lunedì, giugno 18, 2018

Archivio mensile:settembre 2016

0 93

Domenica 16 Ottobre, in occasione delle celebrazioni della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, promossa dalla FAO, l’Assessorato Agricoltura Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna presenta l’iniziativa Fattorie Aperte e invita i cittadini a visitare le 77 fattorie che aderiscono all’iniziativa, proponendo percorsi didattico-divulgativi per adulti e bambini sul tema Un altro cibo è possibile – Il clima sta cambiando, il cibo e l’agricoltura anche.

Nel territorio di Forlì-Cesena sarà possibile vistare 15 aziende agricole e Casa Artusi.

A Forlimpopoli, appuntamento alle ore 11.30, presso la sede dell’Ufficio Informazioni Turistiche – UIT (Via A. Costa, 23), con la presentazione di “Forlimpopoli città artusiana”, durante la quale sarà possibile ammirare oltre alla Chiesa dei Servi, il straordinario complesso di Casa Artusi.

Per informazioni in merito alla presentazione: + 39 0543 749250 – + 39 349 8401818

www.fattorieaperte-er.it

Clicca qui per maggiori dettagli sull’iniziativa Fattorie Aperte

Clicca qui per la locandina di Fattorie Aperte

0 180
THE DARKNESS OF EUROPE
Fotografie di DANILO BALDUCCI al MAF di Forlimpopoli

“Another step and you’re elsewhere” sulla rotta dei balcani.
Progetto realizzato sul percorso dei Migranti a Idomeni
“Lo sguardo unico ma non isolato di Danilo Balducci è tale perché questi si è letteralmente immerso nella storia. Nel fluire della migrazione degli uomini. Una cascata di sofferenze, di sentimenti che il “nostro”è riuscito a fermare per un minuscolo istante, che durerà per sempre, senza cadere nel pietismo di maniera. L’ immersione di Balducci è totale, sempre in apnea fotografica, sempre al livello degli uomini ripresi. La conoscenza della vicenda umana dei migranti. I quali, nelle fotografie di Danilo Balducci, non dimenticano mai la propria dignità di appartenenza, che esplode letteralmente all’interno delle nostre povere etichette”. (Rinaldo Alvisi – Presidente ComitatoScientifico FIOF)

La mostra The Darkness of Europe – Fotografie di Danilo Balducci al MAF è promossa dal Comune di Forlimpopoli in concomitanza con la mostra The Darkness of Europe – Fotografie di Francesco Malavolta promossa dal Comune di Forlì

DANILO BALDUCCI

Nato a L’Aquila nel 1971 è sempre stato affascinato dalla fotografia e dal potere comunicativo delle immagini.Reportage e fotografia sociale sono i suoi interessi principali. Diplomato presso l’Istituto Superiore di Fotografia e comunicazione integrata di Roma è professionista dal 1998. Docente di fotografia e reportage presso l’Accademia di Belle Arti di L’Aquila. Fornisce regolarmente immagini ad agenzie fotografiche italiane ed estere. Le sue immagini e le sue storie sono state pubblicate su giornali e riviste nazionali ed internazionali: Time, Life,Denver Post, Internazionale, Der Spiegel, Daily News, L’Espresso, Repubblica,Panorama.

Come potevamo parlare di migranti, di migrazioni, di storie di popoli in movimento senza coinvolgere
la nostra Scuola di Musica Popolare che in occasione della mostra ha deciso di festeggiare i suoi 30 anni
di attività regalando una serata speciale dedicata a uno dei propulsori e dei fondatori della scuola:
Stefano Zuffi che amava ripetere “qualsiasi musica ma non musica qualsiasi”

ORARIO MOSTRA:
MAF – Museo Archeologico Forlimpopoli “Tobia Aldini” (Piazza Fratti, 5)
dal 23 settembre al 16 ottobre 2016
Venerdì 9.00 – 13.00
Sabato e Domenica 10 – 13 e 15.30 – 18.30
Mercoledì e Giovedì su richiesta (tel. 0543 748071 /info@maforlimpopoli.it )

Clicca qui per la locandina della mostra

0 128
FORLI’ MUSIC FIRST
La musica per prima –Terza edizione
Iscrizioni aperte dal 14 settembre al 25 ottobre 2016

Forlì Music First – La Musica per prima – il concorso musicale per cantautori, musicisti solisti e gruppi emergenti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, provenienti dalla Regione Emilia Romagna, dopo il successo degli anni scorsi, è giunto alla terza edizione, in collaborazione con Unione dei Comuni della Romagna Forlivese.

