venerdì, settembre 21, 2018

Archivio mensile:ottobre 2016

0 212

Nell’ambito della XX edizione della Festa Artusiana

Sabato 29 Ottobre 2016 
ore 17.00
presso Casa Artusi (Via A. Costa, 27)
CONSEGNA DEL PREMIO ARTUSI 2016 A CARLO PETRINI

Il Premio Artusi 2016, su proposta del Comitato Scientifico di Casa Artusi, è assegnato a Carlo Petrini, per l’impegno titanico svolto con coerenza ed efficacia a favore della difesa delle colture in via d’estinzione e della biodiversità che l’ha condotto, fra l’altro, a fondare Slow Food, la prima università di Scienze gastronomiche e la rete mondiale di contadini di Terra Madre. Giusto, oltreché bello e buono di artusiana memoria.

Carlo Petrini all’inizio degli anni Ottanta fonda l’associazione Arcigola, con l’obiettivo di valorizzare la cultura della convivialità e la promozione dell’enogastronomia di qualità.

Il 9 dicembre 1989, Petrini è a Parigi, dove all’Opéra Comique il Manifesto del Movimento Internazionale Slow Food viene sottoscritto da oltre venti delegazioni provenienti da diversi Paesi del mondo. Petrini è eletto presidente, carica che ha mantenuto fino a oggi, ed elabora negli anni una nuova idea di gastronomia, che guarda al cibo come risultato di processi culturali, storici, economici e ambientali, dando decisivo impulso alla creazione della prima Università di Scienze Gastronomiche al mondo.

È stato anche l’ideatore di Terra Madre, la rete di oltre 2000 comunità del cibo, che riunisce contadini, allevatori, casari, pescatori…. da tutto il mondo.

Nella veste di giornalista ha collezionato importanti collaborazioni con quotidiani nazionali come Il Manifesto e successivamente, per diversi anni, con La Stampa.

Oggi è una firma importante dei giornali del gruppo L’Espresso e in particolare de La Repubblica. Nelle sue tante pubblicazioni e nei suoi articoli svolge temi legati allo sviluppo sostenibile, alla cultura materiale, alla gastronomia, al rapporto tra cibo e ambiente. Di rilievo anche il lavoro portato avanti attraverso la casa editrice di Slow Food.

Lo spessore dell’elaborazione teorica di Carlo Petrini sui temi della sostenibilità della produzione agroalimentare in rapporto alla gastronomia è stato riconosciuto anche dal mondo accademico: nel 2003, l’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli gli conferisce la laurea honoris causa in Antropologia Culturale e nel maggio 2006 l’Università del New Hampshire (Usa) gli conferisce l’honorary degree in Humane Letters, con la seguente motivazione: «A Carlo Petrini, rivoluzionario precursore, fondatore dell’Università di Scienze Gastronomiche. La sua associazione Slow Food ha portato all’interesse mondiale la biodiversità gastronomica e agricola».

L’ultimo riconoscimento arriva dall’Università degli Studi di Palermo che nell’aprile 2008 ha conferito la laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Agrarie a Carlo Petrini «per la passione civile profusa in tutti i campi in cui ha operato, tesa a valorizzare e promuovere sia la genuinità dei prodotti alimentari sia una agricoltura rispettosa degli equilibri e delle biodiversità naturali».

Le sue doti di comunicatore, la novità e l’importanza del messaggio applicato nel mondo attraverso i progetti di Slow Food hanno suscitato l’interesse di opinion leader e media a livello internazionale, valendogli l’attribuzione nel 2004 del titolo di Eroe Europeo da parte della rivista Time Magazine, mentre nel gennaio 2008 compare, unico italiano, tra le «Cinquanta persone che potrebbero salvare il mondo», elenco redatto dal prestigioso quotidiano anglosassone The Guardian.

Nel settembre 2013 viene insignito del Premio “Campioni della Terra”, per la categoria “Creatività e Intraprendenza”, la più alta onorificenza al merito ambientale delle Nazioni Unite. È appena stato nominato «Ambasciatore speciale della FAO in Europa per Fame Zero».

