Teatro Verdi

Teatro Verdi

Teatro Verdi, un gioiello unico in perfetto stile ottocentesco

Il piccolo Teatro comunale rappresenta ancora oggi un unicum fra le strutture destinate allo spettacolo sorte in Romagna nel corso dell’Ottocento.

Inaugurato nel 1830, il teatro occupa quello che doveva essere il ‘salone d’onore’ della Rocca e viene inizialmente intitolato a Carlo Goldoni. Ma già nel 1878 il teatro è restaurato e ampliato secondo il progetto dell’architetto bertinorese Giacomo Fabbri (1843–1905) con l’intento di adeguarlo alle moderne rappresentazioni teatrali; anche l’originaria struttura a palchetti viene sostituita da due ordini di gallerie sostenute da esili colonnine in ghisa. La decorazione della sala (oggi parzialmente perduta) è affidata al pittore forlimpopolese Paolo Bacchetti (1848-1886).

Il nuovo teatro è inaugurato il 18 ottobre 1882 con una serie di rappresentazioni di opere buffe e di balli. Nei primi decenni del Novecento la struttura è adattata a sala per proiezioni cinematografiche.

Un importante intervento di restauro conclusosi nel 1982 ha restituito il piccolo teatro al suo antico decoro. Amato dai Forlimpopolesi – e non solo – svolge oggi la duplice funzione di sala teatrale e cinematografica ed è il cuore ‘pulsante’ della comunità ospitando innumerevoli attività ed eventi proposti dalla ricchissima rete associativa locale.

All’interno della sala una lapide rievoca la celeberrima incursione della banda del Passatore, avvenuta nella notte del 25 gennaio 1851.

SB