Promosso e realizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Forlì, in collaborazione con i Centri di Aggregazione Giovanile di Forlì “Officina52” e “La Tana”, è un’importante occasione per i giovani che vogliono esprimere il proprio talento e per dare loro visibilità.

Infatti, per questa edizione i vincitori dei due premi messi in palio, Vincitore Assoluto e Premio Unione dei Comuni, (riservato ad artisti residenti nei Comuni dell’Unione) del valore di 1.500 euro cadauno, saranno erogati sotto forma di promozione degli artisti vincitori su Radio, Siti, Tv e testate locali e nazionali tramite una importante agenzia di promozione Musicale, la Red & Blu di Bologna.

Le iscrizioni al Forlì Music First saranno aperte dal 14 settembre al 25 ottobre e il bando sarà scaricabile sul sito del Comune di Forlì all’indirizzo www.giovaniaforli.comune.forli.fc.it

La Direzione Artistica, affidata al musicista Roberto Costa, (bassista, arrangiatore e produttore di importanti artisti come Lucio Dalla, Ron, Luca Carboni), valuterà i materiali (mp3, Cd, Dvd) inviati dagli iscritti (all’indirizzo concorso.fmf@comune.forli.fc.it) e selezionerà dodici semifinalisti.

Il 9 e il 10 novembre, presso la Fabbrica delle Candele, in Piazzetta Conserva Corbizzi n.9/30, gli artisti si esibiranno (sei per ogni serata) davanti ad una giuria selezionata che decreterà due finalisti per ogni serata.

I quattro finalisti si esibiranno, sempre dal vivo, il 17 novembre, davanti ad un’altra Giuria di qualità che decreterà i due vincitori.

L’ Assessora alla Cultura e alle Politiche Giovanili, Elisa Giovannetti, che ha fortemente voluto proseguire la strada già intrapresa dai suoi predecessori, giungendo così a questa terza edizione di Forlì Music First, commenta: “Oggi fare politiche per i giovani significa ancora occuparsi di avvicinarli ai linguaggi della cultura e creare occasioni per il loro protagonismo. L’arte e la musica sono piattaforme universali attraverso le quali rafforzare i rapporti umani e costruire ponti tra generazioni e culture”.

27Il progetto sulle architetture totalitarie europee in abbandono diventa una mostra diffusa sul territorio romagnolo

Totally Lost, progetto di ricerca sul patrimonio architettonico in abbandono dei regimi totalitari in Europa a cura di Spazi Indecisi in collaborazione con la Rotta Culturale Europea ATRIUM, diventa dal 9 al 25 settembre una mostra diffusa su tre sedi e l’occasione per esplorare Forlì e dintorni sperimentando pratiche di rigenerazione temporanea.

La mostra è il risultato di una ricerca fotografica che ha coinvolto 186 fotografi internazionali che hanno fotografato quasi 300 luoghi in abbandono in 25 nazioni europee, edifici dal passato totalitario che ci invitano riflettere sul loro ruolo attuale e sulle loro possibilità future.

