malatestiana. Costruita per volere di Domenico Malatesta Novello nel XV secolo è la prima biblioteca civica d’Europa e unico esempio al mondo di biblioteca umanistico-conventuale giunto intatto fino ai giorni nostri. Un ambiente particolarmente suggestivo, perfettamente conservato in tutte le sue parti: edificio, arredi e dotazione libraria. Tutto è ancora come nel 1454, anno della sua inaugurazione. Per il valore culturale e a protezione del patrimonio documentale, nel 2005 l’UNESCO ha inserito la Malatestiana nel registro della Memoria del Mondo.

Forlì, il cui nome deriva dal romano Forum Livii si trova sempre sulla via Emilia e sulla via dell’IRONMAN. Capofila di una Rotta Culturale Europea dedicata alle architetture di regime del XX secolo, Atrium, di cui il quartiere razionalista, i mosaici del volo e il monumentale Piazzale della Vittoria sono un significativo esempio. Qui si trova il complesso museale San Domenico, prestigiosa e suggestiva sede di importanti opere e di mostre temporanee apprezzate dal pubblico nazionale e internazionale.