Maggiori informazioni su: www.festartusiana.it

Clicca qui per scaricare il programma della consegna del premio

Foto di Ezio Zigliani

0 212

Dal 29 Ottobre 2016 al 26 Febbraio 2017
il Museo Archeologico di Forlimpopoli ospita la mostra:

FAVOLIAMO

“Reinterpretazione delle favole di Esopo attraverso gli strumenti artigianali del Lab. Socio Occupazionale della Cooperativa Lamberto Valli”

Una invasione gioiosa e pacifica si sta compiendo nelle sale del Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini”: nuovi oggetti, insolite e originalissime installazioni occupano gli spazi silenziosi e “fuori dal Tempo” del Nostro museo e accoglieranno i visitatori della mostra “FaVoliAmo” che si inaugura sabato 29 ottobre al MAF.

La mostra è l’esito di un progetto condiviso, nato dalla collaborazione fra il Comune di Forlimpopoli, la Cooperativa Sociale di Solidarietà Integrazione e Ricerche “Lamberto Valli” ONLUS, il Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini” e la sezione didattica del MAF curata dalla Fondazione Ravennantica-Parco Archeologico di Classe. Alla realizzazione del progetto e della mostra hanno contribuito anche gli insegnanti e i piccoli alunni della classe 2° C della Scuola primaria “Don Milani” di Forlimpopoli.

Con il progetto e la mostra “FaVoliAmo” si conferma la fattiva collaborazione che da alcuni anni il Museo archeologico “Tobia Aldini” ha avviato con la Cooperativa Sociale di Solidarietà “Lamberto Valli” e specificamente con operatrici e ragazzi del Laboratorio socio-occupazionale. Abbiamo intrapreso questo percorso nel 2012 con il progetto “Tessere il mosaico”, ripetuto nel 2015 con “Storie di carta”, progetto – quest’ultimo – a supporto delle attività didattiche/laboratoriali che il Museo annualmente propone agli Istituti scolastici.

La collaborazione si rinnova felicemente attraverso lo strumento della favola, per stimolare immaginazione e creatività dando nuova ‘voce’ e nuove ‘forme’ all’Antico. Il senso di questo lavoro è ben espresso nelle parole del Sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini: «Raccontare la Storia. Per questo facciamo i musei. Ma poi, quando abbiamo i musei, la Storia non si racconta da sola. Per fare la Storia dobbiamo entrarci con le nostre storie, raccontarle e prendervi parte. Il racconto per eccellenza, la favola, ci accompagna dall’infanzia, ci “affabula”, è emblema di qualcosa che passa attraverso i secoli con una invarianza impercettibile, è il veicolo magico col quale fingersi indietro nel tempo in compagnia di un Esopo o di un Fedro che appassionano i bambini e interrogano furbescamente gli adulti. Usare la favola per cominciare a sintonizzarsi con la Storia è come muoversi gattoni per scoprire di poter camminare e poi correre e saltare. Questo Nostro museo e questa esperienza danno alla comunità di Forlimpopoli la possibilità di aggiungere la nostra piccola storia di relazioni umane alle innumerevoli storie della Storia. Dentro a un ambiente atto a contenere tracce del passato si sviluppa il rapporto odierno fra le persone. In questo ambiente discreto e protetto si mescolano le sensazioni e le informazioni, si impastano e si elaborano, inzuppano la consapevolezza, si trasformano in competenze e diventano un fatto reale, da raccontare».

Per tutti noi questo progetto e questa mostra rappresentano una straordinaria occasione di creare legàmi, di ‘lavorare insieme’ per costruire e rafforzare nuove relazioni e nuove consapevolezze. Collaborare significa condividere, aprirsi al confronto e al dialogo con gli altri, riconoscere e riconoscersi in modi di sentire e in finalità di intenti comuni, mettersi a disposizione l’uno dell’altro e mettere a disposizione il proprio patrimonio: di idee, di esperienze, di persone per farne strumento di arricchimento reciproco. Abbiamo, quindi, ancora una volta aperto le porte del Museo, cosicché la Comunità si riappropri di questo nostro “Bene comune” che è dato dalle raccolte archeologiche che qui sono conservate e custodite, nella profonda convinzione che attraverso questi progetti si possa fare una vera e concreta ‘valorizzazione’ del patrimonio e che ciascun visitatore possa viverlo, interpretarlo e goderne attraverso le proprie emozioni e, perché no, attraverso linguaggi ‘diversi’.