Totally Lost sarà allestita in tre sedi d’eccezione:

  • Casa del Mutilato | Via Maroncelli 8, Forlì
    9-10-11, 16-17-18 e 23-24-25 settembre 2016
  • Acquedotto Spinadello | Via Ausanuova 593, Selbagnone, Forlimpopoli (FC)
    10-11 e 17-18 settembre 2016
  • Casa del Fascio | Strada Teodorano 16, Meldola (FC)
    10-11 e 17-18 settembre 2016

Per orari di apertura e programma eventi nelle sedi della mostra:  www.spaziindecisi.it

ideazione e organizzazione: Spazi Indecisi
per: Rotta culturale europea  ATRIUM – Architecture of Totalitarian Regimes of the XX Century in Europe’s Urban Memory
Con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Comune di Forlì, Comune di Forlimpopoli, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì

Con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Comune di Forlì, Comune di Forlimpopoli, Comune di Meldola, IBC Emilia-Romagna, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì

Consulenza e coordinamento storico-scientifico Maria Elena Versari Consulenza fotografica Linda Ferrari

Partner tecnico: DZ engineering

Azioni di Riappropriazione Temporanea in collaborazione con coop. Casa del Cuculo insieme a Ass. I Meandri, Agesci gruppo Scout Forlimpopoli, Lorenzo Angelini, Matteo De Maria, Morgan Bencivenga, Gruppo Astrofili forlivesi, Strada dei vini e dei Sapori dei colli di Forlì e Cesena, Pro Loco di Teodorano e i suoi abitanti

Trecentosessanta a cura di Associazione Sovraesposti

Rassegna Ombre nere a cura di Francesco Selvi e Scaglie Cineclub

Percorso nella Casa del Mutilato a cura: Andrea Dolcetti, Daniele Felice Sasso

Grazie a: ANMIG Forlì, Biblioteca Comunale A. Saffi, Servizio Cultura e Musei | Comune di Forlì, Osservatorio Balcani e Caucaso, Davide Canali, Unica Reti, VDL Professional Analogics

Media partner: Aracne, Instagram Forlì – Cesena

Ufficio Stampa: Barbara Boattini
Aperitivo @Mutilato: Cosmonauta
Food Truck @Spinadello: Il chiosco di San Rocco

L’evento Totally Lost è parte de: Festa dell’Architettura – Forlì, Settimana del Buon Vivere 2016, Giornata Europee del Patrimonio, 900fest.

0 64
Wiki Loves Monuments, l’Emilia Romagna e il suo patrimonio artistico al centro dell’obiettivo per la promozione in rete

In gara con 680 monumenti e siti d’arte tra Piacenza e Rimini, inclusi i tre siti Unesco regionali, l’Emilia Romagna si valorizza e si promuove on line con la quinta edizione di Wiki Loves Monuments – Dalla collaborazione tra Apt, Unione Prodotto Città d’Arte e Mibact, parallelamente un contest speciale che mette al centro dell’obiettivo le migliori eccellenze artistiche regionali secondo Touring Club Italiano, da oltre un secolo punto di riferimento nell’ editoria travel in Italia

Per tutti i fotografi, fotoamatori e Instagramers c’è tempo dal 1° al 30 settembre per partecipare alla V edizione di Wiki Loves Monuments (www.wikilovesmonuments.it), il più grande concorso fotografico digitale al mondo che valorizza attraverso il web i patrimoni artistico-culturali locali. Promosso da Wikipedia, tra i dieci siti attualmente più visitato al mondo, e coordinato da Wikimedia Italia, il concorso è aperto a cittadini e turisti che, chiamati a giocare il ruolo di fotoreporter, intendono contribuire a documentare attraverso il web ricchezze culturali, storiche di un territorio specifico.

Tutte le immagini in concorso diventano così patrimonio condivisibile, comune e universale grazie alla loro circolazione in rete con licenza di Creative Commons.

Sono in tutto 680 i monumenti “liberati”, cioè resi fotografabili quest’anno in tutta la regione che partecipa a questa V edizione del concorso con l’adesione di ben 88 istituzioni regionali tra comuni (65), province (2), Fondazioni (5), parrocchie e Diocesi (5), istituzioni private tra cui musei, gallerie, castelli, associazioni e comunità (la lista completa su http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/wlm2016-liste-monumenti-ed-elenco-enti/emilia-romagna/, mentre i beni culturali che partecipano sono mappati su www.patrimonioculturale-er.it).