INAUGURAZIONE

Sabato 29 ottobre 2016 a partire dalle ore 9.30 presso il Teatro “G. Verdi”:

Interverranno:
Mauro Grandini, Sindaco di Forlimpopoli
Massimo Lorenzi, Presidente della Cooperativa Sociale di Solidarietà Integrazione e Ricerche “Lamberto Valli” ONLUS
Sergio Fioravanti, Direttore Fondazione RavennAntica-Parco archeologico di Classe
Silvia Bartoli, Direttore MAF
Educatori L.S.O. della Cooperativa Sociale di Solidarietà Integrazione e Ricerche “Lamberto Valli” ONLUS e Responsabili didattica del MAF – Fondazione RavennAntica-Parco archeologico di Classe

Conduce:
Enrico Zambianchi

Seguono letture dei brani delle favole a cura di Enrico Zambianchi e di fole romagnole a cura di Radames Garoia con accompagnamento musicale a cura della Scuola di Musica Popolare – Auriz/Fabio Briganti e Marie Rascoussier

Al termine:
Buffet allestito nella sala del Consiglio comunale, offerto dalla Cooperativa Sociale di Solidarietà Integrazione e Ricerche “Lamberto Valli” ONLUS

Saranno presenti all’inaugurazione Insegnanti e Alunni delle Scuole di Forlimpopoli.

LA MOSTRA

La mostra sarà visitabile fino a domenica 26 febbraio 2017 negli orari di apertura del Museo:
venerdì: 9.00-13.00
sabato e domenica: 10.00-13.00; 15.30-18.30

Sono previste aperture su richiesta nelle mattinate di mercoledì e giovedì dalle 9.00 alle 13.00.

Per tutto il periodo della mostra saranno attivi:

– Laboratori didattici tematici a cura della Sezione Didattica del MAF-Fondazione RavennAntica
– Laboratori didattici tematici con i ragazzi della Coop. Sociale “Lamberto Valli”

destinati alle scuole di ogni ordine e grado.

Per INFO e prenotazioni:
tel. 0543.748071
www.maforlimpopoli.it
info@maforlimpopoli.it
didattica@maforlimpopoli.it

Clicca qui per la locandina

0 251

In questa sezione troverete tutti gli appuntamenti organizzati dal Centro per le Famiglie di Forlimpopoli

LABORATORI ED INIZIATIVE:

HAPPY FAMILY : I CENTRI PER LE FAMIGLIE IN FIERA DI FORLI’

Happy Family: i Centri per le Famiglie in Fiera a Forlì Per Sabato 25 e domenica 26 febbraio è prevista, presso la Fiera di Forlì una nuova edizione del grande Salone dedicato ai bambini ed ai genitori.

Due giornate ricche di eventi con tante nuove proposte per soddisfare i bisogni delle famiglie e tantissime idee per il benessere e il divertimento dei bambini da 0 a 12 anni. La manifestazione sarà anche un’occasione per presentare al grande pubblico la varietà e qualità dei servizi a disposizione delle famiglie,con la possibilità per tutti i visitatori di partecipare a laboratori, workshop e incontri con esperti di settore.

Maggiori info su www.happyfamilyexpo.it

 

 

MASSAGGIO AL NEONATO AL CENTRO PER LE FAMIGLIE

Tra Aprile e Maggio 2017, laboratorio di massaggio infantile presso il Centro per le Famiglie (Via Bazzocchi n. 4), condotto dai professionisti dell’Associazione Italiana Massaggio Infantile. Si prevede poi di attivare in primavera 4 edizioni di questo laboratorio nelle sedi: BERTINORO – presso il Nido d’Infanzia “Il Bruco”. CASTROCARO TERME – presso il Centro Territoriale per le Famiglie. FORLIMPOPOLI – presso il Centro per le Famiglie. MELDOLA – presso il Nido d’Infanzia “Il Pulcino”.

L’intero percorso prevede un contributo di iscrizione di 40,00 euro.
Per ulteriori informazioni o per iscrizioni:
Per maggiori informazioni ed iscrizioni: informafamiglie@comune.forlimpopoli.fc.it ; 328.1243117 – 320.1499966.