Dopo essersi aggiudicata l’edizione 2015 di Wiki Loves Monuments con lo scatto di Casone Serilla (FE) realizzato dal bolognese Vanni Lazzari, prima classificata delle 294 immagini finaliste in Italia sulle oltre 12.000 immagini caricate on line da 947 uploaders partecipanti, l’Emilia Romagna quest’anno aggiunge nell’ambito della sua partecipazione a Wiki Loves Monuments un contest speciale che mette al centro dell’obiettivo ben 73 monumenti “stellati”: si tratta delle eccellenze culturali e artistiche regionali contrassegnate da un asterisco nella Guida d’Italia, la mitica guida “Rossa” edita dal Touring Club Italiano, partner di APT, Segretariato Regionale del MIBACT e Unione Città d’Arte nell’organizzazione di questo originale e inedito “contest nel contest” che attribuirà tre premi ai primi tre classificati secondo il parere della giuria.

Per amplificare visibilità e promozione in rete dei suoi gioielli artistici e culturali, l’Emilia Romagna mette in calendario nel mese di settembre tre passeggiate fotografiche rispettivamente a Bertinoro (FC), Parma e Bologna con l’obiettivo di coinvolgere i partecipanti al contest nell’attività di reportage fotografico e di amplificare le grandi opportunità che già appartengono a Wiki Loves Monuments.

“Nella consapevolezza che è sempre più fondamentale il canale digitale in termini di promo-commercializzazione – commenta Graziano Prantoni, Presidente dell’Unione di Prodotto Città d’Arte, Cultura e Affari dell’Emilia Romagna – cosi come in virtù della già ottima risposta degli utenti registrata attraverso la partecipazione a Wiki Loves Monuments, l’idea di valorizzare ulteriormente i grandi patrimoni artistici regionali attraverso un contest speciale e specifico che senz’altro contribuirà a diffondere la grande bellezza del territorio al mondo grazie alla diffusione via web».

Ecco l’elenco completo delle istituzioni pubbliche e private partecipanti a Wiki Loves Monuments 2016:

65 Comuni: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì, Faenza, Rimini, Travo, Vernasca, Busseto, Fidenza, Fontanellato, Sala Baganza, San Secondo Parmense, Campagnola Emilia, Correggio, Guastalla, Reggiolo, Scandiano, Vezzano sul Crostolo, Carpi, Castelvetro di Modena, Fiorano Modenese, Nonantola, Novi di Modena, San Cesario sul Panaro, San Felice sul Panaro, Bentivoglio, Castello d’Argile, Castel Maggiore, Crevalcore, Dozza, Imola, Pieve di Cento, Ozzano dell’Emilia, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale, Zola Predosa, Comacchio, Voghiera, Bagnara di Romagna, Brisighella, Lugo, Massa Lombarda, Bagno di Romagna, Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Cesena, Cesenatico, Forlimpopoli, Galeata, Gatteo, Meldola, Longiano, Modigliana, Premilcuore, San Mauro Pascoli, Santa Sofia, Sarsina, Savignano sul Rubicone, Mondaino, San Leo
Le 2 Province di Parma e Forlì-Cesena
Ed ancora:
Le 5 Arcidiocesi/Diocesi di Piacenza-Bobbio, Bologna, Ravenna-Cervia, Cesena-Sarsina e Forlì-Bertinoro
Le 5 Fondazioni: Cassa di Risparmio di Modena, Vignola (MO), Genus Bononiae, RavennAntica e Casa di Enzo Ferrari Museo (MO)
I 2 Castelli Agazzano (PC), Montechiaro (PC)
1 Comunità ebraica: Modena e Reggio Emilia
1 Consorzio: Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno (BO)
1 Galleria: Ricci Oddi (PC)
2 Musei: MAR (RA) e di Saludecio e del Beato Amato (RN)
1 Palazzo: Baronale al Piano (FC)
1 Famiglia: Isolani (BO)
1 ONLUS: CeIS Centro di Solidarietà di Reggio Emilia

Oltre, infine, al Polo Museale dell’Emilia Romagna che conta ben 17 monumenti dei 73 “stellati” in totale.

A stabilire i vincitori del concorso nazionale sarà la giuria di qualità istituita da Wikipedia Italia e la lista completa delle immagini in concorso sarà poi consultabile su www.wikilovesmonuments.it

Ufficio Stampa Apt Servizi – Tel. 0541-430190 – www.aptservizi.com

8 – 11 Settembre 2016
XXXVIII edizione della Festa Rinascimentale
UN DE’ INT LA ROCA AD FRAMPUL
a cura del Gruppo Storico Brunoro II – Pro Loco Forlimpopoli

Pronti per un tuffo nel passato?
Il secondo fine settimana di Settembre a Forlimpopoli si rievoca un avvenimento del ‘500: i festeggiamenti ordinati dalla contessa Battistina Savelli per il ritorno dello sposo Brunoro II Zampeschi dalle terre di Francia, dove aveva vittoriosamente combattuto gli Ugonotti ed era stato insignito della Croce dell’Ordine di San Michele.

Il programma della Festa si apre con visite guidate gratuite alla Rocca e al MAF Museo Archeologico Forlimpopoli, seguite da cene rinascimentali (solo su prenotazione) accompagnate il giovedì da un excursus su moda e guerra dal Medioevo al Rinascimento a cura dell’esperto Federico Maragoni ed il venerdì da giullari, giochi e sbandieratori.

Sabato si prosegue con il mercato, i giochi del palio, laboratori gratuiti per bambini, il torneo di tiro con l’arco e lo spettacolo “Assedio alla Rocca”.

Si conclude domenica con la Messa mattutina seguita da aperitivo, un pomeriggio animato dal corteo storico, il mercato rinascimentale, laboratori gratuiti per bambini e numerosi spettacoli… fino alla conclusione con “Magia di Ritmi e Bandiere”.

 

Se vuoi partecipare attivamente alla Festa recati in Pro Loco Martedì 6 e Mercoledì 7 dalle 16.00 alle 19.00: potrai scegliere gratuitamente il tuo vestito rinascimentale per prendere parte al corteo storico della domenica!

 

Visita il sito per saperne di più: CLICCA QUI!

0 64

Mercoledì 7 settembre 2016 alle ore 20:30 a Forlimpopoli, c/o Piazza Garibaldi (cortile interno Palazzo della Torre) si terrà l’iniziativa, organizzata dalla sezione ANPI di Forlimpopoli:

“Una Cena con l’ANPI”

Una serata conviviale, per stare insieme intorno ad un tavolo, ma con l’obbiettivo di continuare a piantare e far crescere un sano antifascismo nelle nuove generazioni.

L’incasso della serata sarà utilizzato per consentire la partecipazione di altri ragazzi, oltre ai due già sponsorizzati dall’ amministrazione comunale, al progetto PROMEMORIA AUSCHWITZ, che terminerà con il viaggio sul treno della memoria in visita ai lager di Auschwitz e Birkenau.

La serata sarà dedicata a raccontare il PROGETTO PROMEMORIA AUSCHIWITZ con la voce e le immagini dei giovani che hanno partecipato negli anni passati.

Mai come in questi anni, stanno tornando alla ribalta pericolosi nazionalismi e violenti populismi tesi ad istillare l’odio contro il diverso: crediamo pertanto che sia un obbiettivo indispensabile dar modo a quanti più giovani possibile, di conoscere e comprendere quella che è stata la storia di un Europa completamente diversa da quella che vogliamo per il loro futuro!

Menù € 20,00
Antipasto misto
Crespelle con ricotta e spinaci – Risotto al radicchio
Brasato alla birra rossa con cime di rapa a.o.p
Fantasia di dolci
acqua e vino

Necessaria la prenotazione 339 7805588 347 4486988

Tutti gli iscritti e simpatizzanti ANPI sono invitati a partecipare.

Clicca qui per il volantino