 

MUM & BABY ENGLISH…WITH HUMPTY & FRIENDS

Laboratorio di avvicinamento alla lingua inglese per genitori e bambini 18/48 mesi.
Un modo allegro e divertente per avvicinare i più piccini ad una lingua diversa, tra filastrocche e canzoncine e un’occasione per i più grandi di rispolverare il proprio inglese!!
Si svolgerà presso il Centro per le Famiglie di Forlimpopoli (Via Bazzocchi n. 4) in 6 incontri di 50 minuti, il lunedì – ore 16.45 (bimbi 18/30 mesi) ore 17.45 (bimbi dai 30 ca ai 48 mesi) a partire da lunedì 27 febbraio. Il laboratorio sarà condotto da Alessandra Pedreschi e prevede un contributo di 55,00 euro.
Termine delle iscrizioni giovedì 23 febbraio.
Per ulteriori informazioni e per iscrizioni: Centro per le Famiglie, Via Bazzocchi n. 4 – Tel. 0543/749258 – 328 1243117 – c.famiglie@gmail.com

A FORLI’:

HAPPY FAMILY : I CENTRI PER LE FAMIGLIE IN FIERA DI FORLI’

Happy Family: i Centri per le Famiglie in Fiera a Forlì Per Sabato 25 e domenica 26 febbraio è prevista, presso la Fiera di Forlì una nuova edizione del grande Salone dedicato ai bambini ed ai genitori.

Due giornate ricche di eventi con tante nuove proposte per soddisfare i bisogni delle famiglie e tantissime idee per il benessere e il divertimento dei bambini da 0 a 12 anni. La manifestazione sarà anche un’occasione per presentare al grande pubblico la varietà e qualità dei servizi a disposizione delle famiglie,con la possibilità per tutti i visitatori di partecipare a laboratori, workshop e incontri con esperti di settore.

Maggiori info su www.happyfamilyexpo.it

FORMAZIONE GENITORI E DINTORNI

FORLIMPOPOLI“SÌ, VIAGGIARE!”

Percorso di gruppo alla riscoperta del proprio essere figlio… e magari anche genitore. Prendersi cura di sé è un bel modo per prendersi cura degli altri! Questo breve percorso è rivolto ad adulti stimolati a condividere ed approfondire la propria esperienza filiale e genitoriale in un contesto di gruppo condotto con una modalità attiva che si richiama allo psicodramma. Lo psicodramma, parola che deriva da psiche (anima) e drama (azione), è una modalità di lavoro che consiste nella possibilità di elaborare, in una situazione relazionale accogliente ed empatica, aspetti della propria esperienza di vita attraverso l’interazione, la relazione e la concretizzazione scenica.

Ogni incontro ha un titolo che deriva dall’incipit di una nota canzone: uno spunto per cominciare a viaggiare!

  • Mercoledì 15 marzo “E correndo mi incontrò lungo le scale…” (F. Guccini) Incontrarsi, riconoscersi… e cominciare un viaggio insieme.
  • Mercoledì 22 marzo“Tu che sei nata dove c’è sempre il sole…” (F. Concato) L’evento nascita tra ricordi e fantasie.
  • Mercoledì 29 marzo “Vi presento la mia famiglia…” (G. Gaber) Ciascuno è ciò che è anche grazie al contesto in cui ha vissuto.
  • Mercoledì 5 aprile“Ti riconosco, Mascherina ti conosco…” (Litfiba) Un viaggio con le maschere e tra le maschere.
  • Mercoledì 12 aprile“Viva la mamma…” (E. Bennato) Un incontro dedicato a questa importante figura.
  • Mercoledì 19 aprile“Un altro giorno è andato, la sua musica finita…” (F. Guccini) Tirare le somme alla fine di un’esperienza.

I 6 incontri si svolgeranno il mercoledì a partire dal 16 marzo dalle 20,30 alle 22,45 presso la Sala del Centro per le Famiglie e saranno condotti da Fabio Canini, psicologo e psicodrammatista moreniano.

La partecipazione prevede un contributo di € 60,00. Termine delle iscrizioni: lunedì 13 marzo.

Il laboratorio sarà preceduto mercoledì 1 marzo da “Eravamo quattro amici al bar…” (G. Paoli)

sessione introduttiva di psicodramma gratuita ma con iscrizione obbligatoria. Per maggiori informazioni ed iscrizioni: informafamiglie@comune.forlimpopoli.fc.it ;

328.1243117

 

 

PER CONSULTARE IL GIORNALI COMPLETO CON TUTTE LE INIZIATIVE

CLICCA QUI PER SCARICARE 

0 109

27 Ottobre 2016
Riparte col primo modulo 2016/17 il corso sulla CANZONE RINASCIMENTALE diretto da Jule Bauer
Il tema del seminario é l’interpretazione del repertorio vocale rinascimentale e del primo barocco.
Per il 2016/2017 il tema sarà: La Canzone d’Amore.

28 Ottobre 2016
Annette Osann dirige il primo modulo 2016/17 dell’EUROPEAN NYCKELHARPA TRAINING
Corso di formazione per esecutori ed insegnanti di nyckelharpa (viola d’amore a chiavi) in cooperazione con: AKADEMIE BURG FÜRSTENECK, Eiterfeld (Germania) Eric Sahlström Institutet, Tobo (Svezia).

30 Ottobre 2016
Sala Aramini diventa ENTROTERRE FOLK CLUB e apre i live con NYCKELHARPA QUARTET
Ore 20:30 Anteprima nuova Stagione con NyckelharpaQuartett
Il quartetto di Viola d’amore a chiavi si esibisce con successo a livello nazionale e internazionale dal 2013. Il gruppo, tutto al femminile, nasce nel corso di un progetto internazionale.

Per maggiori informazioni: www.musicapopolare.net

0 98

Nell’anno del 72° anniversario della Liberazione di Forlimpopoli, il Comune di Forlimpopoli insieme al Comitato per la Difesa e la Divulgazione dei Valori della Resistenza e in collaborazione con Anpi Forlimpopoli e Circolo Arci Bevitori Longevi, nell’ambito della rassegna “Dare futuro alla memoria”, organizza due interessanti giornate per ricordare al meglio questa importante tappa della storia forlimpopolese.

Clicca qui per la locandina

0 98
Domenica 16 Ottobre 2016 festeggiamo l’Italia e il suo straordinario patrimonio culturale insieme al FAI!

Torna in oltre 150 città italiane FAIMARATHON, l’appuntamento promosso dai Gruppi Giovani del FAI, per fare scoprire le bellezze nascoste del nostro paese.

Giunta alla sua quinta edizione, coinvolge oltre 3.500 volontari che, in tale occasione, condivideranno con tutti i presenti la loro passione e il loro impegno per la tutela e la valorizzazione delle eccellenze storico-artistiche-ambientali italiane, accompagnandoli nella visita di oltre 600 luoghi solitamente inaccessibili o chiusi al pubblico.

Tante le iniziative, gli itinerari tematici, gli eventi speciali ideati per proporre una insolita ed entusiasmante chiave di lettura della città, mettendo in risalto le sue realtà meno conosciute ma ricche di storia!

La visita ad ogni luogo prevede un contributo richiesto dai volontari che potrete liberamente donare.

A Forlimpopoli…

“ARTE IN ROMAGNA. ITINERARIO IN MEMORIA DI MARIACRISTINA GORI E STEFANO TUMIDEI”

Sabato 15 Ottobre
ore 21.00 presso la Basilica di San Rufillo
CONCERTO DI INAUGURAZIONE DELLA FAIMARATHON
Le melodie dell’organo di M. Anna Maria Cortini
Clicca qui per la locandina del concerto
Clicca qui per l’invito

Domenica 16 Ottobre
VISITE ALLA CHIESA DEI SERVI
dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00
VISITE ALLA BASILICA DI SAN RUFILLO
dalle ore 15.00 alle ore 17.00
a cura dei ragazzi delle scuole medie di Forlimpopoli
Clicca qui per la locandina

Maggiori informazioni: Pagina Facebook Fai Giovani Forlì-Cesena
www.faimarathon.it

Ricordiamoci di salvare l’Italia e la sua cultura!